Archivio categorie: Notizie

Superheroes: un saggio dedicato a 6 icone dei cinecomix!

I super eroi sono attualmente i veri dominatori dell’intrattenimento. Se parlare di loro in termini fumettistici sembra una cosa ovvia, non possiamo che constatare che ormai ogni settore dell’industria culturale sia ormai appannaggio di tizi in calzamaglia con poteri sovrumani (e non). Il traguardo dei 20 titoli raggiunto dal Marvel Cinematic Universe fa del cinema uno dei media più fiorenti per ospitare i personaggi nati sulle pagine disegnate, a cui si unisce la tv, con l’incredibile successo dei prodotti Marvel-Netflix e dei supereroi DC Comics trasposti da The CW, per non parlare, poi, dell’ambiente videoludico, rivoluzionato dall’entrata del Cavaliere Oscuro con la saga della Warner Bros Interactive Entertainment a cui si è recentemente aggiunto lo Spider-Man della Insomniac Games.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Terry Gilliam racconta il suo Don Chisciotte

In occasione dell’uscita nei cinema italiani di L’uomo che uccise Don Chisciotte, ultima sudatissima opera di Terry Gilliam, in sala dal 27 settembre con M2 Pictures, il regista e showman inglese ha incontrato la stampa a Roma, nella lussuosa cornice dell’Hotel Bernini a Piazza Barberini, e ha raccontato molti interessanti aneddoti sul suo “figlio” più problematico e sulla sua visione dell’arte. Eccone un sunto.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Daitona, il trailer della dark-comedy con Ornella Muti

Ornella Muti è un’affascinante e misteriosa femme fatale nel primo trailer di Daitona, irriverente dark comedy diretta da Lorenzo GiovengaNel cast, accanto alla star italiana, il talento emergente Lorenzo LazzariniPietro De Silva (La vita è bella), Luca Di Giovanni (The startup) e Lina Bernardi (L’imbalsamatore).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Ghost Stories e Mektoub, My Love in VOD HD sul portale CG Entertainment

Dal 6 settembre è disponibile in VOD HD sul portale CG Entertainment uno degli horror rivelazione della scorsa stagione cinematografica, Ghost Stories diretto da Andy Nyman e Jeremy Dyson. Ma l’esordio nel settore del video on demand è segnato anche dalla proposta in anteprima esclusiva di Mektoub, My Love: Canto uno, l’ultimo film di Abdellatif Kechiche.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 75. Tutti i premi assegnati

Si è da poco conclusa la cerimonia di premiazione della 75esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Molti dei vincitori hanno pienamente rispettato le aspettative, altri sono stati delle sorprese, e vanno ad unirsi ai leoni d’oro alla carriera Vanessa Redgrave e David Cronenberg e al premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmaker Award assegnato a Zhang Yimou per Ying (Shadow). Di seguito tutti i premi assegnati.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 75. The Nightingale

The Nightingale è forse il film più chiacchierato di questa 75ª Mostra del Cinema di Venezia e per ragioni totalmente sbagliate.

Basta fare una piccola ricerca online per avere un quadro piuttosto pittoresco di quanto avvenuto alla fine della proiezione stampa di questo film, un fatto increscioso che ha attirato molta attenzione forse divergendola un po’ troppo dalla pellicola stessa.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 75. Toto-Leone!

Siamo ormai vicini alla chiusura di un concorso che ha regalato almeno diverse opere interessanti (di cui forse pochissime sorprendenti) e sabato 8 settembre la giuria presieduta da Guillermo del Toro assegnerà i consueti premi della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Come ogni anno, proviamo ad azzardare qualche pronostico da testimoni del festival.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 75. Zan (Killing)

È davvero difficile scrivere di Shinya Tsukamoto al Lido di Venezia, visti i precedenti del regista in laguna.  Nel 2002 vince il Gran Premio della Giuria con Un serpente di giugno, nel 2011 fa il bis con Kotoko: premio Orizzonti miglior film, premio speciale della Giuria Orizzonti. Ecco qui, quanto è difficile trattare i lungometraggi del fenomeno giapponese.

Ad ogni modo, quando arrivo in Sala Darsena vengo da tre proiezioni consecutive, ciascuna della durata di almeno un paio d’ore. Sulla necessità di tagliare mezze ore da almeno il 70% dei film in concorso meglio non parlare, è sicuramente più interessante notare come gli ottanta minuti di questa proiezione nipponica, rispecchiano un cinema sempre molto fedele alla limitazione degli sprechi di pellicola, alla cultura del “necessario”, al non volere strafare, al rimanere aderenti alle narrazioni. E nulla di più.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 75. Nuestro tiempo

Un gigantesco e luminoso toro rosso campeggia sulla veduta notturna di una città. Questa è la suggestiva immagine che vediamo sulla locandina di Nuestro tiempo, il nuovo lavoro del sempre controverso Carlos Reygadas (e che avrebbe dovuto in origine più poeticamente intitolarsi Donde nace la vida). E in effetti è un’immagine che riassume bene un conflitto centrale e che riprende un topos già incontrato nel precedente Post Tenebras Lux (il purtroppo indimenticabile Minotauro luminoso).

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 75. Capri-Revolution

Capri-Revolution è il titolo poco piacevole (decisamente meglio l’originario Capri-Batterie, che se non altro trova giustificazione nel corso del film) dell’ultima fatica di Mario Martone, che con quest’opera termina un trittico di affreschi storici iniziato con Noi credevamo e proseguito con Il giovane favoloso.

Protagonista è la brava Marianna Fontana, la star di Indivisibili che regala una nuova preziosa performance che la conferma come attrice dal futuro promettente.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)