Archivio tag: james wan

Insidious, la recensione

La famiglia Lambert si è appena trasferita in una nuova casa. Scricchiolii, strani rumori e cose fuori posto sono all’ordine del giorno ma si sa, una casa nuova e il disordine del trasloco possono fare di questi scherzi. Un giorno il piccolo Dalton, mentre gioca in soffitta, cade da una scala, batte la testa e vede qualche cosa di sinistro in un angolo. Le sue urla attirano l’attenzione dei genitori Josh e Renai, ma sembra che non ci sia nulla di preoccupante. La mattina dopo, quando Josh va a chiamare Dalton per andare a scuola si accorge che il bambino non si sveglia. I dottori non sanno cosa pensare: nessun trauma, niente di rotto, è come se Dalton si trovasse volontariamente in coma. Passano tre mesi e il bambino versa ancora in quelle condizioni, accudito in casa dalla mamma Renai. Ma nel frattempo rumori e strane presenze si sono manifestate alla donna facendosi sempre più insistenti e violente. Con i nervi a pezzi, Renai chiede al marito di trasferirsi perché convinta che la loro casa sia infestata da una presenza maligna. Giunti in una nuova abitazione i coniugi si rendono conto che gli strani eventi persistono e che probabilmente ad essere infestata non è la casa…   

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Conjuring – L’evocazione, la recensione

1971, Harrisville, Rhode Island. Roger e Carolyn Perron, con le loro cinque figlie e cane a seguito, si sono appena trasferiti in una grande casa in campagna, proprio al confine con il lago. La casa, che risale alla fine dell’800, ha però qualche cosa di sinistro ed è il cane ad accorgersene per primo, così diffidente a mettervi zampa all’interno. Dopo la misteriosa morte proprio dell’animale, dentro l’abitazione cominciano ad accadere strani eventi: rumori sinistri che suggeriscono inquietanti presenze e Carolyn che ogni mattina si sveglia con un nuovo livido sul corpo. A questo punto, la donna decide si rivolgersi ai coniugi Warren, investigatori del paranormale di fama mondiale, che tengono un corso all’università locale. Le basterà mettere piede nell’abitazione dei Perron che Lorraine Warren è già in grado di individuare un’entità maligna che sembra essersi attaccata pericolosamente a Carolyn e ne minaccia l’intera famiglia.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Aquaman: il cinecomic con Jason Momoa in blu-ray disc

Dal trionfo al botteghino, che ha incoronato il Principe di Atlantide a Re degli incassi DC Extended Universe, all’home video che vede l’uscita di Aquaman sotto etichetta Warner Bros Home Entertaimen in una moltitudine di versioni capaci di soddisfare davvero tutti i palati.

Il film diretto da James Wan e interpretato da Jason Momoa, infatti, è disponibile in formato DVD, blu-ray standard, blu-ray digibook con cover lenticolare, blu-ray steel book, blu-ray comicbook accompagnato dal fumetto, 4K Ultra HD.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

In blu-ray l’ultimo capitolo dell’universo The Conjuring: The Nun – La vocazione del male

Se i supereroi possono farlo (l’universo Marvel e quello DC) ed anche i mostri giganti posso (si pensi a Godzilla e King Kong), allora la formula di “universo espanso” può essere fatta propria anche del cinema horror tout court. Un ragionamento logico ed immediato che ha messo d’accordo il regista prodigio James Wan con la major Warner Bros Pictures quando, nel 2013, The Conjuring – L’evocazione sbancava i botteghini di tutto il mondo. Da quel momento Warner Bros ha dato il là ad un vero e proprio universo espanso e condiviso del cinema dell’orrore, portando sul grande schermo tante piccole storie di possessioni e demoni tutte legate fra di loro, tutte collegate – in un modo o nell’altro – ai coniugi Warren e, soprattutto, tutte supervisionate dal giovane Wan. E così, andando in ordine, ecco arrivare Annabelle, seguito da The Conjuring 2 – Il caso Enfield e poi Annabelle 2 – Creation. Con The Nun – La vocazione del male è giunto il momento di raccontare la storia di Valak, il terrificante demone dalle sembianze di suora già introdotto nel secondo The Conjuring e poi ripreso in Annabelle 2. Uscito in sala lo scorso settembre, adesso The Nun è disponibile sul mercato home video sia in DVD che in alta definizione Blu-ray disc.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Aquaman, la recensione

Nonostante il palese fallimento del progetto “DC Extended Universe”, avviato da Warner Bros. con Batman V Superman: Dawn of Justice nel 2016 e naufragato progressivamente fino al fallimento di Justice League nel 2017, di alcuni film era comunque già stata avviata la produzione e se Wonder Woman 1984 è comunque una conseguenza del successo del film di Patty Jenkins, con Aquaman e Shazam! si è andati decisamente in un territorio ignoto, in cui era soprattutto Aquaman a risultare una pericolosa incognita sia per il massiccio costo produttivo di 200 milioni di dollari, sia per la scomoda parentela proprio con l’odiato Justice League.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +3 (da 3 voti)

Annabelle 2 – Creation, la maledizione della bambola arriva in Blu-ray!

In un periodo storico come questo, in cui ogni major cinematografica sta dando avvio al proprio “universo espanso”, non potevano mancare all’appello Warner Bros e New Line Cinema che, curiosamente, hanno scelto la saga horror creata dal talentuoso James Wan, The Conjuring, per innescare un vero e proprio “mondo infernale” capace di ampliarsi film dopo film. Ecco, dunque, che dopo il già citato The Conjuring e sequel e lo spin-off Annabelle, si aggiunge alla lista Annabelle 2 – Creation. In attesa di poter vedere al cinema il prossimo terrorizzante tassello di questo grande mosaico, The Nun, Warner Bros Entertainment Italia mette sul mercato dell’home video proprio il secondo capitolo dedicato alla bambola maledetta.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Annabelle 2 – Creation, la recensione

Che James Wan sia uno dei registi più influenti e talentuosi del panorama horror contemporaneo è ormai un dato di fatto e perle come Insidious (e sequel) e The Conjuring (e sequel) non hanno fatto altro che confermare le capacità registiche e narrative già dimostrate in tempi paradossalmente ormai lontani con Saw – L’enigmista e Dead Silence. Con i suddetti Insidious e The Conjuring, Wan ha semplicemente svecchiato una formula rodatissima dello spavento cinematografico, creare tensione grazie alla suggestione e all’utilizzo sapiente della musica: sembrerà banale, ma questo modo di spaventare al cinema si era perso da molti anni e il giovane regista americano non ha fatto altro che applicare le regole del buon cinema gotico di un tempo e ai ritmi e ai temi della contemporaneità. Ne è uscito fuori un revisionismo dell’horror che ha fatto tendenza, si è creato uno stile alla Wan che sempre più film hanno imitato, spesso con risultati abbastanza discutibili. Tentativo differente, invece, è quello messo in atto dalla Warner Bros e New Line Cinema che dal successo del 2013 The Conjuring – L’evocazione stanno costruendo un vero e proprio universo espanso… come ormai va di moda.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +3 (da 3 voti)

Lights Out – Terrore nel buio, la recensione

L’impero che si sta formando attorno alla personalità di James Wan è una delle più felici dimostrazioni della rinnovata vitalità del panorama cinematografico horror contemporaneo. Parliamo di una vitalità legata principalmente al botteghino, ovviamente, con piccole somme investite capaci di generare rosei guadagni che poi danno vita a sequel, prequel, spin-off. E se i film leader di questa ondata, firmati rigorosamente dallo stesso Wan, sono in pratica dei nuovi classici del cinema del terrore, ciò che vi orbita attorno è quel tipo di cinema che una volta si sarebbe definito “di cassetta”, in cui Wan ci mette il nome in qualità di produttore. Lights Out – Terrore nel buio rientra in questa categoria e porta la firma di David F. Sandberg, autore anche dell’omonimo cortometraggio datato 2013 da cui questo lungo è tratto.  

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Lights Out: le clip in italiano e la app dell’horror prodotto da James Wan

Arriverà nei nostri cinema proprio questo giovedì Lights Out – Terrore nel buio, il nuovo horror prodotto dal maestro della paura James Wan, reduce dal successo di The Conjuring – Il Caso Enfield. La Warner Bros., che distribuisce il film, ha rilasciato quattro clip del film, che ci forniscono un succoso assaggio di quello che ci aspetta.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

The Conjuring – Il caso Enfield, la recensione

Forte dell’esperienza già maturata nel campo dell’horror soprannaturale con il sottovalutato Dead Silence e il più noto Insidious, James Wan è la scelta su cui la Warner nel 2013 ha investito per la regia di The Conjuring – L’evocazione. Ispirato alle vere indagini dei coniugi esperti di paranormale e demonologia Ed e Lorrrain Warren, e più specificamente al caso che seguirono nel 1970 a Harrisville, nel Rhode Island, The Conjuring non solo è stato un incredibile successo di botteghino, ma ha confermato il grande talento di James Wan, imponendosi come uno dei film horror più riusciti e spaventosi degli ultimi dieci anni. Ora alle avventure cinematografiche dei Warren si aggiunge un nuovo tassello e The Conjuring – Il caso Enfield ricostruisce un’altra manifestazione paranormale studiata dalla coppia.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)