Archivio tag: koch media

La voce della pietra: arriva in Blu-ray il dramma soprannaturale con Emilia Clarke

Nel 1997 lo scrittore romano Silvio Della Porta Raffo pubblica il romanzo La Voce della Pietra, un dramma che si tinge di mistero e ambientato nelle campagne toscane degli anni cinquanta. L’opera fa guadagnare all’autore una candidatura al prestigioso Premio Strega e, dopo aver raccolto apprezzamenti e consensi ovunque, finisce per catturare l’attenzione dei riflettori di Hollywood. Così a vent’anni di distanza dall’uscita del romanzo, La Voce della Pietra diventa un film di carattere internazionale con protagonista Emilia Clarke, beniamina di tutti coloro che negli ultimi anni hanno seguito una dieta a base di pane e Game of Thrones. In Italia, tuttavia, La Voce della Pietra arriva direttamente sul mercato dell’home video e sotto il marchio di Koch Media.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Con Koch Media la paura fa ancora 9.99! [seconda parte]

Continuiamo a parlarvi dell’interessante iniziativa La paura fa 9.99 promossa da Koch Media e mirata ad ampliare il catalogo dei film direct-to-video con sei titoli di genere, prevalentemente horror, distribuiti sia in DVD che in alta definizione Blu-ray disc al prezzo economico di 9.99€. Nella prima parte di questo speciale (che potete leggere qui) vi abbiamo parlato dei primi tre titoli, film sfiziosi e fantasiosi desiderosi di riformulare la figura dello “zombie”, adesso completiamo il discorso e veniamo  alla seconda tripletta.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Con Koch Media la paura fa ancora 9.99! [prima parte]

A distanza di un anno torniamo a parlarvi di questa interessantissima iniziativa promossa da Koch Media in collaborazione con la loro etichetta dedicata Midnight Factory e dedicata ai cultori del cinema horror. L’iniziativa consiste nella distribuzione direct-to-video di un nutrito numero di pellicole dell’orrore, sia in DVD che in alta definizione Blu-ray disc, al prezzo economico di 9.99€. Lo scorso anno, questa interessante manovra Koch Media ha portato nel nostro Paese piccole chicche come l’italiano The Blind King o lo (s)cult Seed 2. Adesso è la volta di altri sei titoli, che per praticità divideremo in due articoli, indubbiamente più appetitosi rispetto a quelli avuti la scorsa annata.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Revenge, la recensione

Il cinema di vendetta è donna, in tutti i sensi.

Revenge, nei cinema dal 6 settembre grazie a Midnight Factory, è infatti il nuovo emblema del “revenge movie” al femminile per un duplice motivo: da una parte regista e protagonista appartengono al gentil sesso, dall’altra è un magnifico revival del filone dell’horror che ha eletto la donna a implacabile e spietata protagonista che si trasforma da vittima a carnefice, il cosiddetto filone rape & revenge.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Scythian – I lupi di Ares e 2307: Winter’s Dream disponibili in Blu-ray disc

Cinema fantasy e cinema di fantascienza, due generi che – tolte le dovute eccezioni – faticano a dialogare bene con il pubblico se non supportati da corposi budget e produzioni notevoli.  Eppure, spesso e volentieri, questi due generi (soprattutto la fantascienza) sopravvivono grazie a quelle piccole produzioni low budget devote all’arte di arrangiarsi e che producono film più per il bisogno di esprimere un gesto d’amore verso quel genere d’appartenenza che per scopi meramente commerciali. Un cinema per appassionati fatto da appassionanti, evidentemente. Nelle settimane scorse, tuttavia, Koch Media ha portato sul mercato italiano del direct-to-video due piccoli film dalle grosse ambizioni. Imperfetti, sicuramente, ma non privi di sfumature davvero interessanti e perciò apprezzabili. Vi parliamo dell’ammaliante fantasy russo The Scythian – I lupi di Ares e del post-apocalittico 2037: Winter’s Dream.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Downrange in Limited Edition Blu-ray con Midnight Factory.

Midnight Factory non va mai in vacanza e così anche agosto si è rivelato un mese particolarmente ghiotto per gli amanti dell’horror e per tutti coloro che seguono l’operato di questa pregevole etichetta (che ricordiamo essere “figlia” di Koch Media) che si sta dimostrando all’altezza di coniugare nel giusto modo la quantità con la qualità. Adesso è la volta dell’interessantissimo Downrange, film dal sapore molto indie ma carico di suspance e trovate mozzafiato.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Bullet Head, il crime-action con Adrien Brody in blu-ray disc

Bullet Head si apre con un lungo piano sequenza in soggettiva. Un punto di vista anomalo, quello di un cane, che dopo essere uscito da una gabbia, viene accompagnato per i lerci corridoi di un edificio abbandonato fino a giungere in un’arena, dove ad attenderlo c’è un altro cane rabbioso e una folla scatenata pronta a fare scommesse. Un’introduzione assolutamente folgorante che ci trascina in un modo marcio (quello delle scommesse clandestine sui cani) e ci suggerisce subito la grammatica impazzita del film. Un thriller-action atipico pronto a dichiarare sin dall’incipit il suo voler essere “altro” o semplicemente “di più”. Bullet Head arriva in Italia solamente sul circuito home video, dapprima su piattaforme on demand e adesso anche in DVD e Blu-ray disc per mano della sempre attenta Koch Media.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Starry eyes e The Bride. Ecco le nuove proposte blu-ray di Midnight Factory.

In un’estate imprevedibile, che alterna senza molta logica temperature africane a improvvise bombe d’acqua, l’unica certezza è rappresentata da Midnight Factory che procede la sua avanzata nel cinema horror senza lasciarsi distrarre dal periodo vacanziero. Luglio è stato il mese di due piccole opere: Starry Eyes, interessante indie americano che ha saputo anticipare la bufera di polemiche sulle molestie che ha travolto Hollywood nei mesi passati, e The Bride, ambizioso horror made in Russia nato sulla scia delle moderne ghost-story di stampo americano. Entrambi i titoli arrivano in Italia per il solo mercato direct-to-video nella consueta edizione da collezione Limited Edition Blu-ray + Booklet.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Io, Dio e Bin Laden, la recensione

La parabola discendente che vede protagonista Nicolas Cage non accenna ad arrestarsi e proprio quando il noto attore di Ghost Rider aveva tra le mani un progetto potenzialmente interessante, gestito da persone giuste, il tutto si risolve in un fuoco di paglia che dà vita all’ennesimo “brutto film con Nicolas Cage”. Che peccato! Che peccato constatare che Io, Dio e Bin Laden (Army of One) è una commedia totalmente sbagliata, che non riesce a sfruttare neanche per un secondo l’irresistibile soggetto da cui nasce. 

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Sharknado : Alle origini di mito. In Blu-ray due documentari sulla fortunata saga.

«Gli squali funzionano ed anche i disastri funzionano. Mettili insieme e ne tirerai fuori qualcosa»

(Anthony C. Ferrante)

Per la famigerata casa di produzione e distribuzione The Asylum, che ricordiamo esser nota per la produzione di piccoli film di scarsa qualità nati per cavalcare il successo dei grandi blockbuster in uscita (i mockbuster, come sono stati soprannominati), il 2013 è stato sicuramente l’anno della svolta “artistica”. Inaspettatamente, infatti, i produttori David Michael Latt, David Rimawi e Paul Bales si sono ritrovati fra le mani il loro Ben-Hur, ossia un film dalla grossa portata produttiva (in paragone alle loro abituali produzioni) che ha avuto l’effetto di un fulmine a ciel sereno riuscendo a strappare consensi da pubblico e critica, generare un vero e proprio fandom oltre che una saga fortunata con all’attivo già cinque sequel. È Sharknado, improbabile action-horror-catastrofico capace di convertire il brutto in bello, un’opera dozzinale e senza alcun senso che è riuscita a piegare le masse ai propri piedi diventando un vero e proprio fenomeno di costume capace di radicalizzarsi nella cultura popolare odierna.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)