Archivio tag: francesco mandelli

Pets 2 – Vita da animali, la recensione

Se il film Illumination del 2016, Pets – Vita da animali, non ha risposto del tutto alla domanda: “Cosa fanno i nostri animali domestici quando non ci siamo?”, ci pensa il secondo capitolo ad approfondire il discorso. Dal 6 giugno al cinema, infatti, arriva Pets 2 – Vita da animali, distribuito da Universal Pictures e diretto ancora una volta da Chris Renaud e scritto da Brian Lynch.

Pets 2 – Vita da animali è il decimo film della Illumination, e se il primo capitolo ci ha insegnato l’accettazione e la tolleranza, quando Max ha imparato a voler bene al suo nuovo fratello peloso Duke, ora il messaggio è quello che bisogna avere sempre fiducia in se stessi, riuscire a fare la cosa giusta anche quando si ha paura e che l’unione fa sempre la forza.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Bene ma non benissimo, la recensione

Approcciarsi ad un prodotto come Bene ma non benissimo non è facile e non dev’essere stato semplice neanche dal punto di vista produttivo scommettere su un cavallo del genere per una giovane casa come la Viva Productions. Nell’attuale panorama della commedia italiana sempre più devoto alla riproposizione in chiave nazionale di popolari produzioni estere con altisonanti nomi protagonisti, in pochi si sarebbero presi la responsabilità di mettersi in gioco con un’originale commedia dall’alto contenuto sociale affrontato da un cast di giovanissimi semi-sconosciuti.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Si muore tutti democristiani, la recensione

Vivere nelle società contemporanea vuol dire sempre di più vedere.

Ogni narrazione significativa possiede una dimensione visiva per esistere nella cultura attuale, nel solco di un cambiamento diventato tangibile con l’avvento di YouTube nel 2005 e la formazione di un nuovo soggetto sociale, il prosumer. Dal caricamento di Me at the zoo sulla celebre piattaforma, il fiume dei contenuti visibili per e realizzati soprattutto dall’utente non ha mai smesso di essere in piena, considerato anche i molteplici affluenti apparsi nel corso degli anni, mantenendo un ritmo forsennato, indicando e istituendo nuovi regimi narrativi ormai entrati nell’immaginario collettivo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Paddington 2, la recensione

Nel 1958, Michael Bond crea Paddington, l’orsetto più amato dai bambini britannici! Nel 2014, il regista Paul King lo fa rivivere con enorme successo sul grande schermo, per la gioia di grandi e piccini. Successo che è destinato a ripetersi con Paddington 2, nei nostri cinema a partire dal 9 novembre, distribuito da Eagle Pictures e dedicato alla memoria dello scrittore padre dell’orsetto, scomparso a giugno di quest’anno.

In questo secondo capitolo vediamo il simpatico Paddington, ormai pienamente accettato dalla famiglia Brown e dalla comunità in cui vivono, che riesce a regalare sorrisi e aiutare, nel suo piccolo, ogni suo amico e conoscente grazie alla gentilezza di cui è naturalmente dotato.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Pets – Vita da animali, la recensione (PRO)

Fondata nel 2007 da Chris Meledandri, la Illumination Entertainment si è da subito imposta come nuovo polo produttivo nel settore del cinema d’animazione. Il successo è stato immediato con il primo film prodotto, Cattivissimo Me nel 2010, a cui hanno seguito con minor risonanza il mix animazione e live action Hop (2011), Lorax – Il guardiano della foresta (2012), fino all’affermazione con Cattivissimo Me 2 (2013) e il suo spin-off Minions (2015). Oggi, però la Illumination ha battuto ogni record personale e non (è il maggior incasso di sempre per un film d’animazione non Disney) con Pets – Vita da animali, un film fresco, clorato e divertente che sembra aver messo d’accordo tutti: il pubblico, che l’ha premiato in ogni dove, e la critica, che l’ha promosso nonostante l’hype furbetto che negli ultimi mesi aveva generato.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Natale col Boss: un DVD special edition per il cinepanettone con Lillo & Greg

La formula del cinepanettone classico a marchio Filmauro, che andava avanti da circa 30 anni, nel 2014 è stata completamente stravolta: Neri Parenti, regista storico di questi film, è passato alla concorrenza,  Christian De Sica non ha rinnovato il contratto, i nomi di punta sono diventati Lillo e Greg e la struttura episodica ha lasciato il passo a film compatti a storia unica. Dopo Un Natale stupefacente, Luigi e Aurelio De Laurentiis ripetono la formula con una nuova avventura che vede coinvolto ancora il duo comico Lillo e Greg. Dopo il discreto successo al botteghino, arriva in home video Natale col boss con una Special Edition a due dischi ricca di contenuti speciali.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Natale col Boss, la recensione

La formula del cinepanettone classico a marchio Filmauro, che andava avanti da circa 30 anni, nel 2014 è stata completamente stravolta: Neri Parenti, regista storico di questi film, è passato alla concorrenza,  Christian De Sica non ha rinnovato il contratto, i nomi di punta sono diventati Lillo e Greg e la struttura episodica ha lasciato il passo a film compatti a storia unica.

Aurelio e Luigi De Laurentiis tentano anche quest’anno di ripetere la formula di Un Natale Stupefacente e portano nei cinema una nuova avventura che vede coinvolto il duo comico Lillo & Greg con Natale col Boss.

VN:R_U [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 2 voti)

La Solita Commedia – Inferno, la recensione

Quando nel 2009 esordirono sul piccolo schermo di MTV con la sketch comedy di chiara ispirazione britannica I soliti idioti, sapevamo che non ci saremmo tolti di torno tanto facilmente gli autori e interpreti Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio. E infatti, tempo due anni, e quel volpone di Petro Valsecchi li contrattualizza per un film su I soliti idioti che, inaspettatamente, incassa 10 milioni e mezzo di euro pur non uscendo in un periodo di “garanzia”. Il film era terribile, un insieme mal cucito di sketch riciclati dalla tv con un’esasperazione della volgarità dettata dal pretesto di voler far satira sull’italiano medio, quindi volgare. Tempo un anno e spunta il sequel, I 2 soliti idioti, leggermente superiore perché narrativamente più compatto, ma fatto della stessa pasta del precedente. Il film esce a Natale (quindi periodo di garanzia massima) e presenta un budget ben più consistente, ma si comporta peggio al botteghino, non arrivando neanche a 9 milioni d’incasso totali.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Scopri i nuovi peccatori nelle prime clip di La Solita Commedia – Inferno

Dopo avervi proposto il trailer di La Solita Commedia – Inferno (qui), il nuovo film che porta al cinema i “Soliti Idioti” Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio, ecco arrivare cinque esilaranti clip dal film che ripropone in maniera comica e dissacrante una “nuova” Divina Commedia dantesca. 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

I Soliti Idioti rifanno Dante: ecco il trailer di La solita Commedia – Inferno

Avevamo lasciato Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio in viaggio nel tempo nel delirante finale di I 2 Soliti Idioti, film che poi non ha avuto seguito (almeno per ora) visti i risultati sotto le aspettative che realizzo a Natale di due anni fa. Ma i Soliti Idioti televisivi ci riprovano al cinema con una personalissima rivisitazione dell’Inferno dantesco con La Solita Commedia – Inferno, di cui oggi la Warner Bros. ci mostra il trailer ufficiale.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)