Il cinema di fantascienza rivive in Blu-ray con Ares e The Last Scout – L’ultima missione

C’era una volta nel futuro…

Se fino ad una decina di anni fa il cinema di fantascienza sembrava aver imboccato, tristemente, il viale del tramonto c’è da tirare un bel sospiro di sollievo nel costatare che negli ultimi anni il genere sta vivendo una seconda (o terza) giovinezza. Senza alcun dubbio sono stati determinanti i contributi forniti da Blomkamp, seguiti dal grosso successo – tanto di pubblico quanto di critica – della “prequilogia” de Il pianeta delle scimmie fino ad arrivare all’attesissimo Prometheus di Scott. Tutto è accaduto nell’arco di tre o quattro anni e il genere si è improvvisamente risvegliato. Che sia una coincidenza o tante azioni riflesse sta di fatto che il cinema di fantascienza sta tornando protagonista e noi non possiamo far altro che esserne entusiasti. Ora, direttamente per il mercato home video e sotto l’etichetta Koch Media, arrivano il distopico Arès e il più convenzionale The Last Scout – L’ultima missione.

Entriamo nella macchina del tempo e facciamo un balzo in avanti. Arriviamo nel 2035 e fermiamoci pure in Francia. Ci basterà poco per capire che la società francese è evoluta verso una direzione davvero poco rosea. Con oltre dieci milioni di disoccupati, la Francia fa parte ufficialmente dei Paesi poveri. Per placare le frequenti insurrezioni popolari, il Governo ha legalizzato uno sport estremo in cui lottatori ultra-dopati possono tranquillamente picchiarsi fino alla morte all’interno di apposite arene. Ares è un combattente veterano ormai fuori dal giro dei campioni che però, un giorno, si trova costretto a rimettersi in gioco: deve recuperare in poco tempo una buona quantità di soldi per poter far uscire sua sorella di prigione e l’unico modo è rientrare nelle arene. Il suo coach gli propone una droga sperimentale che può renderlo imbattibile per pochi minuti ma potrebbe anche ucciderlo. Per Ares non c’è molta scelta: è ora di combattere.

Diretto da Jean-Patrick Benes, Arès è un interessante affresco distopico che utilizza il cinema di fantascienza per esorcizzare molte paure che affliggono la Francia di oggi. Come la quasi totalità del cinema sci-fi, anche Arès è un film fortemente politico che non si limita “solamente” a delineare una società immaginaria ma prende anche una posizione ben precisa. Ne viene fuori un’operazione molto pregiata, tanto nell’ideologia che nella messa in scena, ma che purtroppo soffre di eccessiva superficialità in ogni dove. 80 minuti scarsi sono davvero troppo pochi per raccontare la futuristica società francese immaginata da Benes.

Sotto il doppio marchio Lucky Red e Koch Media, il film di Jean-Patrick Benes arriva in home video sia in DVD che in Blu-ray disc. L’edizione ad alta definizione, di cui vi parliamo, punta tutte le sue carte sull’aspetto tecnico con la speranza di riuscire a bilanciare la scarsità contenutistica (nei termini dei contenuti speciali). Quello che ci troviamo tra le mani, dunque, è un blu-ray capace di sfruttare appieno le sue potenzialità restituendo un’immagine molto nitida e ben contrastata ed un sonoro indubbiamente potente (DTS-HD MA 5.1 sia per l’italiano che per l’originale in francese). Peccato trovare un reparto extra ridotto ai minimi termini vista e considerata la sola presenza del trailer.

Rientriamo nella macchina del tempo e facciamo un altro balzo in avanti di trent’anni. Siamo dunque nel 2065. Completamente devastata dalle guerre, la Terra è ormai un luogo del tutto inospitale. I pochi esseri umani superstiti hanno inviato una flotta di astronavi nello spazio, ai confini della galassia, nella speranza di scovare un nuovo mondo da colonizzare. Dopo sette lunghi anni di viaggio, l’equipaggio dell’astronave Pegasus individua un’astronave abbandonata nello spazio. Per l’intero equipaggio della Pegasus mettere piede su quell’astronave abbandonata si rivelerà un errore fatale.

Dal 1958 (anno d’uscita del cult Il mostro dell’astronave) ad oggi, quanti film abbiamo visto con una trama simile o del tutto uguale? Sicuramente troppi! Il problema è che The Last Scout – L’ultima missione, scritto e interpretato da Simon Phillips, è uno dei peggiori. Con una storia assolutamente derivativa in tutto, Phillips fa suo un canovaccio trito e ritrito per mettere in scena un thriller spaziale che non contempla la dimensione aliena. In teoria poco male, peccato solamente che ne è venuto fuori un film inutilmente lungo (sfioriamo le due ore), soporifero e in cui non accade mai niente. Aggiungiamo picchi estremi di idiozia che vengono raggiunti con i due astronauti che, annoiati anche loro, una sera si mettono a vedere sul tablet La notte dei morti viventi di Romero. Grande esempio di fantascienza!

Sotto il marchio unico di Koch Media, anche The Last Scout – L’ultima missione  arriva direttamente sul mercato dell’home video e nella duplice opzione DVD o Blu-ray disc. L’edizione ad alta definizione, questa volta, non è propriamente delle più pregiate. Il reparto dei contenuti extra, ancora una volta, soccombe alla presenza del solo trailer ma questa volta è sul versante visivo che si evidenzia la lacuna più grande a causa di un video un po’ troppo “sbiadito” che rivela una patina grigiastra durante le sequenze più buie. Il reparto audio, invece, è sempre di qualità grazie alla traccia DTS-HD MA 5.1 sia per l’edizione originale che per quella italiana.

Giuliano Giacomelli

ARES di Jean-Patrick Benes

Label: Lucky Red e Koch Media

Formato: Blu-ray disc (disponibile anche in DVD)

Video: 1080p HD 2.35:1  24fps

Audio: Italiano e Francese 5.1 DTS-HD Master Audio

Sottotitoli: italiano

Extra: Trailer

THE LAST SCOUT – L’ULTIMA MISSIONE di Simon Phillips

Label: Koch Media

Formato: Blu-ray disc (disponibile anche in DVD)

Video: 2.35:1  (16:9)

Audio: Italiano e Inglese 5.1 DTS-HD Master Audio

Sottotitoli: italiano

Extra: Trailer

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.