La recensione di GHOSTBUSTERS - MINACCIA GLACIALE

Gli Acchiappafantasmi sono tornati per salvare New York dalla glaciazione! Al cinema Ghostbusters - Minaccia glaciale Continua »

Dev Patel scrive, dirige e interpreta il John Wick indiano: MONKEY MAN

Monkey Man è probabilmente il progetto successivo alla saga di John Wick che più di ogni altro ne mostra l’influenza. In confronto ai film con Keanu Reeves, però, in Monkey Man si notta uno stile volutamente sporco, grezzo, nervosissimo. Continua »

IL MIO AMICO ROBOT, la recensione del film animato di Pablo Berger

Il mio amico robot ci parla del tempo che scorre inesorabile e spietato, della speranza che viene lentamente offuscata dai giorni, dai mesi; perché il tempo, in fin dei conti, cancella ogni cosa, gioie e dolori, ma le amicizie, quelle vere, sono per sempre. Continua »

OMEN - L ORIGINE DEL MALE: ecco come è nato Damien!

Non solo Omen – L’origine del presagio si lega adeguatamente al capostipite aggiungendo anche un po’ di “pepe” al già noto, ma soprattutto perché è un ottimo film dell’orrore che sa spaventare, come sempre più raramente ormai se ne vedono in giro. Continua »

Botte da Titanti! GODZILLA E KONG - IL NUOVO IMPERO

Adam Wingard è molto coerente con il percorso che ha iniziato con Godzilla vs Kong e offre allo spettatore esattamente quello che promette, ovvero mostri titanici che si picchiano in match spaccatutto. Continua »

Il lato oscuro di Elvis Presley nel biopic di Sofia Coppola PRISCILLA

Presentato in concorso a Venezia 80, Priscilla di Sofia Coppola è l’adattamento dell’autobiografia Elvis and Me scritto dalla stessa Priscilla Presley, che è anche produttrice del film. Continua »

Jake Gyllenhaal picchia come un fabbro nel remake di ROAD HOUSE

In Road House 2024 Dalton ha un passato, non è solo un “duro” che lavora come buttafuori nei locali malfamati, e la sua abilità nel combattimento è giustificata da una carriera naufragata nel mondo delle arti marziali miste. Continua »

Un orsetto di peluche posseduto da un demone: IMAGINARY

L’idea alla base di Imaginary non è di certo una novità, anzi, di film horror incentrati su un malefico amico immaginario ne abbiamo davvero a bizzeffe e il film scritto e diretto da Jeff Wadlow non fa proprio nulla per distinguersi dalla massa. Continua »

La battaglia per Arrakis prosegue nel kolossal fantascientifico DUNE - PARTE DUE

Accompagnato da un consistente stuolo di giustificatissime reaction entusiastiche, arriva nei cinema italiani dal 28 febbraio Dune – Parte Due, che conclude l’adattamento del primo dei sei romanzi di Frank Herbert dedicati al pianta dove si estrae la Spezia Melange. Continua »

 

Sicilian Holiday: al Taormina Film Festival la “proiezione speciale” per la serata inaugurale

Il Taormina Film Festival, uno dei più prestigiosi festival cinematografici d’Europa e prima destinazione per gli amanti del cinema di tutto il mondo, ha nominato Sicilian Holiday, primo lungometraggio di Michela Scolari, come “Evento Straordinario” della serata inaugurale della kermesse.

La regista e sceneggiatrice Michela Scolari ha dichiarato: “Abbiamo realizzato questo film come una lettera d’amore alla Sicilia e poterlo condividere con il grande pubblico del Taormina Film Festival ci dà tanta gioia”.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Horizon – An American Saga – Capitolo 1, la recensione

C’era una volta il western. Un genere magnifico e incredibilmente codificato, capace di raccontare l’origine dell’America, quindi la Storia, e allo stesso tempo imbastire racconti di eroici cavalieri e perfidi padroni, donzelle in pericolo (ma spesso in grado di salvarsi da sole), amori e grandi amicizie. È la rilettura del mito omerico applicata alla Frontiera americana che ha dato modo a grandi nomi del cinema mondiale (non solo statunitense) di tessere una tela fatta di archetipi affascinanti e complessi che molto ci dicono della società americana e di come si è trasformata negli anni.

Quel western che c’era, ad un certo punto, sembra non esserci stato più, rigettato dai gusti cangianti del pubblico, raramente resuscitato dalla verve pop di chi con quel cinema c’è cresciuto, ma mai davvero scomparso. Perché ci sono autori in quel di Hollywood che il western lo amano davvero e sanno trasmettere quel loro amore anche al pubblico, come Kevin Costner, che negli anni si è fatto uno dei maggiori portavoce di questo genere non sempre capito e apprezzato dal grande pubblico. Se Balla coi lupi ha saputo sdoganare la visione di Costner per il western in uno dei rari successi commerciali di questo genere degli ultimi 35 anni, Terra di confine – Open Range l’ha confermata (senza il successo sperato), ma anche quando Costner non ha affrontato il western di petto ha comunque seguito le regole del genere, come nello sfortunato post-apocalittico L’uomo del giorno dopo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La memoria dell’assassino, la recensione

Quello del sicario o dell’agente speciale affetto da una qualche malattia e intento in un’ultima missione prima della dipartita sta diventando un vero e proprio filone all’interno del cinema action/thriller. Se Kevin Costner era un agente della CIA malato terminale in 3 Days to Kill (2014) e Ethan Hawke aveva solo poche ore per risolvere un caso prima di morire in Le ultime 24 ore (2017), Liam Neeson era un assassino malato di Alzheimer in Memory (2022), a sua volta remake di The Memory of a Killer (2003), titolo casualmente omonimo a quello italiano di Knox Goes Away, di e con Michael Keaton, che affronta anche un tema molto simile.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Acid, la recensione del survival-movie francese sulle piogge acide

Il riscaldamento globale è un pericolo concreto per il Pianeta e sta portando una serie di criticità ambientali che si manifestano, in primis, con una preoccupante emergenza climatica mondiale. Fenomeni sempre più estremi, frequenti e devastanti stanno minacciando l’incolumità di uomini, animali e piante; inoltre, il 2022 ha fatto registrare un caldo record in Europa con 2,26 gradi centigradi in più rispetto alla media. L’anidride carbonica nell’aria è aumenta di circa il 150% negli ultimi cento anni e la concentrazione di CO₂ è responsabile dell’innalzamento della temperatura che, a sua volta, rende sempre più frequenti fenomeni di inondazioni, siccità, dissesto idrogeologico, diffusione di malattie, crisi idrica ed estinzione di specie animali e vegetali.

Questa emergenza è stata ovviamente catturata anche dal mondo del cinema che ne ha fatto tesoro per partorire storie di devastazioni e disastri; ma se un tempo si trattava di spettacolari film di fantascienza o distopie da disaster-movie che al massimo potevano avere un’eco profetica, oggi si tratta di paure concrete, drammi reali che potrebbero realizzarsi in tempi brevi.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Trap: il trailer finale in italiano del nuovo thriller di M. Night Shyamalan

Dopo l’esordio alla regia di un lungometraggio di Ishana Night Shyamalan con The Watchers – Loro ti guardano, uscito al cinema lo scorso mese, arriva anche il nuovo film diretto da “papà” M. Night Shyamalan, Trap, un thriller ad altissima tensione che promette colpi di scena proprio come nella tradizione ormai cara al regista de Il Sesto Senso. Oggi possiamo mostrarvi il nuovo trailer italiano del film e il poster.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Never Let Go – A un passo dal male: una famiglia in balia di mostruosi rettili umanoidi nel trailer italiano del nuovo horror di Alexandre Aja

A un paio di mesi dall’annuncio da parte di Lionsgate dell’uscita settembrina statunitense per Never Let Go, il nuovo film di Alexandre Aja viene acquisito anche per una distribuzione nei cinema italiani. Sarà Notorious Pictures a portare nelle nostre sale l’horror apocalittico con Halle Berry il 26 settembre 2024, un giorno prima dell’uscita nei cinema americani.

Dai produttori esecutivi di Stranger Things Shawn Levy, Dan Cohen e Dan Levine, Never Let Go – A un passo dal male è diretto da Alexandre Aja, autore ben noto al pubblico horror per aver diretto autentici cult contemporanei come Alta Tensione, il remake di Le colline hanno gli occhi, Mirrors – Riflessi di paura, Piranha 3DCrawl – Intrappolati. Nel cast la vincitrice del Premio Oscar Halle Barry, affiancata da Percy Daggs IV (The Last Days of Ptolemy Grey) e Anthony B. Jenkins (Florida Man).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Woken, la recensione

Anna è incinta, senza memoria e si trova su un’Isola del Mare del Nord. Viene accudita da Henry e Helen, mentre suo marito James cerca di spiegarle che il mondo è ormai al collasso, una pandemia ha ucciso buona parte della popolazione e loro sono al sicuro, lontano dagli infetti. Ma più passano i giorni, più i ricordi della donna riaffiorano e qualcosa nel racconto delle persone che sono con lei non le torna.

Ogni parola in più sarebbe una parola di troppo nel raccontare la trama di Woken, un dramma fantascientifico che vede la co-partecipazione produttiva di Irlanda e Italia e porta la firma in regia e sceneggiatura dell’irlandese Alan Friel, che esordisce nel lungometraggio dopo una gavetta di quasi trent’anni nel settore dei cortometraggi.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Milano Calibro 9: parte il crowdfunding Start Up! per la limited edition in 4K UHD

Grazie a Minerva Pictures e Rarovideo, parte oggi la campagna di crowdfunding Start UP di CG Entertainment per pubblicare per la prima volta il cult di Fernando Di Leo Milano Calibro 9 in un Box Limited Edition con Blu Ray, Disco 4K Ultra HD e Booklet, nella versione restaurata da CSC – Cineteca Nazionale. La Limited Edition sarà realizzata solo al raggiungimento di 500 copie prea-cquistate entro il 29 luglio esclusivamente dal sito di CG Entertainment (a questo link: https://www.cgtv.it/film-dvd/milano-calibro-9/).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La sala professori: disponibile in blu-ray il film di İlker Çatak candidato agli Oscar

In questi giorni Lucky Red, servendosi dei canali distributivi di Plaion Pictures, ha portato sul mercato home video uno dei film rivelazione dello scorso anno, arrivato però nelle sale italiane a febbraio 2024: La sala professori di İlker Çatak. Presentato in anteprima mondiale al 73° Festival internazionale del cinema di Berlino (dove ha vinto il premio della giuria) e successivamente al prestigioso TIFF – Toronto International Film Festival, La sala professori ha coronato il suo percorso distributivo/festivaliero ricevendo la nomination come miglior film internazionale (per la Germania) agli Oscar 2024. Un successo incredibile, forse persino inaspettato, ma assolutamente meritato visto il valore incredibile della pellicola. Se lo avete perso al cinema, adesso potete recuperare a casa vostra La sala professori in alta definizione blu-ray disc

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Midnight Factory Channel Box: in un unico cofanetto gli horror The Feast, Spoonful of Sugar e Skinamarink

Operazione singolare per Midnight Factory, che questo mese distribuisce in DVD e Blu-ray un cofanetto chiamato #MidnightFactoryChannelBox (con tanto di hashtag), che racchiude in un pack slipcase tre film che nei mesi scorsi hanno fatto il loro primo esordio italiano proprio sui canali Midnight Factory di Prime Video e Infinity. Tre film che non hanno alcun reale collegamento tra loro ma si sono distinti nei maggiori festival di genere in giro per il mondo. Parliamo di The Feast (2021) di Lee Haven Jones, Spoonful of Sugar (2022) di Mercedes Bryce Morgan e Skinamarink – Il risveglio del male (2022) di Kyle Edward Ball.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)