Archivio categorie: Notizie

Mirate alla testa! I 10 migliori film sulle apocalissi zombie del post 2000

Con l’uscita in home video di Resident Evil: The Final Chapter, ultimo (e conclusivo) film della celebre e amata saga fanta-action-horror ispirata ai videogames della Capcom, ci è venuta voglia di inoltrarci in una spinosa e divertente Top 10 che riguarda il filone delle apocalissi zombie.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’uomo Ragno a Roma: la conferenza stampa di Spider-Man Homecoming

Il 6 luglio arriverà nei cinema italiani Spider-Man: Homecoming, l’atteso ritorno del simpatico arrampica muri di quartiere che, questa volta, come suggerisce lo stesso sottotitolo, torna nell’ovile, unendosi al Marvel Cinematic Universe, come già brillantemente annunciato in Captain America: Civil War. Per promuovere il film, che sarà distribuito da Sony Pictures e Warner Bros. Entertainment Italia, sono intervenuti a Roma, in conferenza stampa, il regista del film Jon Watts e il giovane interprete, Tom Holland.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Biografilm Festival 2017: i premi delle giurie

Venerdì 16 giugno 2017 si è tenuta presso il Biografilm Hera Theatre (Cinema Arlecchino) di Bologna la cerimonia di premiazione del Biografilm Festival con la consegna dei premi delle 3 giurie. A vincere il premio principale è stato To stay alive: a method, documentario sul confine sottile tra individualità, eccentricità e follia che vede nientemeno che Iggy Pop al centro del racconto come collegamento tra le varie storie. Ben due premi per Nothingwood che, oltre a ricevere la menzione speciale della giuria Opera Prima, entra nella storia del festival grazie alla vittoria del LifeTales Award da parte dell’attore Qurban Ali Afzali. È la prima volta infatti che una persona fisica e non un film vince un premio al Biografilm. Di seguito potete trovare tutta la lista dei vincitori, con il rimando agli articoli dei film di cui abbiamo parlato.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Biografilm 2017: Civiltà perduta, la recensione

Percy Fawcett è un maggiore dell’esercito britannico che nei primi anni del ‘900 scruta con una punta di invidia le medaglie appuntate sul petto dei colleghi di pari grado, in attesa della giusta occasione per dare finalmente una svolta alla sua carriera e riscattare la reputazione e il buon nome della sua famiglia. L’opportunità arriva sotto forma di un’inaspettata spedizione sul confine tra Bolivia e Brasile con lo scopo di mappare una parte sconosciuta della foresta amazzonica. Dopo alcune titubanze, Percy (interpretato da Charlie Hunnam) si butta nella prima di diverse spedizioni dove incapperà in prove concrete di un’antica civiltà in una terra che fino a quel momento si pensava fosse completamente inesplorata. La scoperta gli procura derisione da parte della Royal Geographical Society e una personale ossessione verso quella ipotetica città perduta a cui dà il nome di “Z”.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Biografilm 2017: Spettacolo, la recensione

Monticchiello è uno di quei borghetti medievali che tutti acclamano ma in cui nessuno andrebbe mai a vivere. Un ammasso di casette nella campagna senese che ospita poco più di 200 anime, l’età media piuttosto alta. Una frazione come tante in cui le giornate sono scandite da titoli di giornale fuori dalle edicole, chiacchiere da bar sulle panchine, campane in festa che richiamano alla messa. Una pigra e consueta routine che muta il suo corso quando, durante il freddo inverno, i cittadini si radunano in un’affollata sala comune per prendere un’importante decisione che segnerà in maniera determinante i mesi successivi dell’intera comunità. Da ormai mezzo secolo infatti a Monticchiello va in scena ogni estate uno spettacolo teatrale in piazza, interpretato dai residenti stessi, diventato oramai famoso come il teatro povero di Monticchiello.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Biografilm 2017: Être et Durer, la recensione

Persone con l’unico scopo nella vita se non quello di trovarsi sempre più vicini alla morte.

Lo ammetto, sono tra quegli inetti che, leggendo notizie di giovani incauti che saltano di tetto in tetto, riuscivo solo a immaginare una realtà non molto diversa da quella appena descritta. Se anche voi fate parte di questo gruppo allora probabilmente non vi farebbe male dare un’occhiata al documentario opera prima di Serena Mignani, presentato in anteprima alla tredicesima edizione del Biografilm Festival. Serena è una madre apprensiva che ha dovuto convivere con la natura vivace del figlio Lorenzo fin dai primissimi anni di quest’ultimo, segno premonitore della sua futura viscerale passione per quella disciplina che ai più è conosciuta come parkour.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Biografilm 2017: Nothingwood, la recensione

“Il cinema o la morte” potrebbe sembrare solo una pomposa citazione facilmente utilizzabile come slogan per qualche campagna marketing, ma mai come in questo caso si avvicina alla realtà. Salim Shaheen scrive, produce, dirige e interpreta film in Afghanistan da diversi decenni, spesso rischiando l’incolumità personale in un paese in cui i conflitti bellici sono purtroppo all’ordine del giorno. Superano il centinaio le pellicole che Salim ha confezionato in tutti questi anni, film di qualità molto inferiore alla media occidentale, ma pregni di una profonda passione per il cinema e realizzati con un budget quasi nullo (da qui il titolo, in opposizione agli enormi budget utilizzati per i blockbuster di Hollywood).

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Biografilm 2017: La principessa e l’aquila, la recensione

Aisholpan è una ragazza di 13 anni e fa parte di una famiglia nomade che vive nella parte mongola dei monti Altaj, una zona in cui una tradizione in particolare molto sentita viene tramandata di padre in figlio da secoli: la caccia con le aquile. Un’usanza tutta maschile in una società dove le donne sono ritenute troppo deboli per poter anche solo pensare di cimentarsi in qualsiasi tipo di attività al di fuori dei lavori casalinghi. Ma per Aisholpan la questione è diversa. Cresciuta fin da piccola con il mito dei cacciatori di aquile, decide di voler far parte di quel mondo andando contro una tradizione millenaria.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Biografilm 2017: Dopo la guerra, la recensione

Marco è un ex militante di estrema sinistra che nell’Italia di inizi anni ‘80, dopo essere stato condannato all’ergastolo per l’omicidio di un magistrato, trova rifugio in Francia grazie alla dottrina Mitterrand. Vent’anni dopo, a seguito dell’assassinio di un professore universitario rivendicato da un gruppo omonimo a quello di cui faceva parte, Marco viene accusato dallo Stato italiano di essere una delle menti dietro all’attentato, obbligandolo alla fuga per evitare l’estradizione.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Biografilm 2017: Una Mujer Fantàstica, la recensione

Marina è una donna fantastica, un’entità che ancora per molti non esiste realmente (o meglio, non dovrebbe esistere). Marina è una giovane donna trans che vive a Santiago del Cile insieme a Orlando, un uomo fatto e finito che va per i 60, di vent’anni più vecchio di lei. Un aneurisma fulminante li separa improvvisamente lasciando Marina sola nella scomoda situazione di non avere alcun vincolo legale con il suo defunto compagno di vita.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)