Archivio tag: al pacino

Paterno, uno scandalo all’americana nell’ultimo film di Barry Levinson

Tra gli ospiti internazionali dell’edizione appena conclusasi del Festival di Karlovy Vary segnaliamo Barry Levinson, protagonista di una mini-retrospettiva di tre film: l’imprescindibile Rain Man (1988), il satirico Sesso & potere (1997) e il recentissimo Paterno (2018), un tv movie HBO trasmesso la prima volta lo scorso aprile e già disponibile in Italia su Sky.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Scarface rivive in Blu-Ray con un’edizione da collezione Steelbook

Nonostante la sua indole da “cattivissimo”, è riuscito a farsi amare più di qualunque altro eroe, fino a diventare una vera e propria leggenda. Stiamo parlando di Tony Montana, il noto gangster creato da Oliver Stone, immortalato sul grande schermo dal genio di Brian De Palma e il cui volto inconfondibile è quello di Al Pacino.

Indiscutibile pietra miliare del gangster-movie e inserito, nel 2008, dall’American Film Institute al 10° posto dei migliori film gangster americani di tutti i tempi, Scarface rivive in alta definizione con una edizione steelbook per veri collezionisti messa sul mercato da Universal Pictures Home Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Wilde Salomé, la recensione

La carriera di Al Pacino regista cinematografico è estremamente coerente nonché controcorrente, così maniacalmente legata al teatro, sua passione da sempre. Il suo esordio, infatti, risalente al 1996, fu con Riccardo III – Un uomo, un Re, reportage del lavoro che c’è stato dietro il suo tentativo di portare al teatro il Riccardo III di Shakespeare. Anche Chinese Coffee, del 2000, è un’operazione meta-teatrale fortemente personale e ora Wilde Salomé replica l’esperienza prendendo come punto di riferimento la Salomé di Oscar Wilde.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 71. The Humbling, la recensione

Hemingway aveva le braccia più lunghe!”, afferma Simon Axler, il protagonista di The Humbling interpretato da Al Pacino, dopo aver tentato goffamente il suicidio usando un fucile come il leggendario scrittore. Un Al Pacino sul viale del tramonto, quindi, ma solo sul grande schermo.

Questo Festival del Cinema di Venezia 2014 sembra seguire il tema dell’attore in decadenza, non a caso, dopo Birdman, ecco che in questa pellicola Al Pacino si ritrova ad essere un famosissimo attore teatrale vecchio e stanco che crede di aver improvvisamente perso tutto il suo grande talento e che si ritira a vita privata dopo essersi gettato dal palco nel pieno di una performance. Da quel momento in poi, Simon è solo e disperato, l’unico suo pensiero è il suicidio. Nella sua vita, però, entra una giovane donna omosessuale, figlia di una sua vecchia collega, che gli confessa di aver sempre avuto una cotta per lui. Grazie a lei, Simon riesce a ritrovare la forza di vivere e di ritornare sul palco.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Al Pacino: “Io in un film Marvel? Chissà…”

Anche le leggende del cinema hanno un debole per i supereroi. Ne sa qualcosa l’inossidabile Al Pacino, incontrato pochi giorni fa al Festival di Venezia, dove ha sfoggiato un insolito look da rock star e come tale è stato accolto da uno stuolo di fan adoranti (cliccate QUI per saperne di più). Il protagonista di Scarface e Carlito’s Way, intercettato da Deadline, si è lasciato andare ad alcune sorprendenti dichiarazioni, relative tanto all’attesissimo film Guardiani della Galassia che alla sua eventuale partecipazione a un prossimo cinecomic Marvel.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +3 (da 3 voti)

Venezia 71. Conferenza stampa con Al Pacino

Il 30 agosto è stato il Pacino-Day alla 71° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Ben due sono stati i film presentati con l’attore che interpretò Tony Montana in Scarface: Manglehorn, che è in concorso, e The Humbling, messo nella sezione fuori concorso. Per l’occasione Al Pacino ha tenuto la conferenza stampa relativa ad entrambi i film e noi qui vi riportiamo le sue considerazioni su Manglehorn e quelle del regista David Gordon Green e dell’attore co-protagonista Chris Messina.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 71. La vecchiaia di un mastro di chiavi, la ricerca di riscatto di un ex soldato e il torture porn che viene dall’Austria

Ancora proiezioni lagunari alla 71° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, con due film in concorso e un terzo della sezione Orizzonti. Parliamo di Manglehorn di David Gordon Green con Al Pacino, Loin des hommes, escursione di Viggo Mortensen nella cinematografia francese e il torture porn austriaco Ich Seh, Ich Seh (Godnight Mommy).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

HOME VIDEO CON KOCH MEDIA: UOMINI DI PAROLA, DRIFT, RAMPAGE

Per Koch Media l’annata 2013 si è conclusa in maniera piuttosto notevole e variegata per ciò che concerne il mercato dell’home video. Ancora una volta, Koch Media dimostra di avere grande interesse nei confronti della “scelta” così da arricchire il proprio catalogo con titoli molto differenti tra loro capaci di accontentare quanti più palati possibili. Tra il mese di Novembre e Dicembre ha distribuito in DVD e Blu-ray Disc Uomini di parola, Drift – Cavalca l’onda e Rampage.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)