Archivio tag: il trono di spade

La mia vita con John F. Donovan: in blu-ray l’ultimo film di Xavier Dolan

Lo scorso giugno abbiamo accolto nelle nostre sale – sotto il marchio Lucky Red – l’ultima fatica del giovane cineasta canadese Xavier Dolan. Un’opera arrivata tre anni dopo il suo film precedente, l’interessantissimo E’ solo la fine del mondo, e sicuramente “importante” all’interno della filmografia di Dolan in quanto primo film scritto e realizzato in lingua inglese. Eppure La mia vita con John F. Donovan non ha trovato da parte di pubblico e critica quel consenso sperato ed è stato considerato all’unanimità il primo vero “inciampo” artistico nell’invidiabile filmografia di un giovanissimo portento della Settima Arte. Adesso La mia vita con John F. Donovan arriva finalmente in blu-ray disc sotto il duplice marchio Lucky Red e Koch Media con la speranza di essere rivisto, rianalizzato e rivalutato.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Femme fatale e festini di sangue in DVD con Josie e Blood Fest

Quando CG Entertainment e Minerva Pictures collaborano possono accadere cose davvero interessanti e inaspettate. Spesso vengono riesplorati (o rispolverati) intramontabili cult del passato mentre altre volte, come in questo caso, ci viene data la possibilità di veder approdare sul nostro mercato piccolissimi film di genere che forse mai sarebbero arrivati sul mercato italiano con altri distributori. Questo mese, per la combo CG-Minerva, vi parliamo dell’intrigante thriller Josie e dello scanzonato horror Blood Fest. Entrambi i titoli sono da poche settimane disponibili solamente in edizione DVD.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La mia vita con John F. Donovan, la recensione

Rupert Turner è un bambino particolarmente maturo, sensibile e che sogna di fare l’attore. Vive da solo con sua madre Sam, che in un certo senso è anche la sua unica amica, e a scuola subisce spesso le angherie dei compagni che lo considerano “diverso” e lo deridono per le sue ambizioni. Rupert custodisce un segreto enorme di cui nessuno è al corrente, nemmeno sua madre. Da anni ormai, il bambino porta avanti uno scambio epistolare e di carattere squisitamente confidenziale con il divo americano del cinema e della tv John Donovan. Nelle lettere che John scrive a Rupert rivela quanto sia difficile vivere sotto i riflettori, essere un personaggio pubblico e dover nascondere il proprio “essere” per evitare il rischio di deludere ammiratori e fan. Una mattina come tante, in trepida attesa per l’arrivo di una nuova lettera di John, Rupert apprende dal notiziario che il suo amico di penna è stato ritrovato nel suo appartamento morto suicida. Sgomento, tristezza e solitudine attanagliano Rupert che si vede privato, improvvisamente, di quell’unica cosa che lo rendeva orgoglioso.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La prima stagione di Britannia disponibile in Blu-ray disc

Nel 2018 è accaduto qualche cosa di molto importante per ciò che riguarda il mondo delle serie televisive: per la prima volta, dopo molti anni, c’è stato un “fermo” per la serie-traino Il Trono di Spade. Nulla di allarmante, certo, stiamo parlando di un’interruzione ben ponderata e strategica utile ad incrementare l’attesa per l’ottava e conclusiva stagione, già programmata per il 2019. La chiusura di una serie come Il Trono di Spade non può che corrispondere al tramonto di una fase molto importante per lo spettacolo seriale, un arco temporale durato quasi dieci anni e che ha generato una nuova tipologia di spettatori “nerd”. Si tratta di un pubblico assetato di fantastorie, intrighi di potere e malsane relazioni tra “famiglie” calati in remoti regni o periodi storici, il tutto contemplando rigorosamente elementi legati al mondo della magia o del fantastico. La Storia, dunque, si fonde con il Magico così che la realtà diventa un tutt’uno con l’occulto e l’incredibile.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il Trono di Spade: il cofanetto Blu-ray della settima stagione

Il fan de Il Trono di Spade si trova in questi mesi in un’astinenza forzata che lo costringe lontano da Westeros fino al 2019, anno in cui l’ottava e ultima stagione dell’amata serie tratta dai romanzi di George R.R. Martin approderà sugli schermi. Un’attesa spasmodica che, in questi giorni, si è colorita di un nuovo dettaglio: l’annuncio che dal 2020 la HBO potrebbe esordire con una stagione prequel dell’amatissima saga fantasy. Date troppo lontane e per attenuare la frustrazione l’unico modo è il rewatch selvaggio, favorito dall’uscita in home video della settima stagione della serie, distribuita in questi giorni in DVD e Blu-ray Disc da Warner Bros. Home Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 2 voti)

La Fratellanza, la recensione

Il cinema carcerario è un filone praticato da majors e realtà più indipendenti con cadenza periodica, a testimonianza che riesce a risultare sempre di tendenza senza la necessità di cavalcare essenzialmente nessuna tendenza. In questi ultimi mesi, poi, grazie al successo di critica di pubblico della miniserie di HBO The Night Of, questo genere ha guadagnato popolarità anche sul piccolo schermo, consacrandolo su un’audience ancora più vasta. In questo panorama, senz’altro positivo per il prison-movie, va ad inserirsi La Fratellanza, solido dramma carcerario (ma non solo) che riesce a fornire una visione originale sul genere.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

2:22 – Il destino è già scritto, la recensione

Looper, Predestination, Triangle, Source Code, Edge of Tomorrow, Prima di domani… Cosa hanno in comune tutti questi titoli che viaggiano sui binari della fantascienza? La tematica del “loop temporale”, che mai come in questi ultimi anni sembra essere stato eletto a macro-filone dello sci-fi cinematografico da piccole e grandi produzioni internazionali. Al folto gruppo di cui sopra sono elencati solo alcuni titoli, si va ad aggiungere 2:22 – Il destino è già scritto un – relativamente – piccolo film che parte dalla tematica del loop temporale per spostarsi progressivamente in altri lidi della fantascienza spirituale. Che detto così potrebbe far pensare a un qualche cosa di innovativo e profondo, ma non siamo dalle parti di Donnie Darko e Cloud Atlas, proprio no, invece 2:22 – Il destino è già scritto raffazzona suggestioni da altri generi senza riuscire a creare un reale fil rouge coerente e appassionante.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il Trono di Spade: cosa è accaduto nella 6×06 [Spoiler]

Stiamo ancora riprendendoci da quanto accaduto nel precedente episodio. Vorremmo soffermarci ancora sulle sorti di Hodor, ma è necessario proseguire e parlare di Blood of my blood. In esso sono concentrati diversi avvenimenti di piccola o grande portata: decisioni, vittorie e sconfitte, rivelazioni.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il Trono di Spade: cosa è accaduto nella 6×05 [Spoiler]

In questo episodio de Il Trono di Spade, intitolato The Door, gli showrunner si sentono più generosi: sebbene gli svolgimenti delle singole linee narrative procedano a rilento, hanno deciso di rispondere a due grandi quesiti sull’origine prima degli Estranei e poi di Willis. O meglio, del perché è “Hodor”. Lo fanno dedicando gran parte dello svolgimento a Bran, catapultandolo in una serie di eventi che scatenano la furia degli Estranei.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il Trono di Spade: cosa è accaduto nella 6×04 [Spoiler]

Book of the Strangeè dedicato per lo più a chi ritrova la propria famiglia, gli affetti, le alleanze. Prima fra tutte, Lady Sansa – scortata da Gendry e Brianne – ricongiunta a suo fratello Jon Snow, desidera rivendicare il proprio diritto di nascita su Grande Inverno, con o senza l’aiuto del summenzionato.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)