BLACK PANTHER: WAKANDA FOREVER, la difficile eredità di Re TChalla

Black Panther: Wakanda Forever si apre con il drammatico tentativo da parte di Shuri di salvare suo fratello T’Challa da una misteriosa malattia che lo sta uccidendo. Solo i fiori a forma di cuore che N’Jadaka aveva distrutto possono salvarlo, ma tutti i tentativi per sintetizzarne una copia genetica falliscono e il Re del Wakanda muore. Continua »

Bonelli Cinematic Universe prende il via da DAMPYR

Un po’ sull’orma dei successi dei cinecomic americani degli ultimi vent’anni, soprattutto quelli che appartengono a storiche realtà editoriali come Marvel e DC, Sergio Bonelli Editore ha finalmente avviato la realizzazione di un universo mediale espanso sulle proprie IP. Il primo approdo è il cinema e a inaugurare questo importante inizio è Dampyr, lungometraggio diretto dall’esordiente Riccardo Chemello e basato sul personaggio creato nel 2000 da Mauro Boselli e Maurizio Colombo. Continua »

LA STRANEZZA: Ficarra e Picone insegnano il teatro a Toni Servillo

La “stranezza” pirandelliana che dà titolo all’opera di Andò è uno stato d’animo che affligge l’autore così come i suoi personaggi “in cerca d’autore”, proprio quei personaggi inoccupati che infestano come fantasmi gli spazi mentali (e spesso fisici) di Pirandello. Continua »

Vertigini e adrenalina nel survival thriller FALL

Con Fall ci troviamo, probabilmente, dinnanzi a uno dei film più estremi del filone survival thriller: il modo in cui il regista Scott Mann racconta l’impresa delle due protagoniste e come la mette in scena ha un che di unico per il senso di vertigine che riesce ad incutere nello spettatore. Continua »

Un vapore venefico porta alla pazzia: PIOVE

Piove è una storia di (stra)ordinaria violenza collettiva che assume connotati sempre più grotteschi fino ad inglobare i toni tipici di un horror. Continua »

Bale-Robbie-Washington: uno strano terzetto ad AMSTERDAM

Amsterdam è un film fortemente incentrato sulla scrittura. Si nota che Russell è uno sceneggiatore ancor prima che un regista e qui dichiara tutto il suo amore per le storie articolate e per i personaggi complessi, tanto da portare il suo film fino a un pericoloso breaking point, forse proprio quello che ne ha decretato l’insuccesso al botteghino in patria. Continua »

TRIANGLE OF SADNESS: meglio ridere del potere

Vincitore alla 75ª edizione del Festival del Cinema di Cannes e presentato alla Festa del Cinema di Roma nella sezione Best of 2022, Triangle of Sadness è il nuovo film del regista svedese Ruben Östlund, il primo in lingua inglese. Continua »

Dwayne Johnson è un anti-eroe della DC Comics BLACK ADAM

Nato come villain di Capitan Marvel, ovvero la prima incarnazione di Shazam, Black Adam è uno dei personaggi più atipici della DC Comics perché da cattivo a tuttotondo progressivamente acquisisce uno spessore che lo porta a trasformarsi in un anti-eroe a tutti gli effetti; quindi mosso da ragioni specifiche e in diverse circostanze nella fazione dei “buoni”, ma pur sempre un personaggio borderline che non segue le canoniche regole del supereroe. Continua »

Michael Myers e Laurie Strode nello scontro finale di HALLOWEEN ENDS

David Gordon Green e la BlumHouse hanno condotto un’operazione esemplare resuscitando e donando coerenza alla saga di Halloween, che era andata a perdersi tra troppe linee narrative, sequel, remake e reboot scadendo spesso e volentieri anche di qualità. Continua »

Un sorriso vi seppellirà: SMILE!

Cosa c’è di meglio per inaugurare l’autunno cinematografico che un bell’horror a base di maledizioni e demoni spaventosi? Quest’anno ci pensa l’esordiente Parker Finn che attinge a un suo cortometraggio di un paio di anni fa, Laura Hasn’t Slept, per costruirgli attorno un lungo dal titolo Smile, che nulla ha a che fare con l’omonimo horror di Francesco Gasperoni del 2009. Continua »

 

Guardiani della Galassia Vol. 3 si mostra nel primo trailer italiano e nel teaser poster

Anche il film Marvel Studios Guardiani della Galassia Vol. 3 è stato presentato ieri sera nel corso del CCXP22 (Comic-Con Experience 2022) di San Paolo in Brasile, nel panel di The Walt Disney Company. Kevin Feige, Presidente di Marvel Studios, ha introdotto sul palco Zoe Saldaña, che interpreta Gamora nel franchise, prima di entusiasmare i fan con il primo trailer del lungometraggio, che arriverà il 3 maggio 2023 nelle sale italiane, due giorni prima di quelle statunitensi.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Indiana Jones e la Ruota del Destino: trailer italiano e teaser poster del quinto film

In occasione del CCXP22, ovvero Comic-Con Experience 2022 che si sta tenendo a San Paolo in Brasile, The Walt Disney Company ha tenuto un panel nel quale ha diffuso il primo trailer e il teaser poster di un attesissimo titolo: Indiana Jones e la Ruota del Destino.

Il quinto film della saga Lucasfilm di Indiana Jones, che arriva a quattordici anni di distanza da Indiana Jones e il Regno del Teschio di Cristallo, è il primo a non essere diretto da Steven Spielberg che qui ha lasciato il testimone a James Mangold, regista di Logan e Le Mans 66 – La grande sfida.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Transformers – Il risveglio: il trailer italiano del settimo film della saga

Buone nuove dal fronte Transformers, dal momento che Paramount Pictures Italia ha da poco pubblicato il primo full trailer di Transformers – Il Risveglio, nuovo capitolo della saga ispirata agli immortali giocattoli della Hasbro già portati al cinema da Michael Bay ben cinque volte e una sesta con il riuscitissimo prequel/spin-off Bumblebee diretto nel 2018 da Travis Knight. 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Festeggiamo i 40 anni di Rambo con la Anniversary Steelbook Edition

Oggi Sylvester Stallone è una delle più grandi icone cinematografiche viventi, un attore amatissimo da più generazioni che ha dato al pubblico alcuni dei personaggi più celebrati degli ultimi quarantacinque anni, come gli inossidabili Rocky Balboa e John Rambo. Ma lo sapete che inizialmente non sarebbe dovuto essere Stallone a interpretare il mitico reduce del Vietnam braccato dalle autorità? Cronache produttive dell’epoca, infatti, testimoniano che le prime scelte per il ruolo erano state Robert De Niro, Al Pacino, Paul Newman, John Travolta, Dustin Hoffman, Michael Douglas, Nick Nolte e Clint Eastwood. Perfino Steve McQueen fu preso in considerazione e poi scartato perché troppo anziano per interpretare un reduce del Vietnam. Insomma, tutta la Hollywood dell’epoca era passata dal casting di Rambo, a ma spuntarla fu una scelta secondaria, Sylvester Stallone, provinato per il grande successo di critica e pubblico di Rocky. E oggi, col senno di poi, possiamo riconoscere quella di Sylvester Stallone come la più felice scelta che potesse essere fatta per questo grande personaggio.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Una notte violenta e silenziosa, la recensione

Il buon vecchio Babbo Natale lo abbiamo visto proprio in tutte le bizzarre varianti al cinema, dal serial killer psicopatico (la saga Silent Night, Un minuto a mezzanotte) al demone assetato di sangue (Santa’s Slay, Trasporto eccezionale, Krampus), passando per una versione armata fino ai denti che lavora per il Governo USA (Fatman con Mel Gibson), quella canonica ma manesca (Le 5 leggende), quella balorda (Babbo Bastardo, Fred Claus) e perfino quella rapita dai marziani (Santa Claus Conquers the Martians). Tanti modi di raccontare un personaggio del folklore trasformato in icona da una pubblicità della Coca-cola ai quali oggi si unisce un’altra sfiziosissima variante. Una nuova versione che affonda le sue radici nella mitologia norrena dando vita a un Santa Claus stanco e alcolizzato, seppur ligio al suo dovere e di buon cuore, probabilmente vicino alla fine del suo “mandato” ma che mena come un fabbro se provocato. Parliamo del Babbo Natale protagonista di Una notte violenta e silenziosa (in originale Violent Night), l’ultimo divertentissimo film di Tommy Wirkola, regista e sceneggiatore norvegese di gioiellini del cinema di genere come i due Dead Snow, Hansel & Gretel – Cacciatori di streghe e il fantascientifico Seven Sisters.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Forever Young – Les Amandiers, la recensione

Nanterre, metà degli anni ’80. La scuola Theatre Les Amandiers diretta da Patrice Chéreau ha selezionato dodici giovani attori, tra cui Stella, Etienne e Adèle. Mentre i ragazzi saranno impegnati nella preparazione del Platonov di Čhecov, le loro esistenze subiranno profondi cambiamenti: la traboccante vitalità dei loro vent’anni dovrà fare i conti con un periodo storico mitico e complicato, in cui gli spettri delle dipendenze e dell’AIDS stavano tristemente incombendo sulla società.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

The Woman King, la recensione

Siamo nel 1823 e il regno africano del Dahomey, guidato dal re Ghezo, deve difendersi dalle pressioni del vicino regno di Oyo che esige vantaggi sempre più ingenti nell’attività di scambio e commercio. La principale fonte di guadagno economico di entrambi i regni, così come di altri in Africa, è il commercio degli schiavi africani con l’Europa e, in particolare, sia il Dahomey che l’Oyo hanno un fiorente rapporto di clientela con il Portogallo. Il Dahomey, inoltre, ha un efficientissimo corpo speciale militare femminile, le Agojie, sotto la guida del generale Nanisca. Quest’ultima, che ha una grande influenza sulle decisioni di re Ghezo, suggerisce di abbandonare la tratta degli schiavi in favore della produzione e del commercio di olio di palma, una decisione mal vista dai compratori portoghesi. Nel frattempo, la giovane Nawi, che ha rifiutato di sposare un anziano e facoltoso possidente come avrebbe voluto la sua famiglia, viene mandata ad addestrarsi con le Agojie finendo presto per essere notata da Nanisca. Ma la guerra per il commercio è ormai alle porte e dal valore delle Agojie dipende la vittoria o la resa del Dahomey.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Tutti i film e le serie della Fase 4 del Marvel Cinematic Universe, dal peggiore al migliore

Con l’uscita di Black Panther: Wakanda Forever al cinema e l’approdo su Disney+ di Guardiani della Galassia: Holiday Special si conclude la Fase 4 del Marvel Cinematic Universe, un gruppo di opere apparentemente poco coese che ha inaugurato la cosiddetta The Multiverse Saga e aggiunto all’MCU le serie in esclusiva per la piattaforma streaming della Disney. È proprio da una serie, infatti, che ha preso il via questa Fase, precisamente da WandaVision, lanciata su Disney+ il 15 gennaio 2021 quando eravamo in piena emergenza Covid-19, andando in parte a modificare i piani che i Marvel Studios avevano programmato per procedere verso la creazione del Multiverso. Non molti ricordano, infatti, che il primo prodotto della Fase 4 sarebbe dovuto essere Black Widow con un importante collegamento con la serie The Falcon and the Winter Soldier, che avrebbe dovuto seguire il film con Scarlett Johansson a breve distanza. Ma la chiusura dei cinema per il lockdown e lo stop dei set per lo stesso motivo, hanno fatto si che Black Widow fosse posticipato in estate con l’anticipo dell’unica serie già pronta, WandaVision appunto.

Ora, con il quadro completo sottomano, vogliamo avanzare una classifica di gradimento di tutti i prodotti che hanno composto la Fase 4 del Marvel Cinematic Universe, dal peggiore al migliore secondo il personalissimo gusto di chi firma l’articolo. Buona lettura! 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Nope: in blu-ray l’ultimo geniale film di Jordan Peele

Lo scorso agosto, in un momento dell’anno in cui si è registrato un numero particolarmente basso di pellicole rilasciate in sala, ce n’è stata una che ha saputo catturare l’attenzione praticamente di tutti: si tratta di Nope, il terzo lungometraggio scritto e diretto da Jordan Peele. Un film capace di spaccare in modo consistente il pubblico e la critica, dividendo quelli che lo hanno trovato geniale per messa in scena e per tematica da quelli che invece lo hanno accusato di essere eccessivamente tedioso e “astratto” su diverse scelte narrative ed estetiche. Se lo avete perso in sala, o magari volete semplicemente rivederlo per maturare un’idea più lucida e precisa, Nope è adesso disponibile in alta definizione blu-ray grazie ai canali distributivi Universal Pictures.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Idee regalo di Natale: i cofanetti home video di Eagle Pictures

Per il mese di dicembre, Eagle Pictures propone una vasta scelta di novità in home video perfette per la scelta di un regalo di Natale cinefilo. In particolare, in questa sede vi segnaliamo i cofanetti da collezione che contengono raccolte di film cult e d’autore, anime in edizione limitata e le serie tv più amate di sempre. 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)