Archivio tag: jennifer aniston

Murder Mystery, la recensione

Se coltivate il sogno segreto di improvvisarvi detective dopo aver casualmente assistito a un omicidio, Murder Mystery vi farà drizzare le antenne (per poi farvele afflosciare… ma andiamo per gradi). A impersonare la signora Fletcher del caso abbiamo due nomi forti della commedia: Jennifer Aniston e Adam Sandler.

Audrey e Nick Spitz sono sposati da quindici anni; lei è “solo una dannata parrucchiera” appassionata di gialli, lui un agente di polizia col vizietto della menzogna compulsiva. La più grossa di tutte: aver fatto credere alla moglie di essere diventato detective, quando in realtà ha fallito l’esame ben tre volte.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Voglio una vita a forma di me, la recensione

Il 10 agosto 2018 la piattaforma Netflix pubblicò la serie Insatiable che venne incompresa e accusata di fat shaming, con tanto di petizione on line per approvarne la cancellazione; esattamente un mese dopo, lo stesso colosso dell’home video annunciò di aver comprato i diritti per la trasposizione del romanzo Dumplin (edito in Italia dalla Mondadori col titolo, appunto, Voglio una vita a forma di me) scritto da Julie Murphy, la cui trama può essere definita la “gemella buona” – anzi, body positive- di Insatiable.

Voglio una vita a forma di me, uscito il 3 maggio su Netflix, è stato presentato come il film che ogni madre sogna di far vedere alla propria figlia: è all’altezza delle aspettative?

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Sing e La festa prima delle feste: dal musicale al trasgressivo, le ultime commedie in home video

Le ultime settimane il listino home video Universal Pictures è stato invaso da novità provenienti dalla passata stagione cinematografica. Vi segnaliamo, in particolare, due commedie che si sono contraddistinte per freschezza e divertimento, ovvero la commedia musicale d’animazione Sing e La festa prima delle feste, dissacrante e caustica vicenda di rivalità, lavoro di squadra e festività natalizie.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La festa prima delle feste, la recensione

C’è un momento dell’anno in cui tutti dovremmo essere più buoni e Hollywood si colora di bianco e di rosso, sfornando commedie che celebrano il Natale e sognano di rimpinzare i grassi panciotti dei produttori. Da un po’ di anni, però, quelle commedie non sono propriamente “quelle commedie” a base di buoni sentimenti e politicamente corretto, ma in puro stile new wave della risata, si fanno inesorabilmente vietate ai minori. Gag a sfondo sessuale, personaggi che fanno uso di droghe, feste che durano tutta una notte… e tutti i valori del Natale improvvisamente svaniscono!

Dopo Babbo Bastardo (e relativo sequel), Sballati per le feste e altri titoli sapientemente centellinati nel periodo “magico”, arriva anche La festa prima delle feste, una commedia scorretta negli intenti (un po’ meno nei fatti), che ci immerge in una festa aziendale epocale, che ben presto si trasforma nel caos più assoluto.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Tutto può accadere a Broadway, la recensione

Owen Wiilson, Imogen Poots e Jennifer Aniston, diretti dal grande regista Peter Bogdanovich, hanno regalato quasi due ore di risate a tutto il pubblico veneziano con She’s Funny That Way, presentato fuori concorso alla 71esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Venezia.

Una pellicola piena di sorprese e colpi di scena, con presenze e cameo sorprendenti (vedere per credere), ma con una trama molto semplice che fa rivivere i tempi delle vecchie classiche comedy hollywodiane. “A me piace far ridere il mio pubblico!” ha esordito il regista Peter Bogdanovich in conferenza stampa. E ci è riuscito. Da troppo non si vedeva una pellicola così genuinamente divertente che strappa il sorriso in modo estremamente elegante e senza cadere in volgari clichè. Una commedia degli equivoci, come non se ne vedevano da tempo. Gag e dialoghi brillanti si susseguono su un ritmo perfetto, una pellicola che farebbe rilassare anche i cinefili più rigidi e in cerca sempre e comunque del difetto.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Cake, la recensione

Il volto e il corpo di Claire (Jennifer Aniston) sono segnati da un dolore profondo e impenetrabile. È una donna cinica e irritante, al punto da venire allontanata dal gruppo di sostegno psicologico che frequenta nel tentativo di superare il traumatico incidente che l’ha ridotta in questo stato. Inoltre, il misterioso suicidio della giovane Nina (Anna Kendrick), a sua volta membro del gruppo, si è trasformato per lei in una vera e propria ossessione, che la porta a decidere di saperne di più…

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +8 (da 8 voti)

Come ammazzare il capo 2, la recensione

A tre anni di distanza dal primo capitolo, divertente ma non memorabile, arriva nelle sale italiane il sequel Come ammazzare il capo 2. Il cast è prevalentemente il medesimo; il regista no, poiché a Seth Gordon è subentrato Sean Anders, alfiere della commedia demenziale (ha scritto, tra gli altri, Scemo & + Scemo 2 e Come ti spaccio la famiglia).
In questa nuova (dis)avventura, Nick (Jason Bateman), Kurt (Jason Sudeikis) e Dale (Charlie Day), superate le disastrose vicende pseudo criminose in cui si erano cacciati per liberarsi dei rispettivi ex capi di lavoro, decidono di mettersi in proprio e lanciare una rivoluzionaria invenzione, i cui profitti consentiranno loro di non dover mai più obbedire ad alcun superiore: il Doccia-Amico. L’idea attira l’attenzione del magnate Burt Hanson (Christoph Waltz) e del figlio Rex (Chris Pine), che propongono al trio un’offerta da capogiro.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +7 (da 7 voti)

Come ammazzare il capo e vivere felici 2: le nuove immagini e il poster del sequel!

Nick (Jason Bateman), Dale (Charlie Day) e Kurt (Jason Sudeikis) sono tornati! E con loro anche nuovi capi’, talmente insopportabili… da farli letteralmente fuori! La Warner Bros. ha diffuso online un nuovissimo poster italiano e una serie di immagini ufficiali direttamente da Horrible Bosses 2 (Come Ammazzare il Capo e Vivere Felici 2)! Dategli un’occhiata in calce…

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +3 (da 3 voti)

Venezia 71. Sfratti selvaggi, il furto del cadavere di Charlot, i pastori dall’anima nera

Prosegue il viaggio tra le visioni veneziane della 71° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica e tra i film presentati il 29 agosto ci sono temi di grande attualità, cronaca italiana e una commedia dolce/amara francese.

Tra i film in concorso, 99 Homes è uno di quelli che, per il momento, sembra aver riscosso maggior successo tra la critica. La tematica è di quelle scottanti e di grande attualità, ovvero la speculazione edilizia, lo strapotere delle banche e gli sfratti perpretati ai danni di poveracci che non riescono pagare i loro mutui. L’azione è ambientata in Florida nel 2010 e ci racconta la spietata attività di Carver, un esattore immobiliare che, per conto delle banche, esegue sfratti. Quando Carver incrocia la strada di Nash, trova in lui una vittima ma anche un prezioso alleato, un figlio putativo a cui dare una seconda possibilità e a cui lasciare una pesante e ignobile eredità.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Christoph Waltz si unisce al cast di Horrible Bosses 2

E’ ufficiale: il 2 volte Premio Oscar Christoph Waltz prenderà parte al sequel della fortunata commedia nera del 2011 Horrible Bosses (in Italia, Come ammazzare il capo… e vivere felici).
L’attore austriaco, la cui popolarità cresce esponenzialmente ogni giorno che passa, interpreterà proprio uno dei ‘capi’ del titolo che, insieme al figlio, che avrà il volto di Chris Pine (Star Trek; Into Darkness – Star Trek), darà filo da torcere ai malcapitati dipendenti Nick (Jason Bateman), Kurt (Jason Sudeikis) e Dale (Charlie Day).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)