Archivio tag: sequel

Mamma mia – Ci risiamo!, la recensione

Bando ai preamboli, iniziamo col rispondere onestamente alle domande che la maggior parte degli spettatori, inevitabilmente, si pone sin da quando sente parlare per la prima volta del sequel di un film a lui caro. Sarà all’altezza del primo capitolo? Le mie aspettative (ammesso che debba riporne) verranno deluse? È il caso di investire (non) pochi euro per la proiezione in sala o meglio conservarli per un aperitivo con buffet? Offrire un feedback soddisfacente per tutti i gusti è un’impresa probabilmente impossibile, ma tenteremo di fornire qualche valida chiave di lettura.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Jurassic World – Il Regno Distrutto, la recensione

Odiato da qualcuno, amato dai più, Jurassic World ha rilanciato in pompa magna il mito dei dinosauri al cinema dando continuazione al capolavoro di Steven Spielberg e ai suoi sequel e infrangendo diversi record fino a piazzarsi – attualmente – al quinto posto tra i maggiori incassi della storia del cinema. Ma quel blockbuster macina-botteghini faceva parte di un progetto ben più ampio che comprende una trilogia, idea preventivata dagli sceneggiatori Rick Jaffa e Amanda Silver e, ovviamente, affidata alla risposta del pubblico. Risposta che, come sappiamo, è andata oltre le più rosee aspettative garantendo il semaforo verde al progetto nella sua interezza. Ed eccoci giunti tre anni più tardi e con una consapevolezza d’intenti maturata nel più limpido dei progetti cinematografici a parlare di Jurassic World – Il regno distrutto, che porta a un livello successivo sia il viaggio iniziato con Jurassic World che l’esperienza “giurassica” nel suo complesso.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Will Ferrell e Mark Wahlberg ancora insieme in Daddy’s Home 2, disponibile in Blu-ray

Will Ferrell e Mark Wahlberg non sono una coppia nuova al cinema. Nel 2010 ci avevano divertito, e nemmeno poco, con il demenziale Poliziotti di riserva, un buddy-movie tutto da ridere pronto a parodizzare il cinema poliziesco hollywoodiano. Una “coppia” troppo vincente per non essere sfruttata nuovamente e così, nel 2016, i due si sono trovati a lavorare ancora insieme nell’altrettanto divertente Daddy’s Home. Per la serie “non c’è due senza tre”, vi parliamo oggi di Daddy’s Home 2, terzo duello a suon di battute tra il comico Ferrell e l’action-man Wahlberg, adesso disponibile in home video grazie a Paramount e i canali distributivi Universal Pictures Home Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Pacific Rim – La rivolta, la recensione

Quando nel 2013 arrivò nei cinema Pacific Rim, un po’ tutti abbiamo gridato al miracolo. Merito di Guillermo Del Toro, che era riuscito a trasformare in un instant-cult un “giocattolone” che in mano ad altri sarebbe potuto essere un clone meno concitato di Transformers. Eppure lo spirito affettuosamente nerd che animava l’operazione, mirata ad omaggiare quell’immaginario nipponico fatto di robottoni e creature mostruose giganti, ha generato uno dei più divertenti, auto-ironici e intelligenti monster-movie degli ultimi anni. Il successo non eclatante ma comunque proficuo del film ha spinto Legendary Entertainment a mettere in cantiere un sequel, inizialmente affidato allo stesso Del Toro, ma poi passato nelle mani dell’esordiente (al cinema) Steven S. DeKnight.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Insidious – L’ultima chiave, la recensione

Con il terzo capitolo della saga horror Insidious, arrivato nei cinema nel 2015, abbiamo fatto un piccolo balzo indietro nel tempo, dal momento che l’uscita di scena della medium Elise Rainier e la conclusione della storyline della famiglia Lambert avevano chiuso ogni possibilità di proseguire la saga. Con Insidious – L’ultima chiave si persegue proprio la volontà di aggiungere tasselli all’immaginario macabro della saga seguendo i casi della rediviva Elise Rainier in una storia posta temporalmente prima gli eventi dei primi due Insidious e subito dopo quelli del terzo. Un po’ come si trattasse della saga “cugina” The Conjuring, quella di Insidious snocciola quindi casi di infestazione demoniaca ponendo come protagonisti non più le vittime ma gli specialisti del paranormale che vengono chiamati a debellare la minaccia, ovvero la su citata parapsicologa Elise e i suoi due simpatici assistenti Specs e Tucker, che formano la Spectral Sightings.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 2 voti)

Jumanji: Benvenuti nella giungla, la recensione

Quella di Jumanji è la storia di un cult per ragazzi, un film che è riuscito a sopravvivere alla crescita del suo pubblico di allora e ai progressi della tecnologia che oggi ne fanno apparire gli effetti visivi datati. Perché Jumanji riusciva a parlare efficacemente al suo pubblico (ma anche agli adulti), ha i giusti tempi cinematografici, personaggi con cui è facile empatizzare e una storia coinvolgente; tutti elementi che ne hanno fatto, alla sua uscita nel 1995, un ottimo successo al botteghino e ancora oggi viene ricordato con piacere come una parentesi felice del fantasy cinematografico hollywoodiano.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Saw: Legacy, la recensione

Nel 2004 un giovane James Wan esordiva alla regia con un thriller indipendente che era destinato a cambiare per sempre la sua carriera e il mondo del cinema di genere. Di fatto Saw – L’enigmista ha il merito (o la colpa, dipende dai punti di vista!) di aver lanciato un filone che le testate specializzate avrebbero chiamato con fare audace “torture porn”, ovvero quel genere di film che si contraddistinguono per l’esibizione compiaciuta della tortura. Ma il paradosso è che il primo capitolo di quella che sarebbe poi diventata una delle saghe più fortunate e influenti del genere non mostrava chiaramente le torture di Jigsaw, il gore e lo splatter che sarebbero diventati fondamentali nei film successivi erano elargiti con una tale parsimonia che si fatica a inserire Saw nel macrogenere horror. Eppure oggi conosciamo Saw come uno dei più rappresentativi horror del 21°secolo e il carismatico Jigsaw interpretato da Tobin Bell alla pari di veri boogeymen come Freddy Krueger, Jason Voorhees e Michael Myers.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Cars 3, la recensione

Saetta McQueen torna al cinema più agguerrito che mai nel nuovo lungometraggio Disney Pixar, Cars 3, diretto da Brian Fee al suo primo lavoro da regista e storico animatore e autore degli storyboard della casa di Topolino.

Sono passati più di 10 anni dal primo capitolo della saga, Cars – Motori Ruggenti, e per tutto questo tempo Saetta McQueen è rimasto sempre in cima alle classifiche di tutte le gare a cui ha partecipato, ha vinto 5 Piston Cup ed è diventato l’idolo delle folle, consacrandosi come il più veloce delle piste. Ma la gloria non può durare per sempre, in Cars 3, infatti, il rossissimo protagonista si trova a fare i conti con i tempi che cambiano e a scontrarsi con auto da corsa di nuova generazione che cominciano a fargli mangiare polvere ad ogni gara. Tra questi, l’altamente tecnologico Jackson Storm che, grazie a tecniche innovative di allenamento e nuovi optional super performanti, è quasi invincibile, tanto da rendere Saetta obsoleto, come tutti gli altri suoi colleghi che pian piano si ritirano dalle corse. Disperato e demoralizzato, Saetta ce la mette tutta ma, in un tentativo disperato, è vittima di un terribile incidente che potrebbe mettere fine alla sua carriera.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

La maledizione di Samara è tornata! The Ring 3 in Blu-ray

Samara è tornata ed è anche piuttosto minacciosa! The Ring, uno dei film horror più celebri e di successo del terzo millennio, aggiunge un tassello alla sua saga e arriva a quota tre… The Ring 3 è un sequel fin troppo tardivo e per questo, forse, ha pagato il suo relativo flop al botteghino, ma vale la pena dargli un’occhiata per capire come è stata aggiornata la vicenda della maledizione che si trasmette(va) tramite un VHS. Per farlo non c’è niente di meglio che l’uscita in home video del film, che arriva nelle nostre case grazie a Universal Pictures e Paramount in DVD, Blu-ray Disc e in un cofanetto che comprende tutti e tre i film americani.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Cattivissimo me 3, la recensione

Sono passati ben 10 anni dalla prima comparsa di Gru e i suoi Minions sul grande schermo con il primo capitolo di Cattivissimo Me e dopo essere diventato uno dei più grandi successi nel cinema d’animazione con il secondo capitolo, e una parentesi dedicata esclusivamente ai gialli e simpatici Minions nel 2015, arriva, il prossimo 24 agosto, Cattivissimo Me 3.

Diretto, ancora una volta, da Pierre Coffin con l’aiuto di Kyle Balda, con il quale ha già collaborato per il film I Minions, Cattivissimo Me 3 riprende le fila dei precedenti capitoli dell’Illumination e vede Gru e Lucy alle prese con il tragico licenziamento dalla AVL (Anti-Villain League), per la quale lavoravano ormai da tempo, per la mancata cattura del criminale Balthazar Bratt. La parte difficile sta nel dire alle piccole Margot, Edith e Agnes la verità e metterle al corrente delle difficoltà che dovranno affrontare, ma una sorpresa è già lì che aspetta Gru: la scoperta di un fratello gemello, Dru, biondissimo e ricchissimo, che proverà a riportare Gru sulla “cattiva” strada.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)