Justin Lin dirige STAR TREK BEYOND e la tradizione si unisce all azione

A cinquant’anni dalla messa in onda del primo episodio, Star Trek torna al cinema con il terzo film della nuova saga, Star Trek Beyond, diretto da Justin Lin che, seppur coerente con la visione abramsiana, segue una strada personale che fonde la tradizione con un’impronta innovativa ancora più marcata. Continua »

Gli acchiappafantasmi cambiano sesso nel reboot di Ghostbusters!

Attorno al ritorno degli Acchiappafantasmi al cinema, caldeggiato da oltre un decennio, è aleggiata un’aria nefasta fin dai primi momenti...Tanto rumore per nulla, perché poi vai a vedere il reboot di Ghostbusters e ti rendi conto che non è affatto male! Continua »

Torna lo Sfogo annuale in LA NOTTE DEL GIUDIZIO - ELECTION YEAR

Viste le ottime critiche ricevute da Anarchia, anche il terzo capitolo de La notte del giudizio si distanzia dalle atmosfere horror del primo film per legare il franchise a quelle del thriller d’azione violenta di stampo urbano. Continua »

STRANGER THINGS: gli anni 80 protagonisti della serie sci-fi Netflix

Stranger Things non è solo una bella serie tv, ma anche un atto d’amore verso gli anni ’80 e quell’epoca cinematografica che molti ricordano con una fitta al cuore, come una sorta di seconda epoca d’oro, un po’ più pop, un po’ più nerd. Continua »

Kristen Stewart e Nicholas Hoult protagonisti del romance fantascientifico EQUALS

Presentato in concorso alla 72esima edizione della Mostra dell’arte cinematografica di Venezia, Equals di Drake Doremus é una storia straziante tanto per chi la vive, quanto per chi la guarda. Continua »

Lo spettro del buio nel film horror prodotto da James Wan LIGHTS OUT

L’impressione generale, dunque, è che il team creativo abbia lavorato di fretta e preoccupandosi poco dell’investitura narrativa, concentrando tutto l’impegno sulla coreografia delle scene di spavento. Continua »

Dal fumetto al piccolo schermo: la serie tv di PREACHER

Preacher è l’adattamento per la tv dell’omonimo fumetto di Garth Ennis curato da Evan Goldberg, Sam Catlin e nientemeno che Seth Rogen. Continua »

LE SORELLE PERFETTE Tina Fey e Amy Pohler nella commedia di Jason Moore

Le sorelle perfette, in originale semplicemente Sisters, è la commedia-riempitivo del pomeriggio di cui nessuno sentiva il bisogno. Continua »

La Disney riporta al cinema IL DRAGO INVISIBILE con un remake del classico degli anni 70

Dopo Cenerentola e Il libro della giungla, la Disney realizza un nuovo remake: Il drago invisibile. Ma stavolta non è l’aggiornamento live action di un classico d’animazione, bensì un prodotto a tecnica mista che rifà un altro film che mescolava riprese dal vero con integrazioni d’animazione. Continua »

I cattivi DC Comics riuniti in una missione mortale: nasce la SUICIDE SQUAD

Suicide Squad inserisce all’interno della storyline di Batman e Superman seguendo quanto raccontato nell’epico scontro tra i due colossi consumatosi pochi mesi fa. Continua »

I sogni di un gruppo di talentuosi artisti nel teen movie NEW YORK ACADEMY

Ispirato ai musical della tradizione odierna, New York Academy (High Strung, nella versione originale) porta sul grande schermo i sogni e le ambizioni dei suoi protagonisti. Continua »

La stregoneria protagonista dell inquietante horror THE WITCH

The Witch, di Robert Eggers, è capace di sbalzarci all’improvviso in una dimensione da incubo che difficilmente si dimentica. Continua »

 

Paradise Beach – Dentro l’incubo, la recensione

paradise beach poster

Ma ve lo ricordate il bel cinema eco vengeance degli anni 70 e 80? Quei fantastici beast-movie che hanno preso piede soprattutto in seguito al successo mondiale del capolavoro di Spielberg Lo squalo? Da Piranha ad Alligator, passando per le varianti terrestri Il branco, Cujo, Grizzly e tanti altri… magnifici e spesso ingenui affreschi di una natura che si rivolta all’essere umano, colpevole di distruggere il pianeta che condividono. Un filone, quello del beast movie, che lentamente è andato scemando, per lo più relegato a produzioni direct-to-video sempre più povere di idee e capitali, testimoni del tramonto di un’epoca. In particolare a risentirne è stato il sotto-filone dello shark movie, fiorentissimo nel post Lo squalo e rilegato negli ultimi anni a ospitare progetti sempre più assurdi che comprendono squali a due o tre teste, ibridati con altri animali, impegnati a scontrarsi con fantomatici mostri o raccolti in letali tornado. Ora finalmente lo shark movie torna ad avere una dignità grazie al sempre bravo Jaume Collet-Serra che dirige Paradise Beach – Dentro l’incubo, un ottimo e tesissimo thriller acquatico che riporta ai fasti di un tempo il cinema degli squali.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il diritto di uccidere, la recensione

Il diritto di uccidere Poster

“In amore e in guerra tutto è lecito”, così recita un vecchio adagio popolare con il quale vengono descritti due campi accumunati dalla stessa spietatezza e dal ricorso a tattiche, anche se usate per finalità decisamente diverse. Ma è davvero così nel caso della guerra? E, soprattutto, c’è una linea di demarcazione tra le strategie militari e quel briciolo di umanità che resiste anche nell’animo del colonnello o capo di stato più determinato e pronto a dare battaglia al suo nemico fino all’ultimo?

Proprio su questi spinosi interrogativi si focalizza Gavin Hood che nel suo nuovo lavoro, dal titolo Il diritto di uccidere, racconta una tipica storia di guerra nella quale gli interessi politici, economici e di ideali vanno a toccare le vite di persone innocenti che, pur essendo all’oscuro di tutto ciò, ne pagano le conseguenze in maniera tragica.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Escobar, la recensione

Escobar_locandina

Tra i film più attesi al Festival Internazionale del film di Roma 2014, Escobar (in originale Escobar: Paradise Lost) ha destato da subito parecchia attenzione. E’ il debutto alla regia dell’attore italiano Andrea Di Stefano, dopo due anni all’Actors Studio, e, tra i produttori esecutivi, figurano i due attori protagonisti: Benicio del Toro e Josh Hutcherson. La figura ormai iconica del re della cocaina colombiano, già ampiamente descritta in film, documentari per la tv e la recente serie Netflix Narcos, assume, in quest’occasione, una valenza ancora più mitica.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Love and Mercy, la storia del leader dei Beach Boys in Blu-Ray Disc

love and mercy bluray

Il mito dei Beach Boys è sempre vivo e la conferma che la band californiana ha contribuito a rendere grande la musica pop arriva oggi anche dal cinema, grazie a Love and Mercy, biografia di Brian Wilson, fondatore del gruppo musicale che scalò tutte le classifiche statunitensi negli anni ’60. A dirigere e co-produrre il film c’è Bill Pohlad, che si è distinto negli anni per la produzioni di importanti opere come I segreti di Brokeback Mountain, Into the Wild e 12 anni schiavo.

Dopo il timido passaggio nelle sale italiane a marzo con Adler Entertainment, Love and Mercy arriva in home video grazie a Sony Pictures, che lo distribuisce in DVD e alta definizione Blu-ray Disc.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Torno da mia madre, la recensione

image

Nel 2014 il regista Eric Lavaine raccontava sui nostri schermi, con la commedia corale Barbecue, le sfumature scomode e paradossali dei rapporti d’amicizia. Due anni dopo, il cineasta d’oltralpe non rinuncia a indagare la complessità delle dinamiche interpersonali, ma sposta la propria sfera d’interesse direttamente nel centro nevralgico del nucleo familiare: il confronto madre/figlia.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Il Clan, la recensione

il Clan_poster

Argentina, primi anni ’80. Il Paese è in gran subbuglio per la caduta della dittatura in seguito alla Guerra Civile della Falkland e, deposto il governo militare, il popolo è disorientato. Ma l’arte di arrangiarsi vige in ogni dove e l’Argentina, memore della vicenda dei desaparecidos, sembra particolarmente ancorata al business dei sequestri. È di questo che si occupa Arquimedes e la sua famiglia: sequestri impeccabili, con regole ferree e riuscita praticamente assicurata. Ed è di questo che parla Il Clan, fenomenale lungometraggio di Pablo Trapero in concorso alla 72° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Ma Loute, la recensione

Ma Loute poster

Inizio Novecento. In un piccolo paese di pescatori arriva una famiglia borghese che una volta l’anno apre la grande casa in stile egiziano-tolemaico (a me sembrava più neoclassico per gli interni ma tant’è) per godersi la villeggiatura: le passeggiate sulla spiaggia, l’acqua salmastra e la vista sulla collina “così suggestiva”. Compongono la famiglia gli sposi Fabrice Luchini e Valeria Bruni Tedeschi, la sorella di lui Juliette Binoche, e le loro figlie, tra cui l’enigmatica e androgina Billie (la giovane Raph). Tutti personaggi che vantano un indistinguibile vita propria e decisamente sopra le righe il cui percorso si incrocerà con quella di una famiglia di pescatori e il loro taciturno figlio chiamato Ma Loute (nome del protagonista ma anche termine desueto per dire donna) il quale si innamorerà immediatamente della giovane di buona famiglia. Tuttavia l’estate sarà rovinata da una serie di sparizioni sulle quali indagheranno un obeso detective (doppiato magnificamente in italiano da Mino Caprio alias Peter Griffin, le cui fattezze ricordano per stazza e portamento l’iconico Oliver Hardy) e il suo tanto buffo quanto elegante assistente.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Dario Argento e Nicolas Winding Refn presentano Zombi di George Romero a Venezia 73

Dawn of the dead

Dawn of the dead, meglio conosciuto in Italia come Zombi, è il capolavoro di George A. Romero ed è stato selezionato alla 73. Mostra d’Arte Internazionale Cinematografica di Venezia nella sezione Venezia Classici.

Il film di Romero verrà proiettato in una inedita versione rimasterizzata in 4K, realizzata da Koch Media in collaborazione con Norton Trust e Antonello Cuomo, e l’appuntamento è per la mezzanotte del 2 settembre presso la Sala Giardino (Lido di Venezia).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’era glaciale – In rotta di collisione, la recensione

era glaciale 5.Poster

L’avventura di Sid, Manny e Diego è cominciata nell’ormai lontano 2002, quando i Blu Sky Studios inaugurarono la loro attività produttiva nel lungometraggio d’animazione con il riuscitissimo L’era glaciale. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti e malgrado diversi altri tentativi – il più remunerativo è stato Rio – i Blu Sky sono rimasti ancorati al franchise sull’età preistorica, che ha fruttato allo loro casse milioni e milioni di dollari in tutto il mondo, tanto da spingerli ad arrivare fino al quinto episodio: L’era glaciale – In rotta di collisione.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Mia madre fa l’attrice, la recensione

mia madre fa l'attrice locandina

Nel 2012, Mario Balsamo partecipava per la prima volta in concorso al Torino Film Festival con Noi non siamo come James Bond, uno stravagante docu-fiction. Nel 2015 è tornato, ancora una volta in concorso, di nuovo con un docu-fiction, ma stavolta di impronta ben più personale.

Mia madre fa l’attrice porta le telecamere a casa della madre del regista, Silvana Stefanini, che scopriamo avere avuto un breve passato da attrice in delle piccole produzioni di poco conto. Lei stessa non ricorda molto quell’esperienza, di cui non pare particolarmente entusiasta. Anzi, è consapevole del fatto che si trattasse di filmetti mediocri e rivela di essere stata attratta più che altro dai ruoli.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)