Archivio tag: will smith

Aladdin, la recensione

Perseguendo con convinzione e determinazione la strada del remake, la Disney porta sul grande schermo un nuovo adattamento live action di un celebre classico che ha segnato la storia del cinema d’animazione: stavolta tocca ad Aladdin, fortunata versione disneyana del racconto Aladino e la lampada magica contenuto nella raccolta Le mille e una notte.

Aladdin è il 31° classico Disney del canone ufficiale, arrivato nei cinema nel 1992, nel pieno di quel periodo considerato “Rinascimento Disney”, diretto da due grandi artisti dell’animazione come Ron Clements e John Musker, già artefici del riuscitissimo La sirenetta (1989) e dei futuri successi Hercules (1997) e Oceania (2016). Forte di una storia appassionante che univa avventura e romanticismo, già più volte esplorata dal cinema per ragazzi con celebri lungometraggi live action che hanno di fatto costruito le basi per il cinema fanta-avventuroso, Aladdin è entrato presto nell’immaginario di un’intera generazione (e una a seguire) grazie a una sinergia di fattori, ottime musiche e un’idea matura di cinema d’animazione che ne fece immediatamente un punto di riferimento per certa narrativa cinematografica per famiglie.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Collateral Beauty: arriva in Blu-ray il dramma natalizio con Will Smith

Tutte le creature viventi sono accomunate da tre precise costanti: Amore, Tempo e Morte. Tutti vivono cercando l’Amore, hanno continuamente bisogno di Tempo e temono la Morte. Questa è la premessa da cui parte Collateral Beauty, l’ultima fatica di David Frankel (Il Diavolo veste Prada, Io & Marley) approdata sui nostri schermi ad inizio anno e accolta da pubblico e critica con una freddezza fin troppo eccessiva.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Collateral Beauty, la recensione

Il periodo che si colloca a cavallo tra la fine dell’anno appena trascorso e l’inizio di quello nuovo è costellato di diverse tipologie di film: abbiamo le commedie natalizie, italiane e non, i grandi blockbuster americani ed infine quelle opere confezionate apposta per gli imminenti Oscar… che tradotto in parole povere significa storie strappalacrime e intense dal punto di vista emotivo. A questa terza categoria appartiene senza dubbio Collateral Beauty, il nuovo lavoro di David Frankel il quale, dopo una serie di commedie leggere (tra cui ricordiamo Io e Marley, Il diavolo veste Prada e Il matrimonio che vorrei), torna alla ribalta con un dramma commovente incentrato sull’elaborazione del lutto e su come da una grande sofferenza possa riaffiorare la voglia di vivere.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Zona d’ombra: il film-inchiesta con Will Smith in Blu-ray Disc Sony Pictures

Con un’utenza di circa 120 milioni di spettatori, disposti a pagare dai 500 ai 1500 dollari per un biglietto “economico” del Super Bowl, il football americano ha un giro d’affari incredibile, che ne fa lo sport nazionale statunitense. Di conseguenza la NFL (National Football League), che è la maggiore società di football in America, ha un peso decisivo nel mondo dello sport e dello spettacolo, con la conseguenza di porsi come ente intoccabile. O meglio, quasi intoccabile, dal momento che in Zona d’ombra viene posto un alone di negatività sullo strapotere dell’NFL.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Suicide Squad, la recensione

Che la DC e la Warner stessero facendo sul serio si era già capito con Batman v Superman: Dawn of Justice, in cui l’idea di creare un universo cinematografico dedicato agli amati supereroi di carta si è concretizzata in un tentativo che molti considerano nato sull’orma del grande successo della similare operazione messa in atto da Marvel e Disney. Ora quell’universo si espande ulteriormente in un’operazione che però ha del singolare, dal momento che ad essere eletti protagonisti non sono gli iconici super “eroi” bensì le loro nemesi.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Wonder Woman, Justice League e Suicide Squad: il trinomio di eroi DC presentati al Comic-Con di San Diego

Sabato 24 luglio si è tenuto al Comic-Con di San Diego il lungo panel dedicato alla Warner Bros e all’universo DC, dove sono stati mostrati i trailer e alcune sequenze dei film che caratterizzeranno nei prossimi anni gli eroi dei fumetti della DC Comics.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Golden Butts: i 10 migliori sederi maschili del cinema

E dopo la nostra personale classifica dei 10 seni più belli della storia del cinema (che potete leggere – e ammirare – qui), è il turno di accontentare anche l’audience femminile e proporvi la Top Ten dei migliori culi maschili mai apparsi sullo schermo. C’è da ammettere che non è stato facile e che molti sono i grandi assenti ma ce l’abbiamo messa tutta per giudicare, scena per scena, quali siano i sederi più meritevoli. Diteci anche la vostra con un commento o nelle nostre pagine ufficiali di Facebook e Twitter.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 6 voti)

Il nuovo trailer italiano di Suicide Squad

La divisione italiana di Warner Bros. ha diffuso oggi alla stampa online il nuovo trailer dell’attesissimo Suicide Squad, il cinecomic che racchiude in un colpo solo un buon numero di villain della DC Comincs, con il ritorno di un inedito Joker. Uno sguardo, inoltre, il teaser poster italiano del film.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il Comic-Con trailer italiano di Suicide Squad

E’ stato al centro di una vera e propria bagarre a causa del piratamento durante l’ultimo Comic-Con di San Diego, ora il trailer di Suicide Squad arriva anche nella sua versione ufficiale italiana e noi ve lo mostriamo!

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Primo ciak per Suicide Squad: partite le riprese!

Il regista di David Ayer ha svelato, via Twitter, che sono ufficialmente iniziate le riprese di Suicide Squad, film basato sul fumetto ideato originariamente da Robert Kanigher e Ross Andru nel 1959. Ayer ha reso noto anche il nome del direttore della fotografia, ovvero Roman Vasyanov (Fury).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)