MISSION: IMPOSSIBLE - FALLOUT e Ethan Hunt torna per la sesta volta in azione!

Con Mission: Impossible – Fallout siamo a quota sei e, a distanza di tre anni da Mission: Impossible – Rogue Nation, torna alla regia e alla sceneggiatura l’ottimo Christopher McQuarrie, mentre a vestire i panni dello spericolato agente speciale Ethan Hunt torna l’inossidabile Tom Cruise, che ha fatto di Mission: Impossible il brand più longevo e fortunato della sua carriera. Continua »

RESTA CON ME: Shailene Woodley e Sam Claflin in una vera storia di sopravvivenza

Il film diretto dall’islandese Baltasar Kormàkur si ispira alla biografia della vera Tami Oldham Ashcraft, consultata dagli sceneggiatori Aaron Kandell, Jordan Kandell e David Branson Smith per portare sul grande schermo la vicenda nel modo più fedele possibile. Continua »

Lo scatenato musical degli ABBA torna al cinema con un sequel: MAMMA MIA - CI RISIAMO!

Se avete adorato il musical che dieci anni fa, imprevedibilmente, registrò incassi stellari in tutto il mondo e divenne un cult a tutti gli effetti, vi innamorerete senza ombra di dubbio anche di Mamma mia – Ci risiamo! Continua »

Kore-eda trionfa a Cannes con UN AFFARE DI FAMIGLIA

Il film vincitore dell’ultimo Festival di Cannes racconta la storia di una famiglia felicemente atipica, molto diversa da altre viste finora sul grande schermo. Continua »

Il giustiziere Denzel Washington torna in azione con THE EQUALIZER 2 - SENZA PERDONO

A distanza di quattro anni da The Equalizer, la coppia Fuqua/Washington torna sul luogo del delitto per un sequel chiesto a gran voce dai fan e dalla Sony Pictures: esce così nei cinema The Equalizer 2 – Senza perdono. Continua »

Tornano GLI INCREDIBILI della Pixar con una seconda imperdibile avventura

Dopo uno hiatus di circa 14 anni, la famiglia di supereroi targata Pixar Animation Studios ritorna sul grande schermo, e riprende tutto da dove lo aveva lasciato. Continua »

Il Don Chisciotte di Terry Gilliam

Già presentato fuori concorso all’ultimo Festival di Cannes, The Man Who Killed Don Quixote è, come noto, il coronamento di un’odissea produttiva lunga quasi un trentennio, avviata ufficialmente nel lontano 1990. Continua »

Sergio Castellitto e Sabrina Ferilli, RICCHI DI FANTASIA

Pur non brillando in quanto originalità e nonostante le numerose situazioni viste e riviste, l’opera firmata da Miccichè funziona ed anche piuttosto bene, con il merito principale di riuscire a divertire dal primo fino all’ultimo minuto mantenendo alto e costante il senso dell’umorismo. Continua »

TUTTI IN PIEDI, dalla Francia una commedia romantica... diversamente abile

In attesa delle numerose commedie italiane pre e post-natalizie, i distributori ci stanno inondando con quelle di provenienza transalpina. Tutti in piedi, diretto da Franck Dubosc, che esordisce come regista, ne è l’ennesima dimostrazione. Continua »

Spike Lee e la paradossale lotta al Ku Klux Klan: BLACKkKLANSMAN

Perfettamente in linea con la filmografia e le argomentazioni di Spike Lee, BlacKkKlansman ha il pregio di non adagiarsi comunque sulle tematiche care al regista di Fa la cosa giusta, portando avanti ideali e argomenti in maniera originale e brillante. Continua »

Una ragazza intrappolata nel corpo di un ragazzo nel dramma che ha commosso Cannes: GIRL

Girl, opera prima di Lukas Dhont, giustamente applaudita al Festival di Cannes 2018, racconta il percorso di cambiamento di una quindicenne nata nel corpo di un ragazzo. Continua »

Bella Thorne in un mondo popolato da fantasmi: SEI ANCORA QUI

Sei ancora qui (I Still See You) ha tutte le carte in tavola per rappresentare l’ennesimo successo da botteghino, il piccolo caso pronto a scavarsi una nicchietta tra i cult generazionali. Continua »

SMALLFOOT - IL MIO AMICO DELLE NEVI: i veri mostri sono gli umani!

Tratto dal libro Yeti Tracks di Sergio Pablas, Smallfoot – Il mio amico delle nevi è una commedia brillante, divertente e al tempo stesso commovente ed emozionante. Continua »

La complessità dell arte nel cinema di von Donnersmarck: OPERA SENZA AUTORE

Chiusa la parentesi del malriuscito The Tourist, il brillante premio Oscar (per Le vite degli altri) Florian Henckel von Donnersmarck torna all’apice della sua creatività con un nuovo impegnato lavoro, Opera senza autore. Continua »

E se potesi uccidere un tuo nemico, chi sceglieresti?

In uno scenario cinematografico come quello italiano, amaro ma comunque in ripresa, c’è ancora qualcuno che si ostina a remare contro questo “cambiamento” e Un nemico che ti vuole bene ne è la fulminea testimonianza. Continua »

Dietro un grande uomo... sempre una grande donna! THE WIFE - VIVERE NELL’OMBRA

Con un cast di primissimo livello e un lavoro sui personaggi molto accurato, The Wife è l’occasione per mettere in discussione la presunzione di sapere già dove si voglia andare a parare. Continua »

Da nemico di Spider-Man a eroe di San Francisco, arriva il simbionte VENOM!

Arriva nei cinema Venom, che racconta la storia del fotoreporter Eddie Brock e il suo incontro-scontro-fusione con la creatura aliena nota come Venom, che gli conferisce grandi poteri e una sorta di immortalità. Continua »

 

Searching, la recensione

Per dar vita a un thriller dai risvolti gialli sufficientemente intrigante serve innanzitutto una storia originale e una costruzione narrativa imprevedibile. Saremmo portati a pensar questo, ovviamente. Eppure Searching di Aneesh Chaganty devia l’attenzione su un altro fattore che non è il “cosa” ma il “come”. Il contenuto della storia diventa subordinato al modo in cui è raccontata, con il risultato che Searching è uno dei più felici esempi di cinema thriller di quest’anno.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Nessuno come noi, la recensione

Amicizie, amori, tradimenti si trascinano su un sottofondo pop nostalgico (A-ah, Spandau Ballet, Baglioni) anni ‘80 in cui è ambientata la vicenda, assieme alla presenza acchiappa – pubblico di volti noti della fiction più recente: Alessandro Preziosi non smentisce la sua veste di sex symbol e nei panni di Umberto, affascinante professore universitario, trova in Betty (Sarah Felberbaum) una via di fuga dalla monotonia del proprio matrimonio in crisi. Parallelamente alla sua tresca amorosa, troviamo l’amore più ingenuo  dei liceali  Vincenzo, Caterina e Romeo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 3.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il verdetto – The Children Act, la recensione

Ian McEwan è l’autore del libro La Ballata di Adam Henry edito in Italia da Einaudi ed è anche lo sceneggiatore del film basato sul medesimo romanzo: Il Verdetto – The  Children Act. Un film drammatico con la straordinaria Emma Thompson nei panni della protagonista assoluta: il giudice Fiona Maye a cui è demandato un compito molto delicato.

La Maye è chiamata a prendere importanti decisioni in casi particolarmente scottanti. La giustizia interviene quando  un minorenne abbia necessità di terapie urgenti ma rischiose e i genitori si manifestino contrari alle decisioni dei medici. È in queste occasioni che viene richiesto l’intervento di un giudice dell’Alta Corte affinché emetta un verdetto per decidere sul da farsi. Fiona Maye è devotissima al suo lavoro. Talmente coinvolta dalle cause a lei demandate al punto da trascurare la vita familiare.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Le ereditiere, la recensione

Chela (Ana Brun) e Chiquita (Margarita Irun) sono le eredi di due ex-facoltose famiglie paraguayane. Le due donne abitano insieme da diverso tempo, durante il quale hanno contato su una discreta somma ormai agli sgoccioli: per far fronte all’emergenza, Chiquita le pensa tutte, fino a compiere una frode che la spedisce in carcere. A quel punto Chela, rimasta sola, dovrà fare i conti con un’indipendenza che non sa bene come gestire.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Apostolo, la recensione

Ottobre è un mese caldo per Netflix: la bella stagione è ormai alle spalle e gli spettatori ricominciano a chiudersi in casa. Bisogna prepararsi a cibarli con prodotti freschi. Fra i più attesi è uscito il 12, Apostolo, di Gareth Evans. I più appassionati di film d’azione avranno riconosciuto lo straordinario regista che si è affermato con i film di arti marziali The Raid, e The Raid 2. Questa volta però Evans ha voluto osare con un genere differente e ci troviamo davanti un prodotto completamente nuovo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Laissez bronzer les cadavres, la recensione

Dopo essere stato presentato in numerosi Festival di tutto il mondo, Laissez bronzer les cadavres (Francia/Belgio, 2017) dei registi belgi Hélène Cattet e Bruno Forzani ha conosciuto la sua prima visione in Italia: è stato proiettato sabato 13 ottobre nella sezione Fuori Concorso del TOHorror Film Festival, prestigiosa kermesse torinese dedicata al cinema e alla cultura horror, thriller, noir e fantasy in genere.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 10.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

22 July, la recensione

22 July è una delle ventidue produzioni Netflix in concorso al 75esimo Festival del Cinema di Venezia, affidata a Paul Greengrass, noto regista di action/thriller come The Bourne Supremacy e Green Zone.

La storia che ci viene raccontata, però, non è proprio un thriller, anche se per gran parte è stata girata come se fosse tale. Qui si parla del tentativo di colpo di Stato (una bomba indirizzata al Primo Ministro norvegese) di Oslo del 2011, dove hanno perso la vita otto persone, e della seguente strage dell’isola di Utoya, perpetrata ai danni di giovani figli della classe dirigente. Tra di loro c’è un ragazzo in particolare, che si è salvato con il fratello dopo essere stato colpito cinque volte, riportando danni permanenti all’occhio destro (cecità totale) e a parte del sistema locomotorio, senza contare le schegge del proiettile rimastegli incastonate vicino alla corteccia celebrale, che quotidianamente minacciano di uccidere sul colpo il giovane.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

End of Justice: Nessuno e’ innocente. In Blu-ray il thriller legale con Denzel Washington

Nonostante le molteplici candidature in cerimonie importanti (Golden Globe e Oscar) e la partecipazione in rassegne altresì prestigiose, non si può dire che End of Justice: Nessuno è innocente (in originale Roman J. Israel, Esq.) sia stato un film particolarmente fortunato e dagli esiti soddisfacenti. Con una post-produzione travagliata ed un’uscita nelle sale a dir poco limitata, End of Justice è ad oggi uno dei più grandi flop commerciali nella carriera dell’attore Denzel Washington (che in questo caso configura anche come produttore). Da poche settimane il film è reperibile sul nostro mercato home video grazie a Sony Pictures che lo distribuisce sia in DVD che in alta definizione Blu-ray disc.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Soldado, la recensione

Per parlare di Soldado (2018), che senza mezzi termini è uno dei migliori film dell’anno, è opportuno fare una premessa sul regista, l’italiano Stefano Sollima. Due sono le cose che saltano subito agli occhi. Primo. Sollima, figlio d’arte (suo padre Sergio diresse alcune pietre miliari del western e del poliziesco italiano negli anni Sessanta e Settanta), è dotato del tocco di Re Mida, cioè su qualsiasi film o serie-tv metta la mano, la trasforma in oro: i grandi noir italiani degli ultimi anni, Romanzo criminale, Gomorra e Suburra, hanno conosciuto sia una versione cinematografica sia una televisiva, e il prodotto più riuscito, più spettacolare e di maggior successo è sempre stato in tutti e tre i casi quello diretto da Sollima, e non può essere un caso. Secondo. Stefano Sollima è un motivo di orgoglio per il cinema italiano, essendo uno dei pochi registi del nostro Paese in grado di conquistare l’America dirigendo un film negli States con una grossa produzione alle spalle; in tempi recenti, i registi riusciti in una simile impresa si contano sulle dita di una mano – pensiamo a Gabriele Muccino con La ricerca della felicità e Sette anime e Luca Guadagnino con Suspiria.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 10.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Zanna Bianca, la recensione

Ci sono storie destinate a vivere in eterno, racconti che si fanno “contenitori” di così tanti valori da riuscire a sopravvivere negli anni mantenendo inalterata tutta la loro freschezza. L’opera dello scrittore statunitense Jack London è tra questi e Zanna Bianca, tra i suoi romanzi più famosi insieme al “compagno” Il richiamo della foresta, non si sottrae a questa regola e si dimostra capace ancora oggi di emozionare e stupire nonostante i 112 anni di “anzianità” e le innumerevoli trasposizioni arrivate sia sul grande che sul piccolo schermo. Adesso le avventure del cucciolo metà cane e metà lupo rivivono, per la prima volta, in un film d’animazione che segna il debutto nel lungometraggio del regista Alexandre Espigares.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)