Dal successo del Festival di Venezia, arriva al cinema ANIMALI NOTTURNI di Tom Ford

“Lo stile deve servire la sostanza”, questo è il mantra di Tom Ford che torna al Lido di Venezia con Animali Notturni, un thriller angosciante circondato dallo stile di una passerella di Gucci. Continua »

J.K. Rowling porta al cinema una nuova saga fantasy: ANIMALI FANTASTICI E DOVE TROVARLI

Animali Fantastici e dove trovarli, con la regia di David Yates, già responsabile degli ultimi quattro film di Harry Potter, è l’esordio alla sceneggiatura di J.K. Rowling, la geniale autrice dell’omonimo libro e, ovviamente, di tutta la saga potteriana. Continua »

Herbert Ballerina è QUEL BRAVO RAGAZZO

Herbert Ballerina, collaboratore storico di Maccio Capatonda, è ora protagonista assoluto di un film, Quel bravo ragazzo, per la regia di Enrico Lando. Continua »

Un trial movie sul tema dell’Olocausto, LA VERITÀ NEGATA, con Rachel Weisz e Timothy Spall

Il film affronta in maniera molto diversa dal solito il tema dell’Olocausto che al cinema è ormai stato raccontato decine di volte, in tutte le salse. Un tema molto delicato affrontato attraverso una battaglia legale, avvenuta nei primi anni ’90, che ha visto la studiosa Deborah Lipstadt citata in giudizio con l’accusa di diffamazione dallo storico negazionista dell’Olocausto David Irving, interpretato da un convincente Timothy Spall. Continua »

Jason Statham torna in THE MECHANIC: RESURRECTION, sequel di Professione assassino

L’intera trama di Mechanic: Resurrection è riassumibile con: Bishop (Jason Statham) è un uomo dalle capacità molto particolari che ha acquisito durante la sua lunga carriera, che fanno di lui un incubo per colui che gli ha rapito la ragazza (Jessica Alba), costringendolo a uccidere tre uomini. Continua »

Elle Fanning-Naomi Watts-Susan Sarandon: a confronto 3 GENERATIONS

3 Generations-Una famiglia quasi perfetta, film in concorso nella sezione Alice nella città all’undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, rappresenta uno di quei rari e paradossali casi in cui l’adattamento del titolo non tradisce il film ma anzi, lo favorisce. Continua »

Intento a santificare il celebre ex informatico della CIA, Stone dirige Gordon-Levitt nel biopic SNOWDEN

Snowden sarebbe potuto essere un bel documentario, invece è solo un brutto film. Continua »

Matthew McConaughey è Newt Knight nel dramma storico FREE STATE OF JONES

Presentato al Torino Film Festival, Free State of Jones è la storia vera della guerra al razzismo nell America della guerra civile, con Matthew McConaughey nel ruolo del protagonista e Gary Ross di Hunger Games in regia. Continua »

ROCK DOG, una fiaba animata che incoraggia a perseguire i propri sogni

Ispirato a Tibetan Rock Dog, una graphic novel di Zheng Jun, Rock Dog è la storia di Bodi, un mastino tibetano appasionato di musica che vive in un piccolissimo villaggio abitato per lo più da pecore. Continua »

Clint Eastwood porta al cinema la storia del pilota SULLY, con Tom Hanks

L’ultima opera di Clint Eastwood, Sully è incentrata sulla storia vera del pilota Chesley ‘Sully’ Sullenberger che nel 2009, in seguito a un grave guasto aereo, compì uno straordinario ammaraggio sul fiume Hudson salvando tutti i 155 passeggeri del velivolo. Continua »

Massimo Boldi nel suo cinepanettone UN NATALE AL SUD

Un Natale al Sud dell’esordiente Federico Marsicano, nuovo film con Massimo Boldi e il suo gruppo di fedelissimi che tentano così di bissare il successo del fortunato Matrimonio al Sud dello scorso anno. Continua »

Da Jane Austen, arriva al cinema AMORE E INGANNI, dramma sentimentale con Kate Beckinsale

Amore e inganni, scritto e diretto dal Whit Stillman di Metropolitan (1990), è l’inedito adattamento del racconto epistolare Lady Susan, scritto da una giovane Jane Austen nel 1784 ma pubblicato quasi un secolo dopo, nel 1871, dal nipote di lei, James. Continua »

 

It Follows: l’horror rivelazione in Limited Edition Blu-Ray

it-follows-bluray

Il cinema horror ha delle regole ben precise, è risaputo, ed è sempre più difficile trovare il giusto mood per rielaborare in maniera originale i dettami di tale genere. Nel 1996 c’è riuscito il maestro Wes Craven con Scream e in tempi più recenti ha provato Drew Goddard con l’insolito Quella casa nel bosco. Ma di recente è arrivato un altro film horror-manifesto che ha tentato di svecchiare il genere, ma, a differenza dei citati predecessori, senza utilizzare l’ironia né ponendosi in maniera metacinematografica. Si intitola It Follows e omaggia il periodo più fiorente per il genere rielaborandone completamente gli stereotipi. Ora It Follows è disponibile in home video in una pregiata edizione limitata distribuita da Koch Media e firmata Midnight Fcatory.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La Macchinazione: il thriller-inchiesta sulla morte di Pasolini arriva in edizione 2 DVD

la-macchinazione-dvd

Chi ha ucciso Pasolini?

Questo è il quesito che ha spinto il giornalista-regista David Grieco a lavorare sul thriller d’inchiesta La Macchinazione, una complessa opera che cerca di far luce su quella notte del 2 novembre 1975, quando all’idroscalo di Ostia è stato rinvenuto il corpo esanime del pensatore-artista Pier Paolo Pasolini. Il film di Grieco, che vede al proprio servizio il bravissimo Massimo Ranieri che offre volto e movenze al regista di Accattone, è finalmente disponibile in DVD grazie a CG Entertainment e Mustang Entertainment che editano l’opera in una ghiotta edizione doppio disco ricca di contenuti extra utili ad approfondire il film, la vita di Pier Paolo Pasolini e il mistero di quella notte.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Amore e inganni, la recensione

image amori e inganni

La vedova Lady Susan Vernon (Kate Beckinsale) – venerata dagli uomini, ammirata dalle amiche e odiata dalle mogli altrui – coglie l’occasione di una visita a Churchill, nella proprietà dei cognati Charles e Catherine Vernon, per mettere a tacere disdicevoli pettegolezzi sul suo conto e – perché no? – accalappiare un nuovo marito per sé e la figlia Frederica.
Le sue preferenze ricadono sul giovane e affascinante Reginald DeCourcy (Xavier Samuel), fratello di Catherine, col disappunto di quest’ultima. Riuscirà Lady Susan, spalleggiata dalla fedele amica Alicia (Chloë Sevigny), a mandare in porto le seconde nozze mantenendo intatta la propria reputazione?

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Natale al Sud, la recensione

Un natale al sud poster

Da ormai quasi quarant’anni in Italia il Natale non è Natale se mancano i tradizionali presepi, alberi addobbati, tavole imbandite di pietanze di ogni tipo, i regali, le luci e soprattutto… il cinepanettone. Un filone cinematografico, iniziato negli anni ottanta, che ha sfornato tanti successi di pubblico ma non di critica, che anzi ne ha spesso parlato in termini ostili e denigratori. Nell’ultimo decennio, il cinepanettone ha visto una netta e decisa evoluzione produttiva e tematica dettata dalla necessità di rimanere al passo con i tempi. L’ultimo esempio, in tal senso, è Un Natale al Sud dell’esordiente Federico Marsicano, nuovo film con Massimo Boldi e il suo gruppo di fedelissimi che tentano così di bissare il successo del fortunato Matrimonio al Sud dello scorso anno. Obiettivo che quest’anno si rivela più che ostico, dal momento che la pellicola si dimostra un film complessivamente mediocre, dalla comicità datata e giocata ormai sugli stessi meccanismi scontati e banali, nonché dalla sceneggiatura totalmente assente.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Sully, la recensione

sully-locandina

Il primo pezzo da novanta presentato al Torino Film Festival è stato l’ultima opera di Clint Eastwood, Sully, incentrato sulla storia vera del pilota Chesley ‘Sully’ Sullenberger che nel 2009, in seguito a un grave guasto aereo, compì uno straordinario ammaraggio sul fiume Hudson salvando tutti i 155 passeggeri del velivolo.

Insomma un vero eroe americano, uno di quegli stoici personaggi che piacciono tanto al buon vecchio Clint, quelli che ricalcano un po’ il modello dei cowboy solitari di una volta. Ma ecco che, come al solito, Eastwood riesce a stupirci. Il film non tratta della straordinaria impresa del capitano “Sully” ma di tutto quello che ne è venuto dopo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Oceania: i filmakers e le voci italiane presentano il nuovo film Disney a Roma [Video]

oceania_cast

Nella giornata di lunedì 28 novembre è stato presentato a Roma Oceania, il nuovo film d’animazione Disney che sarà nei cinema italiani dal 22 dicembre. A presenziare all’incontro con la stampa degli ospiti d’eccezione: i due registi Ron Clements e John Musker, autori storici in casa Disney in quanto artefici di classici come La sirenetta, Aladdin e Hercules, e la produttrice Osnat Shurer (Il figlio di Babbo Natale). A loro si sono uniti i doppiatori italiani del film, ovvero Angela Finocchiaro, Chiara Grispo, Rocco Hunt, Raphael Gualazzi e Sergio Sylvestre.

Vi mostriamo i  video della conferenza stampa.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Rock Dog, la recensione

rock-dog-poster

Ispirato a Tibetan Rock Dog, una graphic novel di Zheng Jun, Rock Dog è la storia di Bodi, un mastino tibetano che vive in un piccolissimo villaggio abitato per lo più da pecore, la cui stupidità è disarmante. L’arduo compito di proteggerle dal branco di lupi, scagnozzi non tanto svegli dell’ “extralarge” boss Linnux, è affidato a Khampa, padre di Bodi. L’addestramento del figlio, quale suo successore, non produce i frutti sperati, in quanto Bodi è più attratto dalla musica che dalle arti marziali. Sarà grazie all’ascolto di una  radiolina caduta dal cielo, come si trattasse di un segno divino, che Bodi deciderà di lasciare il villaggio per seguire il suo sogno verso Rock and Roll Park ed incontrare la famosissima rock star Angus Scattergood, gatto solitario ed inizialmente senza scrupoli. Nonostante l’atteggiamento contrariato del padre, Bodi intraprende il viaggio verso la realizzazione del suo sogno e la scoperta del fuoco interiore.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Free State of Jones, la recensione

140X200_FSOJ.indd

A meno d’un mese dall’arrivo del magico ricercatore di animali fantastici Scamander, un altro Newt fa capolino nelle sale cinematografiche nostrane (dopo un veloce passaggio all’ultimo Torino Film Festival) con Free State of Jones. Ad interpretarlo è il volto sporco e scavato di un Matthew McConaughey che sempre più ci sta abituando a serissimi ruoli drammatici facendo quasi evaporare un passato fatto di leggere commediole sentimentali e che qui indossa i panni di quello un eroe della Storia americana. Il suo Newt fa Knight di cognome e di fatto, data la naturale dedizione che per tutta la vita ha contraddistinto la sua instancabile lotta contro il profondo razzismo che permeava (e che ancora oggi è lontano dall’essere debellato) il luogo che lui chiamava casa.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

34 TFF. Safe Neighborhood

safe-neighborhood-poster

È Natale. Le strade sono coperte di neve e piccoli gruppetti di cantori intonano le musiche che accompagnano questo periodo dell’anno. Tutto il quartiere è avvolto nel magico abbraccio prefestivo.

Per Ashley sarà l’ultimo Natale in quel quartiere prima di trasferirsi a Pittsburgh. Tuttavia, invece che fare le valigie, decide di fare un’ultima volta la babysitter ai suoi vicini. Per il dodicenne Luke questa è l’ultima occasione per cercare di fare colpo su Ashley, di cinque anni più grande.

Lasciati soli, i due si organizzano come hanno fatto centinaia di serate prima di quella: pizza, un buon film horror e a letto presto. Ma questa non è una serata come tutte le altre! Ben presto i due si rendono conto di essere spiati da qualcuno, che eventualmente riesce ad entrare in casa. Ashley, con grande prestanza di spirito, cerca di far fronte alla pericolosa situazione mentre Luke non rinuncia a fare l’uomo di casa per proteggere la sua amata babysitter.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il più grande sogno, la recensione

il-piu-grande-sogno-locandina

La Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia ha da sempre rappresentato anche un territorio per nuove proposte ed esordienti che, almeno nelle intenzioni, dovrebbero apportare una ventata di novità, idee fresche sia dal punto di vista narrativo che stilistico. Ma non sempre è così, purtroppo, e in alcuni casi il nuovo che avanza è ancora più vecchio di chi lo precedeva.

È questo il caso del giovane regista Michele Vannucci che con la sua opera prima, intitolata Il più grande sogno, propone un lavoro nel complesso mediocre, inconcludente e popolato da personaggi già visti e rivisti, protagonisti oltretutto di una storia debole e poco appassionante.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)