Archivio tag: wes craven

Omaggio a Wes Craven: Le colline hanno gli occhi II

Negli anni Ottanta, Wes Craven (e il cinema horror in generale) stava attraversando una nuova fase: esaurito il decennio più “selvaggio” dei seventies, stavano nascendo nuovi filoni e si stava codificando una nuova estetica, altrettanto sanguinaria ma più raffinata.

Gli eighties sono gli anni per eccellenza del genere slasher: Halloween di Carpenter (in anticipo sui tempi, è del 1978) e Venerdì 13 di Cunningham (1981) sono le due opere seminali insieme a Nightmare di Craven (1984), che introduce il soprannaturale. La grandezza di Craven, come di tutti i maestri del cinema, consiste anche nel saper leggere i cambiamenti socio-culturali e tradurli in immagini nuove, riprendendo elementi della tradizione horror precedente e creando qualcosa di nuovo.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Omaggio a Wes Craven: Benedizione mortale

Benezione mortale (USA, 1981) non è certamente tra i film più famosi di Wes Craven, né uno dei suoi capolavori: potremmo definirlo un “Craven minore”, anche se è meglio evitare definizioni del genere perché ogni film è a sé (di qualsiasi regista si parli) e non bisogna necessariamente confrontarlo con le opere maggiori. Deadly Blessing (questo il titolo originale) è il quinto lungometraggio di Craven: se escludiamo due opere poco conosciute come The Fireworks Woman (La cugina del prete), girato con lo pseudonimo Abe Snake, e il film per la televisione Summer of Fear, prima d’ora il regista aveva realizzato due tra i suoi film più riusciti, che sarebbero diventati col tempo due pietre miliari del new-horror, cioè L’ultima casa a sinistra e Le colline hanno gli occhi. Siamo quindi ancora nella prima fase della sua lunga filmografia, prima della sua opera più celebre Nightmare (1984) che fa da ideale spartiacque.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Omaggio a Wes Craven: Le colline hanno gli occhi

Le colline hanno gli occhi (USA, 1977) è tra i film più distintivi di Wes Craven: uno dei più celebri, riusciti, crudeli e seminali, un’opera girata durante il periodo cinematografico più “feroce” del regista.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

TFF33: The Girl in the Photographs

Accoglienza piuttosto fredda per il film di Nick Simon, che vorrebbe essere un omaggio a Wes Craven, che è anche produttore di questo film, stando a quanto dichiarato nei titoli di coda. Cosa che, se non l’avessero specificata, probabilmente nessuno avrebbe mai intuito.

The Girl in the Photographs è un horror (almeno stando a quanto riportato su Internet) che, però, non fa paura a nessuno.

Due individui mascherati, nel cuore della notte, rapiscono una ragazza che urla un po’ troppo (neanche la stessero sgozzando), le scattano una serie di fotografie e spariscono nel buio. Un momento di forte pathos e ripreso praticamente senza regia, come del resto tutto il film.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 2.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Freddy Krueger torna al cinema il 30 ottobre con Nightmare – Dal profondo della notte

Halloween porta nelle sale italiane di The Space Cinema, a trentuno anni dalla sua uscita, Nightmare – dal profondo della notte, il capolavoro di Wes Craven in programma dalle 21.00 di venerdì 30. 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Wes Craven: una riflessione personale

Wes Craven ci ha lasciati.

Stroncato da un tumore al cervello che, pudicamente, non aveva annunciato pubblicamente, il settantaseienne regista americano se ne è andato in silenzio, lasciando letteralmente in lacrime uno stuolo di fan e generazioni di cineasti che a lui si sono ispirati.

A mente fredda, a una giornata dalla scomparsa di uno dei più grandi artisti del panorama horror internazionale, vorrei abbandonarmi a una considerazione sull’argomento. Parole forse in disordine che non hanno nulla a che fare con il taglio editoriale solito di DarksideCinema, ma che rappresentano solo il dispiacere di chi il cinema l’ha imparato ad amare grazie a un autore che oggi, improvvisamente, non c’è più.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

FREDDY KRUEGER (NIGHTMARE)

FREDDY KRUEGER

Freddy Krueger, figlio di Amanda Krueger, una suora rimasta per errore bloccata in un manicomio e stuprata da più di uno dei reclusi, nacque nel 1933; venne affidato dalla madre ad un uomo che si scoprì essere un violento alcolizzato che fece trascorrere a Freddy un’infanzia terribile. A causa della sua infanzia tormentata il ragazzo fa fin da subito trasparire un animo squilibrato che lo porterà a diventare un serial killer. Tutto cominciò con l’omicidio del padre adottivo per proseguire con un’escalation di violenze ed assassinii che trovarono il loro completamento quando Freddy decise di uccidere i figli dei suoi vecchi compagni di scuola che tanto lo avevano denigrato in passato per i suoi infausti natali. Krueger venne poi imprigionato, processato e condannato per l’omicidio di 20 bambini ma, per un cavillo burocratico, il giudice non potè firmare la condanna, lasciando così l’uomo libero di violentare e uccidere di nuovo.

Darkside Cinema ti regala Freddy Krueger!

Grazie a un’iniziativa della casa editrice romana UniversItalia e, in particolare, al direttore della collana editoriale Horror Project, Daniele Francardi, diamo la possibilità ai lettori di Darkside Cinema di vincere una copia del libro Freddy Krueger – Il mito.