Archivio tag: adler entertainment

La periferia si racconta: in home video La terra dell’abbastanza e Manuel

Quando Matteo Garrone, nel 2008, ha portato nelle sale l’adattamento cinematografico del best-seller di Roberto Saviano (Gomorra) il cinema italiano si preparava a non essere più lo stesso. Un nuovo filone stava per imporsi, con fare prepotente ed anche un po’ arrogante, un ritorno al neorealismo ma in una versione più spregiudicata ed estrema. A muovere l’interesse di questi nuovi narratori, a differenza di quelli di ieri, non è più la vita della povera gente messa in ginocchio dalla guerra bensì le gesta di quella povera gente costretta a vivere ai margini della società e che ha individuato nel crimine l’unica via d’uscita. Se Garrone ha lanciato l’idea è stato Caligari, prima di morire, a trasformare l’idea in moda con Non essere cattivo. Dall’uscita nelle sale di quest’ultimo, infatti, non si contano più le proposte italiane di film che raccontano la periferia romana nelle sue sfumature più sgradevoli e scorrette con la continua ricerca di un look cinematografico “sporco” pronto a creare un filo d’unione tra il cinema e il documentario.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Zanna Bianca, la recensione

Ci sono storie destinate a vivere in eterno, racconti che si fanno “contenitori” di così tanti valori da riuscire a sopravvivere negli anni mantenendo inalterata tutta la loro freschezza. L’opera dello scrittore statunitense Jack London è tra questi e Zanna Bianca, tra i suoi romanzi più famosi insieme al “compagno” Il richiamo della foresta, non si sottrae a questa regola e si dimostra capace ancora oggi di emozionare e stupire nonostante i 112 anni di “anzianità” e le innumerevoli trasposizioni arrivate sia sul grande che sul piccolo schermo. Adesso le avventure del cucciolo metà cane e metà lupo rivivono, per la prima volta, in un film d’animazione che segna il debutto nel lungometraggio del regista Alexandre Espigares.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La terra dell’abbastanza, la recensione

Quello a cui stiamo assistendo in questi mesi è un momento particolarmente prospero per il cinema italiano perché si è tornati a quella varietà di generi, autori e interpreti che da troppo tempo mancava sui nostri schermi, drogati da un sistema e una casta che negli anni ha appiattito l’intero panorama cinematografico nostrano. Piccole e grandi produzioni ci parlano di criminalità, supereroi, storie fantascientifiche, fatti di cronaca riveduti, vite di uomini di politica e lo fanno con uno sguardo vivo, vitale, internazionale e proiettato a un futuro che, mai come oggi, ci appare così roseo. Uno dei più recenti esempi di questo rinascimento è senza ombra di dubbio La terra dell’abbastanza, esordio alla regia dei fratelli (gemelli) Damiano e Fabio D’Innocenzo, che fanno proprio il filone crime di matrice romana raccontando una storia morale che si pone quasi come un “anti-Gomorra”.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Monster Family, la recensione

Speriamo almeno in un passato migliore per il povero conte Dracula. Perché quando facciamo la sua conoscenza, in Monster Family, questo rottame di una leggenda canta Tom Jones, predilige un’alimentazione asettica ed è drogato di narcisismo. Solo come un cane, tra le altre cose. Emma invece è una madre di famiglia newyorchese soffocata dai problemi. Il marito devastato dal lavoro è un’autorità mondiale in materia di flatulenze, non parla mai e quando lo fa dice, ovviamente, la cosa sbagliata. Il figlio più piccolo è probabilmente la più grande mente del XXI secolo, con gran soddisfazione dei bulli della scuola. La figlia più grande è adolescente.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Monster Family: incontro con i doppiatori Carmen Consoli e Max Gazzé

La parte migliore della conferenza stampa di Monster Family, uscita italiana il 19 ottobre per Adler Entertainment, non finirà stampata da nessuna parte, incastonata nell’umorismo e nella genuinità con cui i due doppiatori d’eccezione di questo film per famiglie vampiresco ma non solo, Max Gazzè e Carmen Consoli, hanno trasformato la rituale presentazione stampa del film in un beneaugurato happening sgangherato e rumoroso.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

47 metri, la recensione

Che siano a sfondo drammatico o horror, di survival movie a tema “squalo” ne abbiamo visti di tutti i tipi. Sicuramente un filone molto prolifico che però, purtroppo, negli ultimi decenni era tenuto in vita quasi unicamente da prodotti di infima qualità relegati più che altro al mercato dell’home video. L’arrivo, poi, della famigerata casa di produzione The Asylum ha dato il colpo di grazia al genere con la produzione a catena di montaggio di film trash che hanno ufficialmente “violentato” la dignità degli shark movie. Fortunatamente, però, in tempi recentissimi la ruota ha ripreso a girare nel verso giusto e nel giro di pochissimo tempo il filone si è arricchito di due titoli che hanno saputo riportare alto il prestigio del genere. Lo scorso anno abbiamo avuto il lodevole Paradise Beach: dentro l’incubo di J. Collet-Serra e adesso arriva nelle sale l’altrettanto riuscito 47 metri.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

47 metri arriva al cinema! L’esperimento sulla paura svolto a Milano

Da giovedì 25 maggio arriva nei cinema 47 metri, shark movie ambientato nelle profondità abissali del Messico diretto da Johannes Roberts (The Other Side of the Door, Storage 24). In occasione del lancio italiano di 47 metri, il distributore italiano Adler Entertainment ha organizzato un’anteprima a Milano dove un gruppo di ospiti selezionati ha assistito alla proiezione in sala muniti di cardiofrequenzimetri per monitorare la frequenza cardiaca in situazioni di stress o agitazione.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Una normale famiglia di svitati. La Famiglia Fang in DVD

Al cinema, spesso, ci sono talenti a senso unico: grandi attori, bravi registi, sceneggiatori brillanti. Poi ci sono quelle figure che, seppur note per un ruolo ben preciso, decidono di intraprendere altre direzioni, riuscendoci brillantemente! È il caso di Jason Bateman, volto noto della commedia made in U.S.A., protagonista di film di successo Hancock e Come ammazzare il capo e vivere felici, che svolge parallelamente anche l’attività di regista. Dopo l’esordio nella dramedy Bad Words (2013), Bateman è tornato dietro la macchina da presa per un lungometraggio lo scorso anno con La famiglia Fang, distribuito un po’ in sordina da Adler Entertainment la scorsa estate e ora disponibile in home video con Universal Pictures.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

American Ultra e Equals, una doppia Kristen Stewart in Blu-ray

Una sinergia distributiva porta in Italia due film che hanno un comune denominatore: Kristen Stewart. È infatti la Koch Media ad essersi assicurata la paternità home video dei due titoli che hanno per protagonista la Bella di Twilight, ma al cinema sono usciti sotto il triplice marchio Lucky Red, Leone Film Group e Adler Entertainment. Parliamo dell’action-comedy American Ultra e del fantascientifico-distopico Equals, entrambi approdati in DVD e Blu-ray Disc durante questo freddo inverno.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Friend Request, l’horror ai tempi di Facebook arriva in DVD

Tra le novità distribuite da Universal Pictures nelle ultime settimane c’è un film che gli appassionati di horror non potranno che apprezzare: Friend Request – La morte ha il tuo profilo. Appartenente a quel filone di film soprannaturali che utilizzano la moderna tecnologia per veicolare il Male, Friend Request è stato distribuito al cinema la scorsa primavera da Adler Entertainment e pochi giorni ha esordito in home video, in solo formato DVD.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)