GODZILLA VS. KONG: lo spettacolare scontro tra due icone pop

Dopo una lunga fase produttiva durata ben tre anni e un tribolatissimo iter distributivo minato dalla chiusura dei cinema a causa dell’emergenza sanitaria, l’atteso Godzilla vs Kong vede finalmente la luce ma in Italia, purtroppo, solamente in distribuzione digitale. Continua »

Vinterberg, Mikkelsen e il loro inno alla vita che è valso un Oscar: UN ALTRO GIRO

Thomas Vinterberg vince un Oscar per il film internazionale e il suo Un altro giro si pone come un magnifico, vitale e struggente inno alla vita, con un magnifico Madds Mikkelsen. Continua »

Nei panni di un serial killer, e viceversa: la slasher-comedy FREAKY

Si prende una grande commedia che aveva un concept originale ed elementi fantasy e si rielabora in chiave slasher-movie. È accaduto nel 2017 con Auguri per la tua morte, che si rifaceva a Ricomincio da capo (1993), e ora accade con Freaky che utilizza lo stesso concept di Tutto accadde un venerdì (1976). Continua »

CRUDELIA: Emma Stone è una straordinaria (semi)villain nel live action Disney

Una delle cattive più iconiche dell’universo Disney, famosissimo simbolo di vanità e avidità, torna in carne ed ossa sullo schermo del cinema (e su quello casalingo), interpretata da Emma Stone, a più di vent’anni dalla Crudelia De Mon di Glenn Close. Continua »

MORTAL KOMBAT: Il violento videogame torna al cinema

Dopo l’acquisizione da parte di Warner Bros. del brand videoludico e il rinato interesse mediale generato dal corto e dalla webserie, a Hollywood c’era odore di nuovo adattamento cinematografico già da un decennio finché, grazie all’interesse della Atomic Monster, la casa di produzione di James Wan, il nuovo film di Mortal Kombat è diventato realtà. Continua »

Il terzo THE CONJURING affronta uno spinoso caso di possessione demoniaca

Chaves non fa un cattivo lavoro e in più di una soluzione, anzi, risulta assolutamente brillante e di gran mestiere, ma se The Conjuring – L’evocazione e The Conjuring – Il caso Enfield erano degli ottimi horror, The Conjuring – Per ordine del diavolo è “solo” un buon horror. Continua »

Angelina Jolie, pompiere con istinto materno nel thriller QUELLI CHE MI VOGLIONO MORTO

Una paracadutista dei vigili del fuoco con trauma alle spalle e un orfanello fuggitivo da due improbabili sicari sono gli elementi principali del thriller Quelli che mi vogliono morto, ritorno dietro la macchina da presa, a distanza di quattro anni da I segreti di Wind River, del talentuoso regista/sceneggiatore Taylor Sheridan che dirige una Angelina Jolie in grande forma. Continua »

Sarah Paulson mamma terribile in RUN

Partendo da un concept intrigante anche se non particolarmente originale, il trentenne Aneesh Chaganty scrive e dirige Run dopo aver esordito nel 2018 con il riuscito desktop-thriller Searching. Run vive di alti e bassi e se da un punto di vista prettamente commerciale è un passo avanti per la carriera del regista, da un punto di vista artistico è un preoccupante arresto. Continua »

OLDBOY, 18 anni dopo

Nell’immaginario collettivo di una generazione, forse il film coreano che più di tutti gli altri ha colpito il pubblico occidentale ed è sopravvissuto alla prova del tempo (e della memoria) è Oldboy di Park Chan-wook. Un film di genere che è anche un film d’autore, punta di una personalissima trilogia, la trilogia della vendetta, che Park ha iniziato nel 2002 con Mr. Vendetta e concluso nel 2005 con Lady Vendetta, con la quale ha esplorato le più grette e animalesche pulsioni umane con un lirismo e una poesia (sempre intrisi di pulp) incredibili. Continua »

Il torture porn per eccellenza cambia pelle: SPIRAL - L’EREDITÀ DI SAW

Con un’atmosfera da thriller anni ’90 che si addice molto al tipo di storia raccontata in questo capitolo della saga e un utilizzo del gore che farà felici tutti fan di Saw, Spiral – L’eredità di Saw si può senz’altro considerare promosso nell’ottica dell’attuale panorama thriller/horror ma non è comunque un tentativo pienamente riuscito di resuscitare la saga. Continua »

Anderson + Jovovich alle prese con un nuovo cine-videogame: MONSTER HUNTER!

Monster Hunter ci mette nei panni di un cacciatore di mostri, intesi come draghi e animali leggendari, e si ambienta in un mondo fantastico fuori dal tempo e da qualsiasi coordinata geografica. Continua »

La Pixar sbarca nelle Cinque Terre liguri con LUCA di Enrico Casarosa

Il mare, il sole, l’estate, la gioventù. L’Italia. Soprattutto l’Italia! Quell’elemento che può far davvero la differenza per un abitante del Belpaese guardando l’ultimo bellissimo film Disney-Pixar, Luca, che è ambientato proprio nella meravigliosa cornice delle Cinque Terre liguri. Continua »

Carey Mulligan è UNA DONNA PROMETTENTE nel revenge movie vincitore di un Oscar

Quello che fa la differenza in Una donna promettente è la protagonista stessa, una splendida Carey Mulligan – sicuramente alla sua migliore performance che le darà diverse soddisfazioni – che interpreta un personaggio molto ben costruito, ricco di sfaccettature con cui è facile empatizzare nonostante il muro che volutamente erge con lo spettatore. Continua »

Inizio e prosecuzione dello splendido horror di John Krasinski nel riuscito A QUIET PLACE II

A Quiet Place II si compone, dunque, di un breve prologo che ci mostra da dove sono arrivate le letali creature mostruose che hanno messo in ginocchio l’America (e forse il mondo) per proseguire poi come un canonico sequel. Il risultato è ottimo e A Quiet Place II è un film riuscito tanto quanto il precedente, al quale paga pegno solo a causa dell’assenza di una reale novità. Continua »

 

Cry Macho – Ritorno a casa, la recensione

A novantuno anni di età e più di sessanta di onorata carriera, Clint Eastwood non perde, per fortuna, la voglia di lavorare sia dietro sia davanti alla macchina da presa. Dopo il lungo rinvio a causa della pandemia, esce ora anche in Italia il suo ultimo film: Cry Macho – Ritorno a casa (tratto dall’omonimo libro di N. Richard Nash) presentato in anteprima al 39° Torino Film Festival per poi essere distribuito nelle sale a partire da giovedì 2 dicembre, cioè ben oltre due mesi dopo l’uscita americana.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Every Breath You Take, in blu-ray il thriller con Casey Affleck e Sam Claflin

Ha saltato la distribuzione in sala per approdare direttamente su Sky e NOW a fine settembre, Every Breath You Take – Senza respiro arriva questo mese anche in home video grazie ad Eagle Pictures, che distribuisce il thriller interpretato da Casey Affleck, Michelle Monaghan e Sam Claflin in DVD e Blu-ray disc.

Non è stata di certo tutta “rose e fiori” la genesi di Every Breath You Take, che inizialmente avrebbe dovuto titolarsi You Belong to Me, passando così (casualmente?) da una canzone di Bob Dylan al successo dei The Police.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Le stanze di Rol su Rai4: in prima assoluta i film Lucky e The Dark and the Wicked

Per il secondo anno consecutivo, il Torino Film Festival (26 novembre – 4 dicembre) ospita una sezione dedicata al mistero, all’ignoto, all’inspiegabile e al bizzarro, Le stanze di Rol: un luogo congeniale alle tematiche care a Rai4, che infatti è media partner di questa sezione con una serata di programmazione cinematografica con i film della passata edizione.

La collaborazione con Le stanze di Rol si concretizza lunedì 29 novembre con una serata speciale che prende il nome proprio dalla sezione del Torino Film Festival: a partire dalle 21.20 saranno trasmessi due film in prima visione assoluta inclusi nella selezione 2020 de Le stanze di Rol: Lucky di Natasha Kermani e The Dark and the Wicked di Bryan Bertino.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’angelo dei muri al 39°TFF: trailer e info del nuovo film di Lorenzo Bianchini

L’angelo dei muri di Lorenzo Bianchini, interpretato dal grande Pierre Richard e prodotto dalla Tucker Film con Rai Cinema e MYmovies, sarà presentato in prima mondiale al Torino Film Festival (26 novembre-4 dicembre) chiudendo la sezione Le stanze di Rol.

Questa intensa favola nera, che segna il passaggio dell’udinese Bianchini dalla scena horror indipendente al circuito mainstream, porta con sé il respiro dell’Europa: un protagonista francese, Pierre Richard (Parigi a piedi nudi, Un profilo per due) nome storico del cinema, del teatro e della tivù, una co-protagonista slovena, Iva Krajnc Bagola (Don’t Forget to Breathe), e un direttore della fotografia austriaco, Peter Zeitlinger, vera e propria icona legata a filo doppio con Werner Herzog.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Venom – La furia di Carnage arriva in streaming e in home video

Venom 2

Dal 16 dicembre è in arrivo l’attesissimo Venom – La furia di Carnage di Andy Serkis, che a soli due mesi dall’uscita al cinema sarà disponibile in streaming senza abbonamento sulle principali piattaforme digitali Google Play, Apple TV, Prime Video Store, CHILI, Rakuten TV, TIMVision e SKY Primafila e in Home Video nei formati DVD, Blu-ray e 4K Ultra HD. 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Hard Night Falling – Una notte per morire, la recensione

Ma quante farfalle nello stomaco resuscita il rivedere il bel faccione di Dolph Lundgren a schermo.

Riaffiorano, ad esempio, quei magici momenti di Rocky IV in cui l’attore svedese troneggiava dall’alto sul povero Sly nell’iconico e indimenticabile ruolo di Ivan Drago.

Poi il resto della pellicola qui in sede di giudizio ci riporta purtroppo alla dura e amara realtà e a parte qualche comparsata in produzioni mainstream hollywoodiane del calibro di The Expendables – I mercenari o Aquaman, quel che rimane è una non certo memorabile (ma comunque redditizia) carriera di produzioni di serie b solitamente indirizzate all’home video.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Eli Roth’s History of Horror: con Midnight Factory la seconda stagione completa

Era l’inizio del 2020 quando Midnight Factory aveva ampliato la propria offerta home video editando la prima stagione di Eli Roth’s History of Horror, un gustoso viaggio nel brivido condotto da Eli Roth, regista di pellicole divenute instant-cult come Hostel o Cabin Fever ma anche attore in iconici ruoli come quello del Sgt. Donny Donovitz in Bastardi senza gloria di Quentin Tarantino. Che Eli Roth fosse un vero e proprio appassionato di cultura horror – al limite del fanatismo – non è mai stato nascosto a nessuno e quindi non stupisce questa sua iniziativa, una docu-serie targata AMC (l’emittente di The Walking Dead) che prova ad mettere ordine nell’affollato universo dell’orrore cinematografico. Attraverso preziosi interventi come quello di Quentin Tarantino, Rob Zombie, Joe Dante, Stephen King, Greg Nicotero, Jordan Peele o Jack Black, Eli Roth analizza alcuni generi cinematografici legati al mondo horror cercando di individuare quali siano i titoli che meglio li rappresentano. Da poche settimane Midnight Factory, costola di Koch Media specializzata in horror, ha reso disponibile in Limited Edition 2 blu-ray + Booklet la seconda stagione completa (composta da sei episodi) di questo intrigante viaggio nel cinema horror.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Resident Evil: Welcome to Raccoon City, la recensione

È stato lo stesso regista e sceneggiatore Johannes Roberts a dichiarare a IGN che il vero slancio creativo per dar vita a Resident Evil: Welcome to Raccoon City è stato il remake videoludico di Resident Evil 2 uscito su console a inizio 2019. È dal 2017, infatti, che la Constantine Films ha messo in cantiere un reboot cinematografico della saga di Resident Evil, subito dopo la conclusione della “creativa” storyline costruita da Paul W.S. Anderson con i sei film interpretati da Milla Jovovich.

Inizialmente la Atomic Monster di James Wan si era interessata al progetto, ma con l’entrata in scena dell’inglese Johannes Roberts, talentuoso autore di chicche di tensione come The Other Side of the Door, 47 metri e The Strangers – Prey at Night, il regista di The Conjuring e Malignant è uscito di scena. Ma sia il “vecchio” progetto che vedeva coinvolto Wan che il nuovo corso guidato da Roberts hanno sempre avuto un obiettivo comune: il nuovo film di Resident Evil deve essere un VERO Resident Evil e ispirarsi direttamente ai videogame!

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Una famiglia mostruosa, la recensione

Adalberto e Luana sono due giovani innamorati. La loro storia viaggia alla velocità della luce ma quando scoprono di aspettare un figlio, entrano entrambi nel panico al pensiero di dover dare la notizia alle rispettive famiglie. Per Luana, tuttavia, il problema sembra essere più facile da affrontare dal momento che sostiene di essere orfana ma per Adalberto le cose non sono affatto così semplici. Nato in una famiglia di mostri, con un padre vampiro e una madre strega, il ragazzo sa molto bene che a casa sua gli umani non sono ben visti (se non come carne da macello). Ma ormai il danno è fatto, Luana è incinta e Adalberto non può fare altro che condurre la sua fidanzata al castello di famiglia così da presentarla ai suoi genitori, ma anche alla sorellina vampira, allo zio assemblato in laboratorio e ad una sua vecchia fiamma amica di famiglia che ha il dono dell’invisibilità.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 3.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Hotel Poseidon, la recensione del film in anteprima al Be Afraid Horror Fest 2021

Presentato in anteprima mondiale al BIFFF (Brussels International Fantastic Film Festival) e italiana al ToHorror di Torino e nella terza edizione del Be Afraid Horror Fest, Hotel Poseidon è l’opera prima del belga Stef Lernous. E qui c’è subito bisogno di aprire una parentesi.

Lernous ha una carriera decennale nel mondo del teatro come regista e attore, nonché fondatore e direttore della Compagnie Abattoir Fermé, una formazione teatrale che si rispecchia totalmente nel suo primo lungometraggio, da lui anche sceneggiato. Quindi Hotel Poseidon ha un’impostazione che deve molto al palcoscenico: totalmente in interni, con pochi attori in scena e un’enfasi grottesca nella messa in scena che potrebbe lasciare perplessi i più.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)