Rabbit School – I guardiani dell’uovo d’oro, dal 29 marzo al cinema

Giovedì 29 marzo arriverà nelle sale italiane il film d’animazione Rabbit School – I Guardiani dell’Uovo d’Oro, diretto dalla regista tedesca Ute von Münchow-Pohl e distribuito da Cloud Movie. Il film, presentato alla 47esima edizione del Giffoni Film Festival, è tratto dall’omonima serie di libri per bambini dell’autore Albert Sixtus e illustrata da Fritz Koch-Gotha

Nel film si racconta la storia di Max, giovane coniglio di città che sogna da sempre di entrare nella gang “Conigli Onda d’Urto”. Ma, a causa di un incidente con un aeroplano, Max precipita in una foresta e si ritrova in una leggendaria scuola per conigli pasquali. Al protagonista non resta che adattarsi alla vita della scuola, dove, oltre alla disciplina, i coniglietti imparano a decorare splendide uova da regalare agli umani e a proteggersi dalle volpi. Questo luogo d’altri tempi, in cui sembrano regnare l’armonia e la pace, è però in serio pericolo: una stramba famiglia di volpi escogita continuamente piani per irrompere nell’istituto ed impossessarsi della Pasqua e del preziosissimo Uovo d’Oro che appartiene ai conigli da moltissimo tempo.

Con l’aiuto della dolce coniglietta Emmi, delle lezioni della misteriosa Madame Hermine e di Fritz, il maestro della scuola, Max non impara solo la magia segreta dei coniglietti pasquali, ma anche che “casa” è dove si trova il tuo cuore e dove non “salterai” mai da solo. Basteranno questi insegnamenti per salvare la Pasqua e i suoi nuovi amici?

Rabbit School – I guardiani dell’uovo d’oro è stato presentato in concorso all’edizione 2017 del Berlin International Film Festival e ha vinto il “White Elephant” come miglior film d’animazione all’ultima edizione del Munich Film Festival nonché il premio come miglior film per ragazzi allo Zurich Film Festival 2017.

Il film sarà disponibile nei cinema in versione 3D e in versione standard 2D.

Ecco il trailer italiano di Rabbit School – I guardiani dell’uovo d’oro.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.