Archivio tag: Notorius Pictures

Copperman, la recensione

«Sventurati i popoli che hanno bisogno di eroi».

Così recitava il drammaturgo tedesco Brecht nella prima metà del novecento e chissà cosa avrebbe detto o pensato oggi che la febbre da eroe, anzi “supereroe”, sta dilagando in tutto il mondo. Se è vero che non si contano più i cinecomics d’oltreoceano è bene notare come, a poco a poco e in maniera molto timida, anche in Italia si respira questa volontà di creare un paladino mascherato. Così, dopo lo sconcertate ragazzo invisibile di Salvatores e il ben più interessante superuomo di Mainetti, arriva un terzo supereroe mascherato che ha il volto di Luca Argentero. Corazzato fino ai denti con un’armatura di rame e armato di razzi segnalatori, questo nuovo combattente italiano si muove silente fra le stradine di un piccolo comune umbro per difendere i più deboli e sconfiggere i prepotenti. Signori e signore, ecco a voi Copperman.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Ben is Back, la recensione

Ben Burns è un diciannovenne che sta cercando di disintossicarsi. La mattina della vigilia di Natale, il ragazzo decide di uscire dalla comunità per fare una visita inaspettata alla sua famiglia e passare con loro le festività. Vedendolo arrivare, l’intera famiglia resta interdetta. Holly, la madre, lo accoglie subito a braccia aperte mentre la sorella minore  Ivy e il patrigno Neal temono, sin da subito, che il ragazzo possa portare solo scompiglio e problemi. Ma Holly decide di fidarsi di suo figlio e così accetta di lasciarlo rimanere in casa ma ad una sola condizione: per le successive 24 ore lei dovrà controllare ogni mossa ed ogni spostamento del ragazzo. Nessun momento di privacy è concesso. Sopraggiunta la sera, di ritorno da una festa natalizia in chiesa, la famiglia Burns scopre che qualcuno si è intrufolato dentro casa saccheggiando l’abitazione e portando via l’amato cane. Un chiaro messaggio intimidatorio legato al ritorno di Ben in paese e lasciato da qualcuno che ha ancora dei debiti in sospeso. Durante la notte, Ben e sua madre Holly si mettono alla ricerca del loro animale immergendosi in un mondo ostile e marcio che per nessuna ragione deve ostacolare il percorso riabilitativo di Ben.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Kevin Costner presenta a Roma Criminal [Foto]

Kevin Costenr è pronto a mostrare il suo “lato oscuro” in Criminal, un action/thriller con innesti fantascientifici prodotto dalla Millennium Films di Avi Lerner, in uscita il 13 aprile (in 300 copie) grazie a Notorious Pictures.

Per promuovere il film in Italia, lo stesso Kevin Costner, insieme al regista Ariel Vromen, hanno incontrato la stampa a Roma spiegando il loro punto di vista su una vicenda delicata che implica l’innesto della memoria, il terrorismo e la trasportabilità delle emozioni.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Left Behind – La Profezia, la recensione

Tornata a casa per festeggiare il compleanno del padre Rayford, Chloe scopre che quest’ultimo, pilota di volo, è stato chiamato per un’emergenza al lavoro e non potrà essere presente.

Consapevole che il rapporto tra i genitori è entrato in crisi in seguito a un ossessivo avvicinamento della madre alla religione, la ragazza decide di aspettare il padre in aeroporto prima della partenza per avere un confronto con lui. In questa occasione deduce che questi ha un flirt con una delle hostess. Fa inoltre conoscenza con Buck, un giovane e famoso reporter che deve partire con lo stesso volo del padre.

A circa tre ore dal decollo milioni di persone in tutto il mondo, compresi alcuni passeggeri dell’aereo, scompaiono contemporaneamente e inspiegabilmente, lasciando gli altri nel caos e nella disperazione.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 2 voti)

Mune – Il Guardiano della Luna, la recensione

Il magico mondo dell’animazione può contare non solo su un nuovo piccolo eroe, il fauno turchino Mune, ma anche su un team creativo inedito e con buone frecce al proprio arco. Parliamo dell’animatore Alexandre Heboyan, che, dopo aver militato con successo alla DreamWorks Animation, ha unito le forze con Benoît Philippon (regista del film live action Lullaby for Pi) per scrivere e dirigere Mune – Il guardiano della Luna: gioiellino d’oltralpe nelle nostre sale, dal 5 febbraio, grazie a Notorius Pictures.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +8 (da 8 voti)

Italo, la recensione

Che il migliore amico dell’uomo sia un asso vincente anche sul grande schermo, non è certo una novità. Basti pensare alla fortuna riscossa, presso grandi e piccini, dalle peripezie del gigantesco San Bernardo Beethoween nell’omonima serie di film o dal più recente Belle e Sébastien. Tuttavia, la straordinaria peculiarità delle pellicole incentrate sui nostri pelosi amici a quattro zampe è che spesso sono tratte da vicende realmente accadute. Eccoci, quindi, appassionarci alla struggente storia di Hachikō e commuoverci con Io & Marley. Ma non è tutto; grazie a Notorius Pictures, è approdato sui nostri schermi anche un altro fatto di cronaca, stavolta tutto italiano, con protagonista un cane. Siamo a marzo del 2009 quando, a Scicli (Ragusa), si verifica una tragica circostanza: un branco di cani randagi uccide un bambino. Questo portò all’allontanamento dalle strade di tutti i cani senza padrone, fin quando un meticcio color miele, ribattezzato dalla comunità Italo Barocco, non riuscì a superare la diffidenza e conquistarsi l’affetto degli abitanti del Paese.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +7 (da 7 voti)

Roma 2014. Lo Sciacallo – Nightcrawler, la recensione

In una Los Angeles prevalentemente notturna si dipana l’adrenalinica vicenda di Lo Sciacallo – Nightcrawler: Lou Bloom, interpretato da un magistrale Jake Gyllenhaal, è un ladruncolo che vive di espedienti. La svolta arriva quando assiste per caso ad un incidente stradale e all’arrivo di un cameraman che riprende il tutto. Decide di tuffarsi nel feroce mondo della cronaca nera, aiutato dalla fredda lucidità che lo caratterizza e dalla dirigente di un notiziario, Nina (Rene Russo). Le sue capacità lo porteranno a spingersi sempre più oltre, fino ad interferire nelle indagini di un cruento omicidio.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 9.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

La Spia – A Most Wanted Man, la recensione

La spia – A Most Wanted Man è stato presentato durante l’ultimo giorno di proiezioni al Festival Internazionale del film di Roma, nella sezione Gala. Figlio di un certo cinema che predilige la struttura narrativa all’azione vera e propria, l’ultimo lavoro di Anton Corbijn si è da subito fatto notare per la grande produzione alle spalle e per il cast da capogiro che vi ha preso parte. Ma ciò che conta e, allo stesso tempo, rammarica di più, è che questo sia l’ultimo lavoro completato dal premio Oscar Philip Seymour Hoffman, prematuramente scomparso lo scorso febbraio.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

POSH, la recensione

Debutta oggi nelle nostre sale, distribuito da Notorius Pictures, Posh: il teen movie divenuto in men che non si dica, nel Bel Paese, l’indiscusso caso cinematografico del momento. Questo perché, si sa, a dettare le regole dello show business, e non solo per quanto riguarda il cinema, sono loro, i teenagers. Soddisfare e incontrare i loro gusti significa, infatti, garanzia assoluta di successo e ritorno economico; i giovanissimi sono avidi e instancabili consumatori di social network, appassionati adepti di fenomeni di massa e, soprattutto, hanno il potere di stabilire cosa è ‘trendy’ e cosa è ‘out’. È chiaro perché, anche per produttori e distributori cinematografici, essi rappresentino, e non a torto, la fetta di pubblico più ambita.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +9 (da 9 voti)

#PoshCastInItaly: la conferenza stampa di POSH con Douglas Booth, Sam Claflin e Max Irons [VIDEO e FOTO]

Sono giovani, belli e famosi ma, al tempo stesso, avvolti da un incredulo candore, quasi fossero inconsapevoli o, senz’altro, increduli rispetto al proprio successo. Sono i protagonisti di Posh, teen movie in uscita nelle sale italiane con la promessa di diventare un cult istantaneo. Anzi, in un certo senso, Posh è già cult ancor prima di essere stato apprezzato dal pubblico del Bel Paese, che, incuriosito dal film e innamorato dei suoi interpreti, ha fortemente desiderato che questi ultimi venissero a promuovere il film in Italia. E per realizzare il proprio intento, ha creato un vero proprio caso mediatico, facendo balzare l’hashtag #PoshCastInItaly direttamente in cima ai cinguettii più ‘caldi’ di Twitter. Un’ennesima prova, qualora ce ne fosse bisogno, di quanto oggi i social network possano profondamente incidere su strategie di mercato e scelte promozionali. Oppure, volendo interpretare tali dinamiche in maniera più ‘ingenua’ e gradevole, dell’interesse nei confronti dei propri ammiratori da parte delle star che, in questo caso, non si son fatte pregare, accettando di buon grado l’invito a volare nella Capitale e far la gioia di tante ragazzine in piena tempesta ormonale.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +5 (da 7 voti)