Archivio categorie: Notizie

37° Fantafestival: il programma completo

Come vi abbiamo anticipato qualche giorno fa (clicca qui), la 37^ edizione del Fantafestival, storica kermesse romana dedicata al fantastico in ogni sua forma, si svolgerà al Cinema Savoy di Roma dal 22 al 26 novembre, ma oltre alle succulente anticipazioni già diffuse, abbiamo altre chicche che abbiamo scoperto qualche ora fa grazie alla diffusione del programma completo.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Harry Potter e la Camera dei segreti: il film-concerto a Roma e Milano

Dopo il grande successo ottenuto dal primo mitico capitolo della saga e il sold out ottenuto in Cina, si rinnova l’appuntamento con il cine-concerto di Harry Potter, ma stavolta ad approdare sul grande schermo con accompagnamento musicale dal vivo sarà Harry Potter e la Camera dei segreti, il secondo amatissimo film – diretto da Chris Columbus nel 2002 – tratto dai romanzi di J.K. Rowling. 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Terror Take Away, il nuovo horror di Alberto Bogo

Dopo l’horror-rock Extreme Jukebox, distribuito negli Stati Uniti dalla celebre Troma Entertainment, il regista Alberto Bogo ritorna al genere col suo nuovo film, Terror Take Away!

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

37° Fantafestival: dal 22 al 26 novembre a Roma!

Dal 22 al 26 novembre avrà luogo presso il cinema Savoy di Roma la 37^ edizione del Fantafestival (Mostra Internazionale del Film di Fantascienza e del Fantastico), diretta da Alberto Ravaglioli. Un appuntamento ricco di anteprime esclusive, eventi speciali, incontri, retrospettive, dibattiti e sezioni competitive.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Broken Key: incontro con l’autore e il cast

Francois Truffaut l’ha detto meglio di tutti, in un pezzo pubblicato su Esquire verso la fine degli anni ’60: ogni regista ha ragione dal suo punto di vista. Basterebbe questo per perdonare l’ardore fondamentalista con cui Louis Nero, all’atto di presentare alla stampa il suo nuovo The Broken Key, liquida la questione:“L’idea del cinema come forma d’intrattenimento non mi ha mai preso. Il cinema esiste in quanto arte. Il mio scopo di artista è quello di sollevare delle domande, senza preoccuparmi minimamente di procurare le risposte. Propongo interrogativi e li rivolgo allo spettatore, che è libero di apprezzare il film o meno”.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

La Chiesa: partito il crowdfunding per la limited edition!

Dopo il successo delle Special Edition dei due cult di Dario Argento, 4 Mosche di velluto grigio e OperaCG Entertainment ha deciso di sorprendere i fan con un nuovo progetto START UP!: La Chiesa. L’imperdibile film di Michele Soavi, scritto e prodotto da Argento, potrà essere pubblicato in Edizione Speciale, Limitata (500 copie), Numerata e Autografata grazie al supporto dei crowdfunder. Infatti, affinché il progetto vada in stampa sarà necessario che vengano effettuati almeno 300 preacquisti tramite il servizio di crowdfunding START UP! entro il 24 novembre al seguente indirizzo www.cgentertainment.it/film-dvd/la-chiesa/f3151/ .

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

RomaFF 12. I, Tonya, la recensione

Tonya Harding è tante cose: è la pattinatrice olimpica, è l’emblema del white trash americano, è la vittima di una madre e poi di un marito violento, è colei che ha ordinato di gambizzare la sua rivale Nancy Kerring. O forse no, forse non l’ha ordinato, forse è stata un’idea del marito. Forse lei sapeva e non ha fatto nulla.

Tuttavia a Craig Gillespie, regista del biopic I, Tonya, poco importa di chi ha fatto cosa, perché l’aggressione alla Kerring diventa un pretesto per raccontare tanti altri temi, o per meglio dire troppi temi: il film si concentra infatti sulla desolazione di una provincia americana gretta e ottusa, dove non si salva nessuno, nemmeno chi, come Tonya (interpretata nel film da Margot Robbie), ha cercato un riscatto nello sport.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

RomaFF 12. Lola + Jeremy, la recensione

Jeremy (Syrus Shahidi) ha 27 anni, è un graphic designer e gestisce una singolare agenzia che crea finti alibi a fidanzati infedeli. Lola (Charlotte Gabris), 25 anni, lavora in una fumetteria, adora i supereroi e il cinema di Michel Gondry. I due innamorati creano il  video-diario giornaliero della loro storia, col proposito di riguardarlo dieci anni dopo. Ma la curiosità, si sa, è femmina. Lola, infatti, cede alla tentazione di rivedere immediatamente i contenuti video… incappando in un filmato che non avrebbe dovuto scoprire e che la porta addirittura alla decisione di rompere con Jeremy. Quest’ultimo, da quel momento, farà di riconquistarla lo scopo della propria vita.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

RomaFF 12. Abracadabra, la recensione

Periferia di Madrid. Carlos è un operaio tifoso del Real Madrid dall’indole animalesca e aggressiva. Insensibile verso sua moglie, la casalinga Carmen, e la figlia adolescente, un giorno Carlos accetta di farsi ipnotizzare durante la festa di matrimonio di un suo amico. Da quel momento la vita di Carlos cambierà: l’esperimento di ipnosi fa sì che lo spirito di uno sconosciuto, defunto 35 anni prima, entri nel suo corpo, trasformandolo in un’altra persona. Inizialmente colpita positivamente dal cambiamento di suo marito, Carmen capisce che lo spirito intruso potrebbe essere una minaccia per la sua incolumità e quella di sua figlia, così cerca un modo per scacciare il nuovo Carlos…

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

RomaFF 12. Detroit, la recensione

Che Kathryn Bigelow fosse una regista “con le palle” lo sapevamo ormai da tempo. Un’artista che ci ha regalato negli anni alcuni film magnifici, prima (e ad oggi unica) regista ad aver vinto un premio Oscar, precisamente per The Hurt Locker, nel 2010. Dopo il bellissimo Zero Dark Thirty, la Bigelow torna a raccontare una storia vera, a metà tra la denuncia sociale e la ricostruzione storica per forza di cose imprecisa e con Detroit si sofferma sulla rivolta che nel 1967 infiammò per quattro giorni le strade della città del Michigan.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)