Archivio tag: cate blanchett

Ocean’s 8 disponibile in alta definizione blu-ray disc.

Diciassette anni fa, con Ocean’s Eleven – Fate il vostro gioco, Steven Soderbergh dava vita alla fortunata trilogia dedicata al personaggio di Danny Ocean (con il volto sornione di George Clooney). Un trittico divenuto oggi una vera istituzione se ci riferiamo a quel sottogenere cinematografico dedicato al sofisticato mondo delle truffe organizzate. Ma Danny ce lo siamo lasciato alle spalle undici anni fa con Ocean’s Thirteen, e la sua sembrava essere una storia chiusa e archiviata per sempre. In un certo senso così è stato. Adesso che Danny Ocean non c’è più il testimone passa nelle abili mani della sua sorellina Debbie, anch’essa ladra, pronta a seguire e superare le orme fraterne mettendo in atto la truffa del secolo, molto più complessa e pericolosa di quelle escogitate dal fratellone. Uscito nelle sale nel cuore dell’estate, Ocean’s 8 si è rivelato una piacevole sorpresa e – per molti aspetti – è riuscito a superare l’intera opera di Soderbergh. Adesso, grazie ai canali distributivi di Warner Bros Entertainment, il film sulle gesta criminose di Debbie Ocean arriva finalmente in alta definizione Blu-ray disc.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il mistero della casa del tempo, la recensione

C’era una volta Eli Roth, regista di proibitissimi film horror, uno dei pochi ad essersi beccato il VM18 per la distribuzione in sala in Italia per ben due volte (Hostel: Part II nel 2007, e The Green Inferno nel 2013), uno cresciuto a pane e splatter, pupillo di Quentin Tarantino e tra gli apripista dell’ormai tramontato filone del torture porn. C’era una volta e forse non c’è più perché il maggior successo economico mai realizzato da Roth è un film per bambini, Il mistero della casa del tempo (The House with a Clock in the Walls), prodotto dalla Amblin di Steven Spielberg e interpretato da re della risata Jack Black.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Ocean’s 8, la recensione

Debbie Ocean è pronta ad uscire dal carcere per buona condotta dopo cinque anni, otto mesi e dodici giorni. Un periodo relativamente lungo per Debbie, durante il quale ha escogitato al dettaglio il colpo più grande della sua vita. Una truffa assolutamente perfetta. Una volta fuori di prigione, senza perder tempo, la donna inizia a mettere in piedi una squadra infallibile, tutta al femminile, composta solo dalle migliori nei rispettivi campi. La prima della lista, ovviamente, non può che essere Lou, complice storica di Debbie, a cui si aggiunge l’esperta in gioielli Amita, la truffatrice Costance, la ricettatrice Tammy, l’hacker Palla Nove e la stilista Rose. Il colpo? Semplice! Rubare 150 milioni di dollari in diamanti dal collo della famosa attrice Daphne Kluger durante la prestigiosa – e sorvegliatissima – cerimonia al Met Gala di New York.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Knight of Cups, la recensione

Qual è il miglior modo che una pellicola ha per essere ricordata? Una trama interessante e raccontata in maniera non banale, certo. Effetti speciali rivoluzionari non avulsi dal resto del racconto, anche. Ma la cosa che, per sua stessa natura, riesce ad aver maggiore presa su noi ignari spettatori è l’immedesimazione. Nel momento esatto in cui sentiamo fisicamente di provare ciò che il protagonista sta passando nella sua più o meno lunga serie di peripezie cinematografiche, ecco che scatta verso di noi un’invisibile e infido uncino che agguanta la nostra ragione senza più mollare la presa. Peccato che il protagonista di questo film sia il male di vivere.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Carol, la recensione del Blu-Ray Disc

Lucky Red e CG Entertainment distribuiscono in home video uno dei film più acclamati e premiati dello scorso inverno. Sei nomination agli Academy Awards (tra cui miglior attrice protagonista e miglior attrice non protagonista), cinque nomination ai Golden Globe e molte altre candidature e riconoscimenti. Stiamo parlando di Carol, per la regia di Todd Haynes, melodramma in costume che racconta un difficile rapporto omosessuale tra due donne – molto diverse fra loro – della New York degli anni ’50.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Truth, la recensione

La decima Festa del Cinema di Roma apre in bellezza con l’esordio al lungometraggio di James Vanderbilt, famoso per essere lo sceneggiatore dietro film come Zodiac e The Amazing Spider-Man. Eppure, nonostante la natura di debutto, Truth è a prova di bomba, un meccanismo perfetto che funziona come un orologio. E proprio come in un orologio, anche nel film tutte le parti, essenziali ma interdipendenti, si incastrano perfettamente: di fatto la storia in sé risulta estremamente coinvolgente e la sceneggiatura la esalta, senza contare l’ottimo uso del montaggio (che risulta analitico, ma allo stesso tempo perfettamente funzionale nel suscitare la giusta emozione nel pubblico) e i due magnifici protagonisti del film: Cate Blanchett e Robert Redford.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 9.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Carol, la recensione

Bis per Cate Blanchett che, con la sua bellezza e la sua bravura, è la regina di questa decima edizione della Festa del cinema di Roma; anche se percepiamo con malumore la sua assenza che avrebbe dato quel tocco in più alla festa, possiamo consolarci con i suoi ottimi film: dopo l’apertura di Truth diretto da James Vanderbilt, la Blanchett è protagonista di Carol, pellicola firmata da Todd Haynes e già apprezzata ed applaudita al Festival di Cannes.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Cenerentola, la recensione

Quella di Cenerentola, dolce e sfortunata fanciulla dalla scarpetta di cristallo, è senza dubbio la fiaba più celebre e raccontata di sempre. Il grande schermo conta infinite trasposizioni e i più disparati adattamenti, che si tratti di aggiornamenti cronologici o di sperimentazioni di genere. Tuttavia, l’archetipo per eccellenza resta inequivocabilmente il meraviglioso classico d’animazione Disney del 1950, caposaldo dell’immaginario infantile di ciascuno di noi. Riportare oggi al cinema Cenerentola in carne e ossa, con tanto di matrigna, sorellastre e zucca incantata, è pertanto un’operazione assai rischiosa e potenzialmente ridondante. C’è davvero il bisogno dell’ennesima versione di questa bella – ma trita – storia d’amore e magia? Ebbene, dopo aver visto Cenerentola di Kenneth Branagh non c’è alcun dubbio: la risposta è sì.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +7 (da 7 voti)

Cenerentola di Kenneth Branagh: si cospira nel nuovo spot esteso!

È disponibile, in calce, uno spot di 30 secondi di Cenerentola, adattamento Disney, diretto da Kenneth Branagh, della celeberrima fiaba sulla dolce fanciulla dalla scarpetta di cristallo.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Cenerentola: il nuovo trailer italiano e il concorso di capodanno

Una delle principesse più amate di sempre, vera icona Disney, torna al cinema in una nuova versione live action: diretto dal regista candidato all’Oscar Kenneth Branagh e ispirato alla favola classica, il nuovo film Cenerentola dà vita alle immagini del film d’animazione Disney del 1950.

Oggi possiamo mostrarvi il nuovo trailer italiano del film, che sarà nei cinema italiani a partire dal 12 Marzo, e vi proponiamo un contest dedicato alle nostre lettrici, che darà l’occasione di partecipare al prossimo Ballo delle Debuttanti.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)