Nella terra incantata di Kumandra: RAYA E L’ULTIMO DRAGO

Raya e l’ultimo drago è lo scalino successivo dellevoluzione nella raffigurazione della Principessa Disney, un’affermazione della contemporaneità che pone al centro della storia una donna forte, combattiva e determinata dalle cui scelte dipende il destino del suo mondo. Continua »

Nel segno del thriller classino: FINO ALL’ULTIMO INDIZIO

Fino all’ultimo indizio si ambienta nel 1990 a Los Angeles dove un misterioso serial killer sta mietendo vittime tra le giovani donne del posto. Un modus operandi che ricorda sospettosamente un caso rimasto insoluto molti anni prima e di cui si stava occupando l’allora detective Joe Deacon Continua »

Il gatto e il topo più famosi dei cartoon arrivano al cinema: TOM & JERRY

Colorato, divertente, ritmato e con una storia ben articolata per dar rilievo alla protagonista umana pur tenendo al centro della vicenda sempre Tom e Jerry. L’operazione può considerarsi riuscita! Continua »

Lo Stephen King seriale che divide: THE STAND

The Stand porta la firma creativa di Josh Boone (The New Mutants) e Benjamin Cavell, la regia di molti episodi del talentuoso Vincenzo Natali (Cube – Il cubo, Splice) e la supervisione allo script, oltre che la scrittura di alcuni episodi, dello stesso Stephen King Continua »

La JUSTICE LEAGUE nella versione che sarebbe dovuta essere

Dopo quattro lunghi anni di rivelazioni, smentite e attese che avevano fatto della famigerata “Snyder Cut” di Justice League quasi una leggenda metropolitana, il film così come era stato pensato da Zack Snyder vede finalmente la luce e arriva in esclusiva digitale Continua »

WANDAVISION: benvenuti nella Fase 4!

WandaVision, la prima serie televisiva Marvel Studios ufficialmente inserita all’interno dell’MCU e utile a portarne avanti la narrazione. Ma, secondo i piani iniziali, WandaVision non sarebbe dovuto essere l’ingresso alla Fase 4... Continua »

Misteri di famiglia nello psycho-horror RELIC

Presentato con successo al Sundance Film Festival 2020 e poi portato in Italia in home video da Blue Swan Entertainment dopo essere stato in programma al Trieste Science+Fiction Festival 2020, Relic riesce a raccontare una storia di fantasmi e case infestate riflettendo sulla solitudine dell’essere umano e sull’abbandono a cui, a volte, sono condannate le persone anziane. Continua »

JUDAS AND THE BLACK MESSIAH, da una storia vera, 6 nomination agli Oscar

Tra i titoli candidati ai Premi Oscar 2021 troviamo diversi film che affrontano il tema della discriminazione razziale utilizzando storie vere, come accade in Judas and the Black Messiah, secondo lungometraggio del newyorkese Shaka King, film candidato a 6 Premi Oscar e già vincitore di un Golden Globe. Continua »

Un porno amatoriale vi seppellirà: BAD LUCK BANGING OR LOONY PORN

Vincitore al Festival di Berlino 2021, Bad Luck Banging or Loony Porn è il nuovo film del romeno Radu Jude che denuncia l ipocrisia della società contemporanea e lo fa con un film... ipocrita! Continua »

LOCKED DOWN: chiusi in casa per organizzare un colpo milionario!

Locked Down ci riporta indietro di un anno, all’inizio della maledetta pandemia che ha rivoluzionato la quotidianità di tutti gli esseri umani a partire dal primo quadrimestre del 2020, per l’esattezza ci riporta nelle due settimane di lockdown totale londinese. Continua »

Benvenuti Sopramorti! NON MI UCCIDERE diventa un film

Non mi uccidere è l’adattamento del primo (dei tre) romanzi di Chiara Palazzolo dedicati alla sopramorta Mirta/Luna, una trilogia che illustra le difficoltà della crescita esplorando un mondo oscuro fatto di sangue, morte e riscatto. Continua »

ZERO: il supereroe italiano invisibile di Netflix

Pensata per un pubblico adolescenziale, come praticamente tutte le serie italiane originali Netflix, Zero ha la particolarità di abbracciare anche tematiche appartenenti al mondo del fantastico, nello specifico superoistiche. Continua »

NOMADLAND, trionfatore agli Oscar 2021

Nomadland è un racconto di dimenticati, di gente senza radici e senza germogli, ma che nonostante tutto vanno avanti, consapevoli che la casa è qualcosa che si porta sempre con sé indipendentemente da dove ci si trovi. Continua »

TENEBRE E OSSA: approda su Netflix il fantasy tratto da Laigh Bardugo

Ancora prima che la serie Tenebre e Ossa fosse pubblicata lo scorso 23 aprile, ci sono state polemiche di ogni tipo, a cominciare dalla scelta del cast, che sembrava non rispettare sufficientemente tutta l’iconicità che i personaggi della Bardugo ispirano; ma contro ogni premessa il risultato ha soddisfatto tutti. Continua »

Woody Allen torna ad essere cinefilo: RIFKIN’S FESTIVAL

Domanda retorica: avete mai ascoltato qualcuno dei luoghi comuni che imprescindibilmente accompagnano la visione di ogni nuovo film di Allen? Rifkin’s Festival non ne è certo esente ma proviamo a capire in che modo, snocciolandoli uno ad uno. Continua »

 

Luca, la recensione del nuovo film Disney-Pixar

LUCA

Il mare, il sole, l’estate, la gioventù. L’Italia. Soprattutto l’Italia! Quell’elemento che può far davvero la differenza per un abitante del Belpaese guardando l’ultimo bellissimo film Disney-Pixar, Luca, che è ambientato proprio nella meravigliosa cornice delle Cinque Terre liguri.

La mano dietro Luca è, irrimediabilmente, italiana, anzi ligure visto che la Pixar ha affidato la regia del loro 24° lungometraggio a Enrico Casarosa, genovese di nascita e “uomo Disney” dal 2006, quando ha iniziato a lavorare in Pixar Animation Studios in qualità di storyboard artist, mentre nel 2011 esordisce in regia del cortometraggio candidato agli Oscar La Luna (che al cinema era in apertura di The Brave – Ribelle). Mai persona poteva essere più adatta, dunque, per dipingere un’Italia che va ben oltre i classici luoghi comuni, che si insinua in una quotidianità da borgo marittimo che solo chi l’ha vissuto può davvero conoscerlo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Gli idoli delle donne: Lillo & Greg registi e interpreti di un nuovo film

gli idoli delle donne

Sono iniziate il 14 giugno le riprese di Gli idoli delle donne, il nuovo film interpretato dal duo comico Lillo e Greg, che curano anche la regia a sei mani con Eros Puglielli. Il film è stato scritto dalla coppia comica insieme a Matteo Menduni e Tommaso Renzoni; nel cast anche Ilaria Spada, Francesco Arca, Maryna e Corrado Guzzanti.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Dune fuori concorso in prima mondiale alla 78a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

Dune, diretto da Denis Villeneuve (Arrival, Blade Runner 2049), sarà Fuori Concorso, in prima mondiale, alla 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia che si terrà dall’1 all’11 settembre 2021.

Prodotto da Warner Bros. Pictures e da Legendary Pictures, Dune è l’attesissimo adattamento per il grande schermo dell’omonimo romanzo di fantascienza del 1965 di Frank Herbert. Il film sarà proiettato venerdì 3 settembre 2021 nella Sala Grande del Palazzo del Cinema al Lido di Venezia.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Occhiali neri: Ilenia Pastorelli sarà la protagonista del nuovo film di Dario Argento

Riceviamo finalmente notizie concrete sul nuovo progetto di Dario Argento, il film Occhiali neri, annunciato dal regista romano ormai quasi da due anni. Grazie al listino vendite presentato dalla società di produzione franco/tedesca Wild Bunch International per il market che si terrà a luglio nel corso del Festival di Cannes, troviamo anche il tanto atteso nuovo film di Dario Argento e, dalla scheda prodotto, apprendiamo molte novità su questo progetto.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Mandibules – Due uomini e una mosca, la recensione

Mandibules

Presentato fuori concorso alla 77esima edizione della Mostra dell’Arte Cinematografica di Venezia, Mandibules – Due uomini e una mosca di Quentin Dupieux, si rivela una parentesi piacevole e divertente, in un festival altrimenti contrassegnato da titoli interessanti ma con contenuti tutt’altro che leggeri.

Jean Gab (David Marsais) e Manu (Grégoire Ludig) conducono due vite sgangherate e alla giornata, raccogliendo quello che riescono dove possono. Un giorno Manu coinvolge Jean Gab in un “lavoretto facile” che necessita solo di “un’auto con un bagagliaio vuoto”, peccato che nel bagagliaio dell’auto che decide di rubare si scopre essere intrappolata una mosca gigante.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Monster Hunter, la recensione

Si può impostare un’intera carriera nel trasporre per il cinema i videogiochi di successo? Se lo chiedete a Paul W.S. Anderson di sicuro vi risponderà che si, si può!

Piazzando il suo primo successo commerciale nel 1995 con l’adattamento cinematografico di Mortal Kombat, Paul W.S. Anderson ha poi dedicato anima e corpo alla saga filmica di Resident Evil, ha diretto il primo Alien vs Predator (che, vi ricordo, deriva in primis da un videogame), ha prodotto DOA: Dead or Alive di Corey Yuen e, a distanza di 4 anni dalla fine di Resident Evil, continua imperterrito con la sua passione videoludica trasponendo Monster Hunter.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Spiral – L’eredità di Saw, la recensione

Correva l’anno 2004 quando un giovane regista di nome James Wan esordiva alla regia di un lungometraggio a basso budget scrivendo un importante capitolo del panorama horror contemporaneo. Quel ragazzo sarebbe diventato uno dei più influenti professionisti di Hollywood, soprattutto nel settore del cinema dell’orrore, e quel film, intitolato Saw, avrebbe dato il via a un nuovo filone di successo e un numero impressionante di sequel ufficiali. La saga oggi è arrivata al nono capitolo, Spiral – L’eredità di Saw, che sulla carta è una sorta di reboot dopo il fiasco al botteghino del precedente film, Saw: Legacy, del 2017.  

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Pierfrancesco Campanella racconta le sue “bugie cattive” a CG Entertainment

Strepitosamente… flop, Cattive inclinazioni, Bugie rosse: le più importanti opere cinematografiche di Pierfrancesco Campanella, dopo essere state recentemente rieditate in dvd e rese visionabili sia attraverso la piattaforma CG Digital che on demand nella App Samsung TV Plus, sono ora al centro di una nuova originale operazione di marketing che prevede la collaborazione con i più importanti social.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Altrimenti ci arrabbiamo: iniziate le riprese del reboot

Era il 1974 quando Altrimenti ci arrabbiamo esplose nelle sale italiane, diventando in poco tempo uno dei film di più grande successo al box office, oltre che una delle opere più amate dell’acclamata coppia Bud Spencer & Terence Hill. A distanza di oltre quarant’anni, il film simbolo del genere buddy-movie all’italiana torna a rivivere sul grande schermo con una nuova versione che ha già fatto molto discutere i fan e i tuttologi dei social all’annuncio dato la scorsa settimana. Ma ora ci arriva la prima comunicazione ufficiale dell’inizio riprese che comprende anche svelamento della crew e del resto del cast, oltre che un simpatico teaser poster.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Amusement Park, la recensione del film perduto (e ritrovato) di George A. Romero

The Amusement Park

Oggi conosciamo, giustamente, George A. Romero come uno dei Maestri del cinema postmoderno, leader della new wave horror statunitense che ha di fatto inaugurato con La notte dei morti viventi nel 1968. Ma il “papà degli zombi”, all’inizio della sua carriera, non se l’è passata benissimo e nonostante il suo primo film avesse avuto un grande successo, un problema con il copyright (applicato sul primo titolo con cui fu distribuito, Night of the Flesh Eaters, ma per distrazione non sul successivo Night of the Living Dead) ha fatto si che il regista non ci guadagnasse quasi nulla. Disastrosi al botteghino furono invece il secondo (There’s Always Vanilla) e il terzo (La stagione della strega) film di Romero tanto che, a inizio anni ’70, stava cominciando ad accettare qualsiasi lavoro entrasse. The Amusement Park è proprio un film su commissione, richiesto e finanziato addirittura dalla Lutheran Society come documento educativo per la sensibilizzazione sulle problematiche della terza età e denuncia agli abusi sugli anziani.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)