Archivio tag: Milla Jovovich

Giovanna d’Arco: l’opera epica di Luc Besson torna in Blu-ray

Pazza. Santa. Guerriera. Giovanna d’Arco è un personaggio unico del panorama storico, un esempio di coraggio, un simbolo di fede, una martire verso l’incoerenza della Chiesa e l’assurdità della guerra. Un personaggio tanto affascinante da essere spesso finito al centro dell’interesse della settima arte con film che hanno fatto la Storia del Cinema. Dai lavori seminali di George Méliès (1900) e Cecil B. DeMille (1916) al classico di Dreyer La passione di Giovanna d’Arco (1928), fino ai celebri Giovanna d’Arco al rogo (1954) di Roberto Rossellini e Processo a Giovanna d’Arco (1964) di Robert Bresson. Ma nel 1999 un Luc Besson all’apice della sua carriera ha voluto dir la sua sulla famosa “pulzella d’Orléans” abbracciando l’ottica del cinema epico di stampo hollywoodiano.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il reboot di Hellboy arriva in edizione blu-ray + DVD + card da collezione

Lo scorso aprile abbiamo salutato in sala con un certo entusiasmo Hellboy, scatenato reboot di quel dittico diretto da Guillermo Del Toro e tratto dall’omonimo fumetto creato nel 1993 da Mike Mignola. In un momento storico come questo, in cui il cinecomic è stato eletto a nuovo rappresentante dell’intrattenimento cinematografico (e televisivo), con miriadi di produzioni che adattano anche la più sconosciuta graphic novel, è abbastanza ovvio che tornasse sul grande schermo anche Hellboy, uno dei personaggi più originali e carismatici mai comparsi su carta stampata. Diretto dal bravo Neil Marshall (Dog Soldiers, The Descent e Doomsday) e interpretato dal simpatico David Harbour (Stranger Things), che prende il posto di Ron Perlman sotto quelle enormi corna limate, Hellboy arriva in home video in un’edizione molto curata che contiene blu-ray + DVD + una card da collezione.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Hellboy, la recensione

In un momento storico come questo, in cui il cinecomic è stato eletto a nuovo rappresentante dell’intrattenimento cinematografico (e televisivo), con miriadi di produzioni che adattano anche la più sconosciuta graphic novel, è abbastanza ovvio che tornasse sul grande schermo anche Hellboy, uno dei personaggi più originali e carismatici mai comparsi su carta stampata.

Creato nel 1993 da Mike Mignola e già portato sul grande schermo da Guillermo Del Toro nel 2004 e nel 2008, Hellboy guadagna oggi un nuovo adattamento cinematografico che è anche un vero e proprio reboot in confronto a quanto fatto da Del Toro nel dittico interpretato da Ron Perlman. Questa volta dietro la macchina da presa è stato chiamato Neil Marshall, grande artigiano di fantastici b-movie fanta-orrorifici del calibro di Dog Soldiers, The Descent e Doomsday. Un reboot che sulla carta suonava alquanto bene e che, a film pronto e confezionato, mostra scoperta la guardia a causa di vistosi problemi produttivi.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Resident Evil – The Final Chapter, in Blu-ray il capitolo conclusivo della saga tratta dai videogames

Era il 2002 quando esordì nei cinema Resident Evil, la trasposizione filmica di uno dei prodotti più celebri e apprezzati dell’allora nuova generazione di videogame. Purtroppo la delusione fu dietro l’angolo, ma non perché Residente Evil fosse un brutto film, anzi, piuttosto perché con il videogame aveva davvero pochissimo a che spartire. Preso atto di questa notevole differenza tra materia d’origine e trasposizione cinematografica, il successo al botteghino del film ha generato una saga abbastanza corposa sia per numero di capitoli realizzati che per impegno produttivo impiegato e così, dopo 15 anni, siamo arrivati a quello che dovrebbe essere il film utile a mettere una volta per tutte la parola “fine”. Tra mostri d’ogni tipo, esplosioni, sparatorie, inseguimenti e fantasiose acrobazie arriva in home video l’atteso sesto e – in teoria – ultimo capitolo della saga:  Resident Evil – The Final Chapter.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Resident Evil – The Final Chapter, la recensione

Era il 2002 quando esordì nei cinema Resident Evil, la trasposizione filmica di uno dei prodotti più celebri e apprezzati dell’allora nuova generazione di videogame. Ad aggiudicarsi l’onore (e l’onore) di questo compito era Paul W.S. Anderson, già noto al popolo di cinefili-videogiocatori per la pregevole trasposizione del noto picchiaduro Mortal Kombat e, all’epoca, nelle grazie del pubblico appassionato di horror per il bellissimo Eventhorizon – Punto di non ritorno. Purtroppo la delusione fu dietro l’angolo, ma non perché Residente Evil fosse un brutto film, anzi, la mescolanza tra horror, fantascienza e azione funzionava molto bene, piuttosto perché con il videogame aveva davvero pochissimo a che spartire.

Preso atto di questa differente direzione che Anderson aveva deciso di seguire, il successo di botteghino del film ha generato una saga abbastanza corposa sia per numero di capitoli realizzati che per impegno produttivo impiegato e così, dopo 15 anni, arriviamo a quello che dovrebbe essere il film utile a mettere la parola fine a questa saga: Resident Evil – The Final Chapter.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Resident Evil: The Final Chapter, rivelato il trailer italiano

Se ne erano perse un po’ le tracce della saga cinematografica di Resident Evil, fortunata trasposizione del grande successo videoludico della Capcom, iniziata nel 2002 per mano di Paul WS Anderson e arrivata al quinto capitolo, nel 2012, sempre per mano dello stesso regista. La serie di film action-horror sta però giungendo a termine con quello che sarà – a tutti gli effetti – l’ultimo film dedicato alle gesta della mutante Alice e Resident Evil: The Final Chapter si mostra finalmente nel primo trailer in italiano che Sony Pictures Italia ha diffuso poche ore fa.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 71. Quanto è brutta la guerra, un’amicizia speciale tra un bambino e un cane e lo Shakespeare in salsa bikers

La 71° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia si è ormai conclusa, ma continuiamo a fornirvi le nostre impressioni sui film visti al Lido con recensioni, lunghe o brevi. Tra le cose viste negli ultimi giorni c’erano Nobi – Fires on the Plain, del regista cult Shinya Tsukamoto, ormai un vero affezionato della Mostra di Venezia, Cymbeline di Michael Almereyda, che rielabora in chiave moderna l’omonima tragedia di Shakespeare, e il turco Sivas di Kaan Mujdeci.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 2 voti)

The ExpendaBelles – Le mercenarie : Robert Luketic alla regia

Pare proprio che la versione al femminile degli omaccioni in canotta lurida e dal grilletto facile, chiamati Mercenari, si farà: Deadline ha rivelato che la Millennium Films ha trovato un regista cui affidare il progetto di The ExpendaBelles. Il nome del prescelto è Robert Luketic, regista australiano di origini croate e siciliane, già al timone di film come La rivincita delle bionde, Quel mostro di Suocera, 21 e Il potere dei Soldi. La sceneggiatura porta la firma di Karen McCullah Lutz e Kirsten Smith, sceneggiatrici proprio de La rivincita delle bionde, esordio del regista nel lontano 2001. La storia sarà ambientata nel Brunei, dove le forzute signore dovranno affrontare mille peripezie.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)