Da nemico di Spider-Man a eroe di San Francisco, arriva il simbionte VENOM!

Arriva nei cinema Venom, che racconta la storia del fotoreporter Eddie Brock e il suo incontro-scontro-fusione con la creatura aliena nota come Venom, che gli conferisce grandi poteri e una sorta di immortalità. Continua »

Stefano Sollima conquista Hollywood con SOLDADO!

Soldado – il cui titolo originale americano è Sicario: Day of the Soldado – è l’attesissimo sequel del noir/action Sicario (2015) del canadese Denis Villeneuve, e si pone come naturale prosecuzione del primo. Anzi, va oltre! Continua »

Lady Gaga protagonista al cinema: è nata una stella!

Una storia bella e commuovente, raccontata bene e con il grande punto di forza della colonna sonora, composta da pezzi originali cantati da due strepitosi Bradley Copper e Lady Gaga. Ma niente di più. Continua »

Torna lo 007 più improbabile del cinema: JOHNNY ENGLISH COLPISCE ANCORA!

A sette anni dal secondo capitolo della saga dedicata all’agente segreto inglese più incapace del mondo, arriva al cinema Johnny English colpisce ancora, diretto da David Kerr e distribuito da Universal Pictures. Continua »

THE PREDATOR: Shane Black riporta al cinema il letale cacciatore alieno

Il Cacciatore spaziale più famoso del cinema è tornato e lo fa in grande stile, abbracciando l’ottica del blockbuster. Continua »

ZANNA BIANCA: il romanzo di Jack London in un grande film d animazione

Zanna Bianca di Alexandre Espigares è quello che potrebbe essere definito un film d’animazione d’autore. Totalmente fuori le logiche di certo cinema d’animazione moderno, rispettoso verso le pagine scritte da Jack London e capace di offrire uno spettacolo adatto veramente a tutti, grandi e piccoli. Continua »

I terrificanti racconti di R.L. Stine tornano al cinema con PICCOLI BRIVIDI 2

Piccoli Brividi 2 – I Fantasmi di Halloween arriva nelle nostre sale dal 18 ottobre 2018, diretto da Ari Sandel, con Madison Iseman e Jeremy Ray Taylor che abbiamo già ammirato in IT. Continua »

Una notte buia e tempestosa... 7 SCONOSCIUTI A EL ROYALE...

Se Quella casa nel bosco era un’intelligente e ironica riflessione sui luoghi comuni del cinema horror, 7 sconosciuti a El Royale continua il discorso pop e quasi metatestuale iniziato lì, prendendo questa volta in esame il crime/pulp di ispirazione tarantiniana. Continua »

Dopo 40 anni Michael Myers è tornato ad uccidere, sempre la notte di HALLOWEEN

Una saga amatissima dai fan ma anche altalenante, che è stata capace di toccare momenti anche abbastanza imbarazzanti, tanto da spingere Jason Blum a ripartire da dove era cominciato tutto. Continua »

Il mago dell horror Eli Roth si da a un film di magia per ragazzi: IL MISTERO DELLA CASA DEL TEMPO

Ispirato a La pendola magica, primo dei dodici libri per ragazzi di John Bellairs, Il mistero della casa del tempo si ambienta negli anni ’50 e ci fornisce il punto di vista del giovanissimo Lewis, orfano di dieci anni che va ad abitare dallo zio Jonathan dopo la morte dei genitori in un incidente stradale. Continua »

Si può ridere della mafia? UNO DI FAMIGLIA ci dice si...

Stando ad una pura e semplice logica italiana la commedia funziona e la mafia funziona. Mettendo insieme i due elementi, inevitabilmente uscirà fuori qualcosa di buono. Continua »

Il crime latinoamericano non è solo Narcos, ma anche MUSEO!

Orso d’argento per la miglior sceneggiatura all’ultimo Festival di Berlino, Museo – Folle rapina a Città del Messico è l’opera seconda del messicano Alonso Ruizpalacios, classe 1978. Continua »

Il regista di La La Land racconta il primo uomo sulla luna

“Un piccolo passo per l’uomo, un grande balzo per l’umanità”, questa è l’unica licenza poetica che il Neil Armstrong di Damien Chazelle si concede in 135 minuti di film. Continua »

Fabio De Luigi e Micaela Ramazzotti nella commedia TI PRESENTO SOFIA

Continua l’avanzata dei “remake” prodotti dalla Colorado Film e così dopo Fuga di cervelli, Ma che bella sorpresa, Belli di papà e I babysitter arriva nelle sale italiane l’adattamento tricolore di una piccola commedia argentina prodotta solamente nel 2015: Se permetti non parlarmi di bambini (Sin Hijos) diretto da Ariel Winograd. Continua »

HELL FEST: il parco di Halloween con omicidi!

Proprio mentre nei cinema di tutto il mondo impazza l’ottimo Halloween di David Gordon Green, le sale cinematografiche italiane salutano l’uscita di Hell Fest, un altro fiero rappresentate del filone slasher movie, di cui proprio Halloween di John Carpenter codificò le regole. Continua »

Lisbeth Salander è tornata, ancora più combattiva: MILLENNIUM - QUELLO CHE NON UCCIDE

Millennium – Quello che non uccide è uno strano oggetto, però. Sequel, si, ma non si capisce bene di cosa. Così come il romanzo, anche il film si pone come reboot, pur dichiarando il suo appartenere a una saga. Continua »

Lo schiaccianoci rivive per mano della Disney e diventa un fantasy qualunque...

Lo schiaccianoci e i quattro regni reinventa la storia immaginata da Hoffmann e la inserisce in un contesto nuovo, perfettamente in linea con le esigenze fanta-spettacolari di Hollywood. Continua »

 

L’orrore estremo targato Midnight Factory: i blu-ray di Excision e German Angst

I più recenti film inediti distribuiti in home video da Midnight Factory appartengono curiosamente al circuito indipendente: da una parte abbiamo il cult di produzione statunitense Excision, dall’altra l’horror antologico di produzione tedesca German Angst. Due modi estremamente differenti di guardare all’horror estremo, quello dalle tematiche scabrose che non si fa problemi a mostrare immagini disturbanti ed esplicite.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Shanda’s River, la recensione

L’horror Shanda’s River (2018) di Marco Rosson è una chiara dimostrazione di come il cinema sia fatto innanzitutto di idee, e del fatto che si possano fare buoni prodotti anche in un sistema indipendente. Anzi, ultra-indipendente in questo caso, visto che Rosson – come riporta Nocturno.it – utilizza un budget irrisorio, girando 88 scene in soli 9 giorni complessivi di riprese. Cast artistico e tecnico sconosciuto al grande pubblico, effetti speciali artigianali, fotografia essenziale: eppure il film funziona discretamente bene, nonostante alcune pecche estetiche e narrative, ha ottenuto premi in festival di tutto il mondo ed è stato distribuito in Italia in Dvd e Blu-ray dalla label indipendente Cine-Museum – un successo niente affatto scontato per un film indipendente.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Tre volti, la recensione

Dopo averci mostrato il volto ordinario della sua città nel precedente Taxi Teheran, Jafar Panahi torna ad appassionarci con un nuovo lungometraggio ancora più evoluto e sofisticato. Il film in questione presenta non pochi tratti in comune con Taxi Teheran (a cui si farà spesso riferimento nel corso del testo per semplificare la spiegazione).

In Tre volti il confine tra finzione è realtà si assottiglia fino ad avvolgerci di una sensazione piacevolmente disorientante. Tutto sembra sfuggire a qualsiasi definizione univoca, perfino lo stesso materiale visivo, diviso tra il dramma e la commedia, tra il viaggio etnografico e la cronaca di una morte annunciata.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Fantafestival 2018: tutti i vincitori

Sono stati svelati i vincitori della 38^ edizione del FANTAFESTIVAL (Mostra Internazionale del Film di Fantascienza e del Fantastico), diretta da Marcello Rossi Luca Ruocco, che quest’anno ha avuto una grande affluenza di pubblico registrando, tutte le sere, sold out. A decretare i vincitori del Pipistrello d’oro una giuria di esperti del settore composta dal regista Claudio Lattanzi, dalla giornalista e saggista Daniela Catelli e dal regista e attore Luca Vecchi.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Nessuna vibrazione! Arriva in blu-ray il cofanetto con la saga completa di Tremors.

Per tutti gli appassionati di un certo tipo di cinema e nati tra gli anni ’80 e i primi ’90, quella di Tremors non può che essere una saga situata in un posticino speciale del cuore. Diretto da Ron Underwood nel 1990, Tremors è stato un cult istantaneo con il merito di aver saputo miscelare alla perfezione più generi (l’horror, la fantascienza, la commedia) omaggiando tutta quella cinematografia sci-fi che si produceva in America negli anni ’50. Un successo che ha lanciato nell’immaginario cinematografico un nuovo essere da temere, il graboid (creatura che si ispira ad una leggenda della Mongolia, il terrificante verme del deserto chiamato Allghoi Khorhoi), un mostro di origine sconosciuta che vive nel sottosuolo e che reagisce alle vibrazioni che provengono dalla superficie. Il consenso generale che ha accompagnato l’uscita del film di Underwood non poteva far altro che generare un seguito, traducibile in una saga comprendente ben cinque sequel ed una serie televisiva prodotta nei primissimi anni duemila. Adesso, a pochi mesi dalla triste notizia che la nuova serie tv dedicata al franchise e che avrebbe visto il ritorno a Perfection di Kevin Bacon è stata cancellata, Universal Pictures Home Entertainment porta in Blu-ray disc (ma anche in DVD) un cofanetto comprendente i sei i film della saga.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

1983: una presa di coscienza

Il 30 novembre, in sordina, e insieme a tanti altri prodotti più pubblicizzati è uscita su Netflix la prima serie originale polacca. Creata da Joshua Long e diretta fra i tanti da Agnieszka Holland (The Secret Garden, Rosemary’s Baby, In Darkness) la serie racconta una realtà alternativa dove la cortina di ferro non è mai caduta.

Ci troviamo quindi catapultati in questa Varsavia del 2003 seguendo le vicende dell’ispettore Anatol Janow (Robert Więckiewicz) e dello studente di legge Kajetan Skowron (Maciej Musiał) alle prese con una serie di sospetti suicidi. I cammini dei due protagonisti si incontreranno fino a legarsi mentre il mistero si infittisce.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Mowgli – Il figlio della giungla, la recensione

Impossibile parlare di Mowgli – Il figlio della giungla ignorando l’iter produttivo e distributivo che l’hanno accompagnato.

Inizialmente pensato con il titolo apri-saga Jungle Book: Origins, Mowgli ha iniziato il suo viaggio pre-produttivo nel lontano 2014, quando la Warner Bros. si era dimostrata interessata a produrre una nuova versione del capolavoro immortale di Rudyard Kipling per le nuove generazioni e, dato il previsto utilizzo massiccio della performance capture, si era pensato di offrire all’attore Andy Serkis – vero simbolo della performance capture – la possibilità di esordire alla regia, dopo la prova già dimostrata nei tre film de Lo Hobbit come regista di seconda unità.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Dwayne Johnson torna in Blu-ray disc nel vertiginoso Skyscraper.

In barba a tutti quelli che ancora lo considerano solo un attore “mena&spacca” adatto a film da visionare a cervello spento, bisogna riconoscere a Dwayne Johnson la capacità di costruire, film dopo film, una carriera molto coerente e soprattutto intelligente. Johnson, infatti, è quell’attore che è mancato da Hollywood per molti anni, il solo che si è dimostrato all’altezza di raccogliere l’eredità di un certo cinema action nato in America negli anni ’80 e che ha influenzato il genere in modo irreversibile. Terminato il periodo d’oro per star come Schwarzenegger, Stallone o Willis, Hollywood ha faticato a trovare il suo nuovo action-man. Con Dwayne “The Rock” Johnson, invece, quella tipologia di “divo” è tornata in auge e con lui anche quell cinema-giocattolo assolutamente irresistibile. Skyscraper è l’ultimissimo esempio e da qualche settimana è disponibile in home video grazie a Universal Pictures Home Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Alpha – Un’amicizia forte come la vita, la recensione

Il cinema d’avventura per ragazzi si manifesta periodicamente quasi a volerci comunicare che uno dei generi d’intrattenimento più longevi e sani sia ancora lì, pronto a rassicurarci con storie di crescita dall’immancabile messaggio positivo. Negli ultimi anni, però, questo genere ha abbandonato la sua raffigurazione classica cedendo spesso e volentieri a una contaminazione con linguaggi più moderni ed estendendo la sua portata a storie e personaggi mutuati dai fumetti e dai videogiochi. Per questo motivo film come Alpha – Un’amicizia forte come la vita ci appare come una mosca bianca e seppure abbracci in toto l’ottica del rinnovamento tecnologico applicato all’aspetto visivo, ha un’aria così classica da riportare alla mente il grande cinema d’avventura di una volta.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Santiago, Italia, la recensione

Esistono pagine di storia che, seppure irreversibilmente tragiche, rimangono sconosciute ai più. Una di queste è quella che fu scritta in Cile l’11 settembre 1973 e alla quale Nanni Moretti dedica il suo ultimo film Santiago, Italia.

Quel giorno l’esercito guidato da Pinochet rovesciò il governo di Salvador Allende, ponendo fine alla democrazia e instaurando una violenta dittatura destinata a durare diciassette anni. Una vicenda che vide il tramonto di una dirompente speranza, quella del cambiamento, soffocata per sempre. Moretti, attraverso le testimonianze dei rifugiati politici cileni in Italia, si concentra sul ruolo svolto dall’ambasciata italiana a Santiago, che a tantissimi oppositori diede non solo asilo (e quindi modo di sfuggire alle persecuzioni) ma anche l’occasione di raggiungere il nostro Paese, dove la permanenza fu loro garantita a tempo indeterminato.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)