JOHN WICK è tornato in azione nel terzo film della saga

Una trama semplice, un personaggio ben caratterizzato, sequenze d’azione magnifiche: insomma, ogni cosa profumava di cult e così è accaduto, dal momento che John Wick si è in breve tempo imposto come nuovo punto di riferimento per il cinema hard boiled. Continua »

La magia di ALADDIN torna a mietere successo nel remake live action del classico Disney

Seguendo con fedeltà l’opera di Musker e Clements, la versione live action di Aladdin decide di agganciarsi a una tradizione cultural-cinematografica ben precisa, quella bollywoodiana. Continua »

L’ANGELO DEL MALE – BRIGHTBURN... e anche Superman diventa horror!

Brightburn – L’angelo del Male non è ne più ne meno che Superman. Il film diretto da David Yarovesky, scritto da Brian e Mark Gunn e prodotto da James Gunn è palesemente la versione horror e perversa dell’eroe venuto da Krypton e ne esibisce fieramente tutte le peculiarità. Continua »

Bellocchio e Favino raccontano il pentito di mafia Buscetta ne IL TRADITORE

L’ultima fatica del pluripremiato regista Marco Bellocchio, che vede Pierfrancesco Favino nei panni del ‘boss dei due mondi’ Tommaso Buscetta, si è fatta positivamente notare sulla croisette, dove è stata presentata in concorso. Continua »

ROCKETMAN, il biopic musicale sulla vita di Elton John

Cosa si nasconde dietro gli occhialoni stravaganti, ai glitter e agli eccessivi lustrini dei costumi di Elton John? Il piccolo e introverso Reginald Dwight o un uomo infelice, eccentrico e impegnato nella costante ricerca d’amore e affetto? Ce lo racconta nel modo più coinvolgente e originale possibile il regista Dexter Fletcher in Rocketman. Continua »

Uno spettacolo di distruzione: GODZILLA II: THE KING OF THE MONSTERS

Godzilla II: King of the Monsters oltre a riportare in scena il rettile radioattivo introduce altre creature, denominate Titani, che l’appassionato di kaiju-eiga già conosce: Rodan il mostro alato, la falena gigante Mothra e il drago tricefalo Ghidorah. Continua »

Da Nick Hornby arriva la commedia romantica sulla musica JULIET NAKED

La musica che è perno portante del suo celeberrimo cult Alta Fedeltà, torna prepotentemente protagonista in Juliet, Naked – Tutta un’altra musica. Continua »

AMERICAN ANIMALS, molto più che un heist movie!

American Animals racconta esattamente il tentativo di quattro ragazzi di rapinare la biblioteca della Transylvania University di Lexington in Kentucky, nella quale il libro e tante altre opere di grande valore sono custoditi. Un altro heist movie? Un altro figlio illegittimo di Ocean’s Eleven? Nemmeno lontanamente. Continua »

Si conclude la saga degli X-MEN con DARK PHOENIX

X-Men: Dark Phoenix è l’ultimo film della saga dei mutanti Marvel, l’ultimo letteralmente, almeno della gestione 20th Century Fox. Ma, allo stesso tempo, non è un film pronto a dar l’addio ai sui personaggi, non lo è come lo è stato, ad esempio, in maniera intelligente e struggente Logan per quanto riguarda il personaggio di Wolverine. Continua »

Max, Duke e Nevosetto sono tornati in PETS 2 - VITA DA ANIMALI

Pets 2 – Vita da animali è il decimo film della Illumination, e se il primo capitolo ci ha insegnato l’accettazione e la tolleranza, quando Max ha imparato a voler bene al suo nuovo fratello peloso Duke, ora il messaggio è quello che bisogna avere sempre fiducia in se stessi, riuscire a fare la cosa giusta anche quando si ha paura e che l’unione fa sempre la forza. Continua »

POLAROID: quella macchina fotografica uccide!

Quando ci si imbatte in prodotti come Polaroid, lungometraggio d’esordio del norvegese Lars Klevberg, si rimane un po’ sconcertati dal vuoto totale che un genere meraviglioso come l’horror possa a volte generare. Continua »

A MANO DISARMATA: la vera storia di Federica Angeli

A mano disarmata, diretto da Claudio Bonivento e tratto dall’omonimo libro, racconta la storia vera di Federica Angeli, la cronista di Repubblica che dal 2013 vive sotto scorta a causa delle minacce da parte del clan ostiense degli Spada. Continua »

Gaspar Noé torna a provocare con il delirante horror coreografico CLIMAX

Climax, l’ultima opera del regista argentino naturalizzato francese, è in perfetta sintonia con la poetica di Noé, abbracciandone pregi e difetti e, per questo motivo, è un film che va fruito con la debita preparazione all’operato dell’autore. Continua »

Giorgio Tirabassi dirige e interpreta IL GRANDE SALTO!

Dopo quasi quarant’anni di fortunata carriera, il sempre bravo (e simpatico) Giorgio Tirabassi decide di accrescere il suo percorso nello spettacolo passando anche dietro la macchina da presa. Ecco dunque che Il grande salto non è solo il titolo del suo esordio in cabina di regia ma, metaforicamente parlando, assume anche la valenza di una sincera dichiarazione d’intenti nonché un’ottimistica previsione sulla sua attività presente e futura. Continua »

Steve Carrell e Timothée Chalamet nello struggente BEAUTIFUL BOY

Beautiful Boy è cinema o un’operazione pubblicitaria? Verrebbe da scegliere immediatamente la prima opzione, ma qualcosa spinge nell’altra direzione. Continua »

Gli zombi senza verve di Jim Jarmusch: I MORTI NON MUOIONO

I morti non muoiono (The Dead Don’t Die) è stato scelto per aprire la competizione del 72° Festival di Cannes, scelta singolare per un film sui morti viventi se non fosse per il nome del regista e sceneggiatore, abbonato alla Croisette dai tempi di Stranger Than Paradise (1984). Solo che le fin troppo alte aspettative sono state tradite e quella di Jim Jarmusch è una zombie-comedy sciocchina, poco divertente, per nulla suggestiva e men che meno ispirata. Continua »

 

Toy Story 4: incontro con le voci italiane

Toy Story 4 arriverà nei cinema italiani il 26 giugno, pronto a divertire, commuovere e far sognare grandi (soprattutto) e bambini. In occasione dell’uscita del film, Walt Disney Italia ha organizzato un incontro per promuovere il quarto capitolo del franchise Pixar, coinvolgendo le voci italiane del film. Massimo Dapporto, Luca Laurenti, Corrado Guzzanti, Rossella Brescia, Riccardo Cocciante e Benji & Fede hanno incontrato la stampa, raccontando la loro esperienza con il mondo del doppiaggio Disney.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

I Am Mother, la recensione

Luke, sono tuo padre

Frase più nota, forse, non esiste.

Una notizia sconvolgente, una saga unica, una rivelazione che rimarrà negli annali della storia del Cinema.

Con le dovute proporzioni, I Am Mother sarebbe potuto essere un piccolo cult, proprio come al tempo si rivelò Star Wars.

Dovute proporzioni, dicevamo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Neon Thriller: Too Old to Die Young di Nicolas Winding Refn

È difficile. È veramente difficile parlare di Too Old to Die Young, la serie TV di Nicolas Winding Refn, uno degli autori contemporanei che non scende mai a compromessi, che non si inclina alle regole produttive, che non cerca il riscontro facile di pubblico e critica: è uno che ha una sua poetica forte, una concezione estetica manierista e sfacciata dove la sublimazione dell’immagine (sua madre è fotografa) è superiore a ciò che si sta raccontando.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

La bambola assassina, la recensione

Nel turbine da revival anni ’80, che trova espressione al cinema così come in tv e nel mondo dei fumetti, non poteva esimersi una delle icone horror nate al cinema proprio sul finire di quella decade, Chucky, il temibile e sboccato serial killer imprigionato nel corpo plasticoso di un bambolotto e protagonista del franchise La bambola assassina.

Film prodotto nel 1988 e diretto da Tom Holland da un’idea di Don Mancini, La bambola assassina si impose immediatamente nell’immaginario degli horror-fan come uno dei più originali, spaventosi e carismatici boogeyman del cinema di paura. Affiancando altre icone del genere come Freddy Krueger, Jason Voorhees, Michael Myers e Leatherface, Chucky tornò più e più volte al cinema in una lunga saga che conta, ad oggi, sette film, tutti di qualità medio/alta con il picco raggiunto nel 1998 dal cultissimo La sposa di Chucky di Ronnie Yu, in cui la contaminazione con la commedia aveva ridefinito (e in buona parte resuscitato) il brand.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Rapina a Stoccolma, la recensione

Nell’estate del 1973, nella Sveriges Kreditbank di Stoccolma si verificò un caso eclatante: Jan-Erik Olsson entrò armato in banca, non era interessato ai soldi ma alla liberazione dell’amico Clark Olofsson, detenuto in un carcere locale. Jan-Erik, raggiunto da Clark, prese in ostaggio quattro persone per ben sei giorni, poiché il governo svedese impediva al rapinatore di lasciare la banca con gli ostaggi. Una notizia che fece il giro del mondo per il paradossale impasse in cui si era arenata e sulla quale fece chiarezza, un anno dopo,  un articolo del New Yorker scritto da Daniel Lang e intitolato The Bank Drama, da cui emerse un dato che ha dell’incredibile: gli ostaggi, in particolare Patty Hearst, entrarono talmente in empatia con i rapitori da collaborare con loro volontariamente per il raggiungimento dello scopo, che a quel punto era diventato un affare comune contro l’ottusità del sistema di governo e della polizia. Questo particolare episodio ha dato vita a quel fenomeno che oggi conosciamo come Sindrome di Stoccolma, una situazione in cui gli ostaggi finiscono per legarsi ai loro sequestratori mettendosi anche contro le autorità.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

La prima vacanza non si scorda mai, la recensione

L’avventurosa Marion (Camille Chamoux) e l’ipocondriaco Ben (Jonathan Cohen) hanno più di trent’anni, vivono a Parigi, e si conoscono su Tinder, l’app di incontri. Lei è intrepida e ama l’avventura, lui è ordinato e ipocondriaco. Ma gli opposti si attraggono e, dopo una notte di sesso sfrenato, decidono di trascorrere insieme le loro vacanze estive: a metà strada tra le loro destinazioni da sogno, Beirut per Marion, Biarritz per Ben, finiranno per ritrovarsi… in Bulgaria. Tra ostelli hippy, spiagge affollate e sport estremi, il viaggio di Marion e Ben si trasformerà in un’avventura on the road rocambolesca e bizzarra, un’esperienza indimenticabile nel bene… e nel male.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Lucania – Terra sangue e magia, la recensione

Nel cuore della Lucania vivono Rocco e sua figlia Lucia. Lui è un contadino burbero, legato alla sua terra in modo indissolubile, mentre lei è una ragazza che ha smesso di parlare subito dopo la morte della madre e sembra aver acquisito il dono di comunicare con i morti. Una “facoltà”, quella di Lucia, che preoccupa molto suo padre il quale si vede costretto a dover ricorrere con fare abitudinario alle cure di una maga contadina. Quando un giorno Rocco respinge l’offerta di Carmine, un autotrasportatore che gli propone di seppellire nella sua proprietà alcuni barili di rifiuti tossici in cambio di denaro, inizia per l’uomo un’inaspettata fuga dalla sua terra insieme a sua figlia. Durante un’aggressione notturna, infatti, Rocco uccide accidentalmente uno degli uomini di Carmine che adesso brama vendetta.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Arrivederci Professore, la recensione

Dopo essere stato presentato allo Zurich Film Festival, lo scorso ottobre, Arrivederci Professore arriva nelle sale italiane il 20 giugno 2019, distribuito da Notorious Pictures.

Secondo film del regista e sceneggiatore Wayne Roberts, Arrivederci Professore è una storia di rinascita e consapevolezza, nonostante abbia come tema la morte incombente e inevitabile.

Richard Brown, interpretato da Johnny Depp, è uno stimato professore di letteratura al college che riceve una diagnosi che non lascia scampo: cancro terminale ai polmoni. Il tempo che ha da vivere è davvero poco, dai 6 mesi ad un anno, se si sottopone alle cure. Cosa che Richard non farà, decidendo di spendere i suoi ultimi giorni come non ha mai pensato di fare, vivendo una vita che, fino a questa tragica scoperta, non ha osato vivere a pieno.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

SIR – Cenerentola a Mumbai, la recensione

C’era una volta la giovane e romantica Ratna che, arrivata da un villaggio di campagna, trova lavoro come domestica per Ashwin, erede di una ricca famiglia di Mumbai. Ashwin, un po’ come un principe, possiede tutto, me è disilluso sul futuro, Ratna, invece, non possiede nulla ma è piena di speranza e lotta per i suoi sogni. Lui e lei rappresentano due mondi distanti che si avvicinano, facendo emergere sentimenti inaspettati. L’attrazione tra i due è pari a quella tra il Principe e Cenerentola, ma far sì che la fiaba arrivi allo stesso lieto fine sarà ben più arduo per i due promessi sposi indiani.

Grazie alle distribuzione indipendente di Academy Two, arriva nelle sale italiane il 20 giugno, SIR –Cenerentola a Mumbai, presentato lo scorso anno durante la Semaine de la Critique del Festival di Cannes. SIR è il film d’esordio della regista indiana Rohena Gera.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il corriere – The Mule e Domani è un altro giorno disponibili in home video

Indubbiamente notevoli le recenti uscite home video a marchio Warner Bros Home Entertainment che ci propone a mo’ di doppietta due opere straordinarie passate in sala ad inizio anno (nel mese di febbraio). Due film diversissimi, per stile, tematica e provenienza geografica, eppure accomunati dalla medesima volontà e capacità di riuscire a raccontare storie dall’alto tasso di drammaticità in modo leggero e a tratti persino brillante. Stiamo parlando dell’entusiasmante Il corriere – The Mule, l’ultima fatica dell’immenso Clint Eastwood, e della dramedy con Marco Giallini e Valerio Mastandrea Domani è un altro giorno.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)