Archivio categorie: Horrorside

Welcome to the Blumhouse: L’occhio del Male – Evil Eye, la recensione

Terzo film distribuito sulla piattaforma Amazon Prime Video come parte integrante dell’antologia di lungometraggi Welcome to the Blumhouse, L’occhio del Male – Evil Eye raccoglie in sé tutti i difetti che un thriller/horror può contenere per risultare altamente indigesto allo spettatore che solitamente si nutre di questo genere. Chiacchiere, tante chiacchiere, umorismo involontario, zero tensione, zero violenza, zero azione, un mare di banalità, un ritmo soporifero e un’idea di base da fronte corrucciata per l’eternità.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 3.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Welcome to the Blumhouse: Black Box – Ritrova te stesso, la recensione

ritrova te stesso

Prosegue il nostro approfondimento di Welcome to the Blumhouse, la serie antologica di lungometraggi (slegati tra loro) realizzati dalla casa di produzione di Jason Blum in collaborazione con gli Amazon Studios che ne hanno curato la distribuzione quasi esclusiva sulla loro piattaforma Prime Video. Il ‘quasi’ è dovuto al fatto che, sporadicamente, alcuni di questi titoli sono riusciti ad arrivare persino in sala in una manciata di paesi, come ad esempio Black Box, il film di cui parleremo oggi, uscito in Russia lo scorso maggio.

Arrivato in Italia col banale e meno efficace titolo Ritrova te Stesso, Black Box fa parte del primo blocco di quattro episodi rilasciati da Prime tra il 6 ed il 13 ottobre 2020 ed accomunati dal tema della famiglia e dell’amore intese come forze redentrici e/o distruttrici. Lo spunto è di natura fantascientifica, fantomatici esperimenti di matrice tecnologica che permettono il trapianto di coscienza, consentendo ad una persona defunta di poter rivivere nel corpo lasciato (suo malgrado) da un altro individuo. La miccia sci-fi non fa altro che innescare quello che fondamentalmente è un thriller psicologico costruito su momenti onirici dalle sfumature vagamente orrorifiche.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Welcome to the Blumhouse: La bugia, la recensione

Jason Blum non lascia ma anzi raddoppia e, dopo essere diventato il re incontrastato della scena horror contemporanea sul grande schermo, ha intenzione di espandere il suo regno anche sugli schermi televisivi e le piattaforme di streaming. Un percorso che la sua Blumhouse ha cominciato con Into The Dark, serie tv costituita da lungometraggi dedicati ognuno ad una festività diversa dell’anno, e che sta proseguendo con un progetto, se possibile, ancora più ambizioso per contenuti e per aspirazioni artistiche: stiamo parlando di Welcome to the Blumhouse.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Aquaslash: un bagno di sangue in alta definizione con Midnight Factory

Reduci da spiagge e parchi divertimento acquatici, torniamo alla routine cittadina con un horror targato Midnight Factory pronto a rilasciare proprio nella piscina di un acquapark ettolitri di sangue; parliamo del canadese Aquaslash che approda in home video, in limited edition Blu-ray e DVD, dopo essere comparso in anteprima sui canali streaming di Midnight Factory già mesi fa.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia78. Ultima notte a Soho, la recensione

La giovane Eloise sta finalmente per coronare il suo sogno: andare a Londra a studiare in una prestigiosa scuola di moda per diventare una stilista. La ragazza segue tutte le raccomandazioni dell’amata nonna, rendendosi presto conto che la vita da matricola universitaria è ben più complicata di quello che si sarebbe potuta aspettare. Eloise decide, così, di lasciare l’alloggio per studenti e prende in affitto una stanza da sola in una vecchia abitazione nel quartiere di Soho. Da questo momento, ogni notte, Eloise compie magicamente un viaggio temporale e si ritrova nella Londra anni ’60 impersonando Sandy, una bellissima aspirante cantante. Inizialmente questo strano evento fornisce alla ragazza la carica e l’ispirazione per i suoi studi, ma ben presto scopre che Sandy è al centro di un’avventura d’orrore davvero terrificante!

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Malignant, la recensione

Non è azzardato considerare James Wan uno dei più concreti eredi del movimento New Horror hollywoodiano che si è sviluppato nell’underground cinematografico post-sessantottino. Fermo restando che nel cinema del giovane regista di origini malesi non c’è (e non ci vuole essere) quel fervore politico e quegli intenti sociali che muovevano le opere dei primi Romero, Cronenberg, Craven e Hooper, nel suo operato si nota comunque una diretta influenza da stili, argomenti e topòi in generale che hanno caratterizzato la rinascita del cinema horror americano. Perché James Wan è stato uno spettatore affamato di immagini, uno studente diligente, un vero fan ed è grazie al “passato” di cui si è nutrito che ora è tra gli autori di punta di questo genere, capace non solo di inanellare un successo economico dietro l’altro, ma anche di vantare un nutrito numero di pellicole oggi considerate tra i classici contemporanei del cinema horror.

Ed è proprio grazie a questo perdurare di successi che Wan può permettersi si passare con estrema nonchalance da un blockbuster come Aquaman a un horror low-budget estremo e creativo come Malignant prima di tornare nuovamente al cinecomic con Aquaman and the Lost Kingdom.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Shark 3D, la recensione

Dopo una tragedia avvenuta un anno prima, in cui il suo migliore amico è stato divorato da uno squalo, Josh ha abbandonato il suo lavoro come bagnino ed è stato assunto come commesso in un supermarket. Proprio mentre si sta svolgendo una rapina nel negozio, uno tsunami si abbatte sulla città e il supermarket, con tutte le persone che erano dentro, viene sommerso dall’acqua. I sopravvissuti alla catastrofe cercano riparo sugli scaffali, ma ben presto si accorgono che all’interno del negozio allagato si aggira un voracissimo squalo bianco.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Piranha 3D, la recensione

Lake Victoria, Arizona. Una scossa tellurica libera dei voracissimi piranha preistorici dalle viscere della terra. Nel frattempo, fervono i preparativi per lo Spring Break, l’annuale festa di metà primavera che riunisce sul lago migliaia giovani da tutta l’America per festeggiare tra fiumi di alcool e concorsi di miss maglietta bagnata. Mentre lo sceriffo Julie Forester indaga sulla scomparsa del pescatore Matt Boyd e sulle conseguenze del sisma, suo figlio Jake, che dovrebbe fare da babysitter ai due fratellini, si unisce al team di Derrick Jones, regista di video soft-core.

I giovani sguazzano in riva al lago e i piranha sono pronti a fare una strage!

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Candyman, la recensione

<<Si racconta di me agli angoli delle strade, vivo nei sogni delle persone ma senza dover esistere>>.

Con queste parole Candyman descriveva se stesso e la sua condizione di leggenda metropolitana a Helen Lyle, la studentessa di antropologia interpretata da Virginia Madsen protagonista del classico del cinema horror diretto da Bernard Rose.

Era il 1992 e l’allora 32enne regista londinese dirigeva con Candyman – Terrore dietro lo specchio il suo primo successo commerciale portando, molto liberamente, sul grande schermo il racconto di Clive Barker The Forbidden, contenuto nel quinto volume dei Books of Blood.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Welcome to the Blumhouse: 4 nuovi film a ottobre

Amazon Prime Video ha annunciato l’edizione 2021 di Welcome to the Blumhouse, la seconda serie di film thriller/horror sviluppati e prodotti da Blumhouse Television e Amazon Studios: Bingo Hell, Black as Night, Madres e The Manor saranno disponibili in tutto il mondo dal prossimo ottobre in esclusiva su Prime Video.
Welcome to the Blumhouse ha esordito nell’autunno 2020 su Prime Video con quattro film, La bugia, Black Box, Evil Eye, Notturno e tornerà con pari numero di film interpretati da cast di attori affermati ed emergenti con alla regia una serie di talenti emergenti, prevalentemente al femminile.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)