Elsa e Anna tornano in azione per scoprire il loro passato: FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

Ora che Elsa è regina di Arendelle e ha rinsaldato il rapporto con sua sorella Anna, nel paese regna l’armonia. Però una voce che nessun altro riesce ad udire turba la regina, una voce che le riecheggia nelle orecchie e promette di rivelarle la verità riguardo la scomparsa dei suoi genitori. Continua »

Dal regista de Gli ultimi Jedi, un grande omaggio al giallo classico: CENA CON DELITTO

Cena con delitto – Knives Out, un prodotto del tutto originale (nel senso che non ha matrice letteraria ne è un remake) che si ancora prepotentemente ai dettami del giallo deduttivo omaggiandolo e decostruendone le regole. Continua »

Ciro è vivo! Gomorra guadagna uno spin-off cinematografico: L’IMMORTALE

La storia di Ciro Di Marzo, detto l’Immortale, inizia nell’ormai lontano 2014 quando su Sky esordiva la serie tv ispirata al successo editoriale di Roberto Saviano (e, di conseguenza, al film di Matteo Garrone) Gomorra. Continua »

IL PRIMO NATALE di Ficarra e Picone

Probabilmente è grazie agli oltre 11 milioni guadagnati dal loro ultimo film, L’ora legale, record al botteghino per un film italiano nel 2017, che il duo comico Ficarra e Picone ha potuto portare a segno un’opera tanto ambiziosa e produttivamente impegnativa come Il primo Natale. Continua »

STAR WARS: L’ASCESA DI SKYWALKER, si chiude una saga iniziata 42 anni fa

La trilogia di Star Wars iniziata nel 2015 da J.J. Abrams con Il risveglio della Forza, ha svolto con successo e intelligenza l’arduo compito di portare a una conclusione una storia iconica avviata oltre quarant’anni fa. Oggi quella conclusione ce l’abbiamo davanti agli occhi, risponde al titolo di L’ascesa di Skywalker ed è il nono episodio della saga, il terzo della storyline principale a marchio Walt Disney Studios. Continua »

Coppia gay con figli: torna Ozpetek con LA DEA FORTUNA

Ferzan Ozpetek, dopo aver provato a perseguire le vie del thriller con Napoli velata, torna al “suo cinema” con La Dea Fortuna ritrovando una ghiotta occasione per poter parlare liberamente di tutti quei temi a lui cari. Continua »

LAST CHRISTMAS: appuntamento sotto il vischio per la favola romantica di Natale

Last Christmas, diretto da Paul Feig e interpretato da Emilia Clarke e Henry Golding, prende in prestito il titolo della celebre hit George Michael ed è la perfetta favola di Natale per chi sa esattamente cosa aspettarsi. Tuttavia, questo non significa che il film sia privo di pregi. Continua »

Da Dogman a Pinocchio, il favoloso percorso di Matteo Garrone

Il Pinocchio di Matteo Garrone possiede un equilibrio unico, un perfetto bilanciamento tra la favola collodiana e l’opera cinematografica di un autore dalla firma inconfondibile. Continua »

Il gioco ricomincia con JUMANJI: THE NEXT LEVEL

Jumanji: The Next Level si muove in territori sicuri… ma talmente sicuri da somigliare a Jumanji – Benvenuti nella giungla con sospetto che gli sceneggiatori Jeff Pinkner e Scott Rosenberg abbiano in fin dei conti riciclato la loro stessa sceneggiatura del film precedente. Continua »

I celebri giocattoli protagonisti di un film animato: PLAYMOBIL - THE MOVIE

Dopo il successo internazionale di The LEGO Movie e relativi sequel e spin-off, anche Playmobil decide di conquistare il grande schermo con un modestissimo prodotto che arriva nelle nostre sale a fine 2019… ma sembra già vecchio di anni. Continua »

I 5 Migliori film del 2019 secondo DarksideCinema.it

Tutto il meglio del cinema uscito in Italia nel 2019 Continua »

I 5 Peggiori film del 2019 secondo DarksideCinema.it

Tutto il peggio del cinema arrivato in Italia nel corso del 2019 Continua »

I Migliori e i Peggiori Horror del 2019 secondo DarksideCinema.it

Tutto il meglio e il peggio del cinema horror internazionale arrivato al cinema e in streaming nel 2019 in Italia... powered by Horrorside! Continua »

Il campione al botteghino Checco Zalone torna con TOLO TOLO, per parlare di immigrazione

Da un soggetto di Paolo Virzì, co-autore anche della sceneggiatura insieme allo stesso Checco Zalone, Tolo Tolo si prefigge il non facile compito di sensibilizzare lo spettatore medio dei film di Checco Zalone alla questione immigrati, raccontando la difficoltà che molte persone dell’Africa devono affrontare quotidianamente e i motivi che li spingono a lasciare il loro paese in cerca di accoglienza. Continua »

Da una storia vera, il commovente 18 REGALI

La struggente e commovente scelta di Elisa Girotto, neomamma che dopo aver appreso di avere un tumore incurabile al seno decide di lasciare a sua figlia diciotto regali – uno per ogni compleanno – così da starle comunque vicino anche se in modo diverso. Continua »

 

Memorie di un assassino, la recensione

Sagace e lucidissima riflessione degli anni più bui della storia della Repubblica di Corea, Memorie di un assassino – Memories of Murder racconta attraverso il ricorso a reali fatti di cronaca adeguatamente romanzati la società sudcoreana di metà anni ’80 e lo fa con tale maestria da noir e cinismo da satira da rendere la storia di un Paese fruibile in maniera trasversale a qualsiasi pubblico. Questo è un po’ il talento che il regista Bong Joon-ho, fresco trionfatore agli Oscar 2020 con la sua opera più tagliente Parasite, ha dimostrato fin da principio quando nel 2000 ha esordito con la commedia dalle tinte fosche Barking Dogs Never Bite. E Memorie di un assassino appartiene proprio alla prima fase di una carriera fino ad oggi molto coerente essendo datato 2003, precisamente il secondo film da lui diretto e arrivato nei cinema italiani solo ora, a distanza di ben 17 anni, distribuito da Academy Two proprio all’indomani dell’incredibile successo di Parasite.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Fantasy Island, la recensione

Dal 1978 al 1984 l’emittente televisiva statunitense ABC ha trasmesso Fantasy Island, serie tv in sette stagioni che in Italia è arrivata su Canale 5 con il titolo Fantasilandia. L’idea era geniale anche se per certi versi mutuata da Il mondo dei robot di Michael Crichton e raccontava di un’isola su cui i ricchi vacanzieri potevano chiedere che qualunque loro fantasia fosse realizzata. Una serie destinata alle famiglie che è diventata celebre grazie agli iconici tenutari dell’isola che creano un fil rouge lungo tutte le stagioni, Mr. Roarke e il suo fido assistente nano Tatoo, che erano interpretati da Ricardo Montalbàn e Hervé Villechaize. Curiosamente questa serie che, a suo modo, ha fatto la storia della serialità televisiva è finita nelle mire della Blumhouse, la casa di produzione specializzata in film horror, per un reboot cinematografico che attingesse proprio all’immaginario orrorifico.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Sonic – Il film, la recensione

Dannata nostalgia.

Il cinema (e la tv) degli ultimi anni sta sfoderando continuamente assi nelle maniche che puntano tutto sulla memoria pop dello spettatore nato negli anni ‘80 e cresciuto negli anni ’90, un continuo ottovolante di stimoli che richiama alla memoria il bagaglio culturale diretto di coloro che oggi hanno tra i 30 e i 40 anni di età. Ultimo esponente di questa tendenza acchiappa-retronerd è Sonic – Il film, un titolo che parla chiarissimo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Il lago delle oche selvatiche, la recensione

Il regista/sceneggiatore Diao Yinan è una vera rivelazione; nonostante abbia pochi lungometraggi al suo attivo, ha già collezionato una stupefacente mole di riconoscimenti internazionali in prestigiosi Festival. Il lago delle oche selvatiche (The Wild Goose Lake) è la sua ultima fatica ed è l’ennesimo punto di vista da cui parte per osservare l’universo poliziesco cinese.

La metropoli di Wuhan era poco conosciuta fino a tre mesi fa, ma le cronache di attualità le stanno dando una enorme, e molto triste, notorietà mondiale; tutto il racconto è ambientato nelle sue periferie (degradate ma non per forza). I due assoluti protagonisti sono Hu Ge (il fuggitivo Zhou Zenong) e Gwei Lun Mei (la “bagnante” Liu Ai’ai); lui è inseguito, anzi, braccato perchè reo di avere ucciso un poliziotto e lei è una prostituta il cui luogo di lavoro è sulle sponde del lago di cui al titolo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Oscar 2020: resoconto della cerimonia e tutti i premi

Los Angeles, notte tra il 9 e 10 febbraio 2020, ore 5:25 italiane, circa. Si è fatta la Storia del cinema internazionale grazie alle 92^ edizione degli Academy Awards con l’assegnazione al film sudcoreano Parasite della statuetta come Miglior Film, dopo la vittoria dell’Oscar come Miglior Film Internazionale. È la prima volta che un film non in lingua inglese vince l’ambita statuetta di miglior film, nonché prima volta che un film di nazionalità sudcoreana non solo vince un Oscar, ma viene addirittura nominato!

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Skam Italia: la serie che gli adolescenti italiani si meritavano

Ancora non si è capito cosa generi l’aporia che da sempre caratterizza il cinema italiano adolescenziale: com’è possibile che escano film degni di pregio come Fiore, Scialla, Alì ha gli occhi azzurri, La paranza dei bambini, La terra dell’abbastanza e tanti altri ma quando si tratta di fiction non si riesce a creare dei personaggi che siano qualcosa di più di macchiette stereotipate in preda agli ormoni.

Insomma: gli Americani hanno avuto Dawson’s Creek, che al giorno d’oggi è quasi del tutto inguardabile, ma i discendenti di Dante si sono dovuti subire gli intrallazzi amorosi de I Cesaroni, I ragazzi del muretto, Un medico in famiglia e di Un posto al sole.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Sex Education – Stagione 2: i maestri diventano allievi

Uscita il 17 gennaio con la seconda stagione sulla piattaforma streaming, Sex Education si conferma uno dei prodotti Netflix più azzeccati dell’ultimo paio d’anni, con una visione aggiornata della classica commedia adolescenziale che risulta fresca e, appunto, educativa.

Creata da Laurie Nunn, la serie segue il personaggio di Otis (Asa Butterfield), un sedicenne sessuofobo figlio di Jean (Gillian Anderson, la Dana Scully della serie X-Files) una terapeuta sessuale e affettiva. Con la sua immensa conoscenza teorica in materia sessuale, Otis viene approcciato da Maeve (Emma Mackey) che gli propone di collaborare insieme a una clinica del sesso sottobanco, in modo da aiutare i compagni di scuola nelle loro problematiche legate al sesso e allo stesso tempo guadagnarci qualcosa.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Diamanti grezzi, la recensione

Potremmo quasi intitolare questa recensione “la rivincita di Adam Sandler”, in quanto la sua performance ha quasi del miracoloso vista la sua attitudine a scegliere ruoli in commediole modeste e demenziali. Ma non ci dimentichiamo che era già stato selezionato niente meno che da Paul T. Anderson per il suo Ubriaco d’amore, ruolo che per la prima volta portò alla luce le sue grandi doti drammatiche. E i fratelli Safdie fungono allo stesso modo da apripista per tutto il potenziale inespresso di questo attore, che con il giusto coach in panchina riesce a sfoderare prestazioni che per un pelo non vengono prese in considerazione dalla giuria degli Oscar.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 9.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Finalmente in blu-ray Allucinazione Perversa, il cult perturbante di Adrian Lyne

L’attesa è stata decisamente lunga ma finalmente Allucinazione perversa, l’inquietante psico-dramma a sfondo horror diretto da Adrian Lyne, arriva sul nostro mercato home video in alta definizione Blu-ray disc. Un piccolo grande cult, quello firmato da Lyne, a volte ingiustamente dimenticato ma indubbiamente ricco di un valore che trascende l’opera in se. Oltre ad essere uno dei titoli che, assieme a pochi altri, è riuscito a raccontare in modo più efficace e originale il problema relativo al reinserimento sociale dei reduci del Vietnam, Allucinazione perversa ha il grande merito d’aver introdotto tecniche innovative per ciò che concerne gli effetti visivi ed aver influenzato tantissimo cinema avvenire con il suo sorprendente colpo di scena finale. Allucinazione perversa  è disponibile da qualche settimana in Blu-ray disc (ma anche in una nuova edizione DVD) grazie ai canali distributivi CG Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’apocalisse nel sangue di Everybloody’s End si mostra in un trailer

Diretto da Claudio Lattanzi, già autore dello splatter cult Killing birds – Raptors (1988), Everybloody’s End è stato presentato in anteprima internazionale sui prestigiosi schermi di SITGES – Festival internazionale del cinema fantastico della Catalogna nella sezione Brigadoon e ora si mostra in un appetitoso trailer ufficiale.

Produzione Himirides, Everybloody’s End si svolge in un tempo indefinito e annovera tra le proprie influenze i film su Dracula realizzati da Jesus Franco e da Paul Morrissey.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)