Archivio tag: remake

10 giorni senza mamma, la recensione

Carlo e Giulia sono una coppia felice, o almeno in apparenza. Conducono una vita ordinaria ed hanno tre figli a cui badare: Camilla, adolescente ribelle alle prese con le prime cotte; Tito, furbetto di dieci anni dallo scherzo facile ed infine la piccola Bianca, che ha poco più di due anni e non ha ancora imparato a parlare bene. Pur amandosi, Carlo e Giulia stanno affrontando un periodo di crisi. Lui è costantemente distratto ed assorbito dai problemi lavorativi così che lei è confinata al ruolo di casalinga dovendo badare a tempo pieno alla casa e ai figli. Per sfuggire all’esaurimento nervoso, un giorno Giulia decide di prendersi una piccola pausa dalla quotidianità e farsi una vacanza a Cuba con sua sorella. Solo dieci giorni, che sarà mai? Per Carlo, che conosce poco i suoi figli e non ha la più pallida idea di come si possa portare avanti una casa, è subito il panico.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’agenzia dei bugiardi, la recensione

Fred è cresciuto con un trauma: la separazione dei suoi genitori a seguito di enormi tradimenti venuti a galla. Si è più volte domandato, dunque, come sarebbe stata la sua infanzia se sua madre non avesse mai scoperto le scappatelle di suo padre. Cresciuto con questo interrogativo nella testa, Fred ha messo in piedi una particolarissima agenzia specializzata nelle bugie il cui motto recita “meglio una bella bugia che una brutta verità”. L’agenzia ha lo scopo di creare alibi credibili a tutti coloro che hanno qualcosa di grosso da nascondere e la paura di affrontarne le conseguenze. Fred porta avanti l’attività assieme all’esperto di tecnologia Diego e l’apprendista narcolettico Paolo. Ma il destino è spesso beffardo e una sera Fred si innamora di Clio, ragazza bella e paranoica che ama farsi paladina della sincerità a tutti i costi. Fred, di conseguenza, non può confessarle che ha messo in piedi un intero racket fondato sulle “bugie” e le cose si complicano ulteriormente quando il ragazzo scopre che Alberto, il padre della ragazza, è un suo cliente che vuole nascondere una storia clandestina con l’amante Cinzia, ragazza con poco cervello e desiderosa di sfondare nel mondo della musica rap. Quando per una serie di bizzarre coincidenze si ritrovano in vacanza tutti insieme, la storia è destinata ad implodere.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Suspiria, la recensione

Presentato in concorso alla 75esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il Suspiria di Luca Guadagnino esce finalmente allo scoperto dopo un’attesa lunga quasi più di un anno. A precederlo c’è ovviamente il notevole successo riscosso dal precedente Chiamami col tuo nome, ma anche una certa diffidenza (non del tutto ingiustificata) da una parte dei devoti all’originale di Dario Argento.

Possano questi ultimi rasserenarsi: come già precedentemente anticipato dallo stesso Guadagnino, il suo NON è un remake dell’originale del 1977!

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

A Star is Born, la recensione

Mostra del Cinema non significa solo drammoni che non finiscono mai provenienti da paesi impronunciabili. Negli ultimi anni hanno fatto la loro comparsa sul Lido anche film potremmo dire più leggeri, apprezzabili da un pubblico più vasto e ottimo diversivo ai drammoni di cui sopra.

Il nuovo film di Bradley Cooper, A Star is Born, che lo vede anche dietro la macchina da presa, si può facilmente inserire in questa categoria.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Papillon, la recensione

Alcune storie sono immortali, sedimentate nell’immaginario dello spettatore/lettore e facilmente rielaborabili per essere raccontate a generazioni differenti. Papillon, pur ispirandosi alla vera storia del galeotto Henri Charriére, fa suo un topos che sta alla base di tanta letteratura, ovvero la lotta per la libertà, in modo tale da sorreggersi sulle spalle di un vero e proprio archetipo narrativo.

Con illustri antenati quali Il Conte di Montecristo, il ricco e sempre avvincente filone avventuroso delle evasioni dal carcere trova nell’incredibile autobiografia di Henri Charriére terreno fertile per generare un bestseller e una trasposizione cinematografica di grande successo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Flatliners: Ellen Page e Diego Luna nel remake di Linea Mortale, disponibile in Blu-ray Disc

Joel Schumacher, regista dalla filmografia indubbiamente discontinua, nel 1990 presentava al pubblico uno dei film più memorabili e interessanti della sua carriera. Un horror para-psicologico che, forte di un cast stellare, provava a dare una sua risposta a quella domanda che da sempre tormenta l’essere umano: cosa c’è dopo la morte? A soli ventisette anni di distanza, in casa Sony Pictures si è sentito il bisogno di revisionare quel piccolo cult imperfetto e adesso, dopo una frettolosa uscita nelle sale accompagnata da un’accoglienza molto tiepida, il remake di Flatliners – Linea Mortale è disponibile in home video grazie a Sony Pictures Home Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Sono arrivati in DVD Orecchie, Easy – Un viaggio facile facile e 2Night

Ci siamo più volte detti, anche su queste pagine, che la commedia italiana è in crisi. Eppure, anche in questo caso vale il saggio proverbio che non bisogna fare di tutta l’erba un fascio perché, stringi-stringi, ad essere afflitta da una spaventosa moria di idee e assenza di buon gusto sembra essere solamente la commedia mainstream. Quella affidata ai grandi nomi, per la precisione. Una tesi che può essere confermata anche grazie ad alcune recenti uscite in DVD di CG Entertainment che edita tre piccolissimi film, per lo più ignorati dalla grande massa, ma ricchi di idee ed inventiva. Tre approcci (molto) differenti alla commedia, da quella votata al paradosso a quella più di stampo sentimentale, ma tre esempi di come fare buon cinema sfuggendo ai soliti e logori cliché. Perché, a differenza di quanto credono in molti, per fare una buona commedia non bastano i nomi…servono anche, e soprattutto, le idee.

Vi parliamo di Orecchie, Easy – Un viaggio facile facile e 2Night.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’inganno: il morboso thriller di Sofia Coppola disponibile in Blu-ray

In principio c’era un film, La notte brava del soldato Jonathan, diretto da Don Siegel nel 1971 e con un inedito Clint Eastwood nel ruolo del protagonista. Il film di Siegel, divenuto per molti un piccolo cult, era figlio di tutto quel cinema feroce degli anni ’70 fatto di sevizie e morbosità. Con una mossa inaspettata, La notte brava del soldato Jonathan diventa oggetto di remake in L’inganno, l’ultima fatica di Sofia Coppola che, finalmente, aggiunge un po’ di pepe a una carriera seduta su standard e schemi ormai rodati. Una scelta destabilizzante e capace di creare molta curiosità, quella della Coppola, ma a conti fatti anche una mossa coraggiosa che si traduce comunque in un prodotto ben amalgamato all’interno di quella visione coppoliana votata all’analisi della psicologia femminile, soprattutto quella adolescenziale. L’inganno è da poco disponibile in Blu-ray disc con Universal Pictures Home Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’inganno, la recensione

Nel fin troppo coerente iter lavorativo di Sofia Coppola L’inganno si annunciava come una scheggia impazzita che avrebbe finalmente dato un po’ di pepe a una carriera seduta su standard e schemi ormai rodati. Questo perché il suo nuovo film è il remake di La notte brava del soldato Jonathan, cult del cinema feroce anni ’70, quello fatto di sevizie e morbosità. Un annuncio destabilizzante che poteva creare curiosità, a conti fatti una scelta coraggiosa ma allo stesso tempo un prodotto ben amalgamato all’interno di una visione coppoliana personale e autoriale.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Kill Your Friends, The Loft e Desconocido: 3 volti del thriller in Blu-ray

Le recenti uscite home video di Koch Media sono state contraddistinte dalla presenza di tre titoli capaci di trattare il thriller in tre declinazioni differenti. Una mossa indubbiamente vincente, quella della casa di distribuzione di origine tedesca, sia perché il thriller è uno di quei generi adatto a tutti i palati e a tutte le situazioni e sia perché, nello specifico, parliamo di tre film dotati di una forte personalità e di una certa qualità. Arrivano in Blu-ray disc lo stiloso Kill Your Friends, il “giallo” The loft e lo spagnolo Desconocido – Resa dei conti.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)