Archivio tag: eagle pictures

Whitney, la recensione

Dalla prospettiva di un osservatore esterno, i pensieri intorno alla morte prematura di un grande artista si caricano molto spesso di un ulteriore motivo di rammarico che si aggiunge alle ovvie considerazioni dolorose legate al fatto in sé stesso. Intendo, nello specifico, quel puzzo ammuffito di cliché che pare impregnare la camera mortuaria, come se la vita in questione avesse perso nello slancio qualsiasi parvenza di originalità e nei suoi picchi e nelle sue cadute rovinose seguisse apaticamente le indicazioni del solito vecchio stantio copione.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

John Wick: Capitolo 2, la recensione

Due anni fa il cinema action si è arricchito di un film e un protagonista che sono riusciti a ritagliarsi un posticino d’onore nel genere. Parliamo di John Wick, titolo del film e nome del protagonista interpretato da un Keanu Reeves in grandissima forma. Il successo – anche un po’ inaspettato – di quel film a budget medio/basso che portava la firma degli stunt-men Chad Stahelski e David Leitch ha creato un nuovo franchise, che oggi fa il bis con un frenetico John Wick: Capitolo 2.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Ozzy – Cucciolo coraggioso, la recensione

La maggior parte delle persone corrono una gara per vedere chi è il più veloce. Io corro una gara per vedere chi ha più coraggio” (Steve Prefontaine)

Ozzy è un beagle che vive con la famiglia Martins in un tipico quartiere residenziale americano, dove tutto è idilliaco e la pace viene interrotta solo al momento della consegna dei giornali, da parte di un bulletto di quartiere e del suo perfido cane. Come la maggior parte dei beagle, Ozzy è mansueto, giocherellone, socievole e gioioso, a volte combina guai, ma mai coraggioso. Anzi, la codardia è sicuramente una delle sue caratteristiche principali, insieme alla velocità.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

La battaglia di Hacksaw Ridge, la recensione

Sono passati dieci anni dall’ultima volta in cui Mel Gibson si è cimentato dietro la macchina da presa, tra l’altro con ottimi risultati vista la felice riuscita di Apocalypto. Dieci lunghi anni in cui l’attore statunitense, tra diverse interpretazioni e comparsate in progetti non sempre di alto livello, ha covato e preparato il suo grande ritorno alla regia che avviene in grande stile alla 73° Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia con il suo ultimo lavoro dal titolo La battaglia di Hacksaw Ridge, film che racconta le gesta di Desmond T. Doss, il primo obiettore di coscienza della storia americana a ricevere la medaglia d’onore dal Congresso per aver salvato diversi soldati durante una ferocissima battaglia con i giapponesi a Okinawa.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Qua la zampa!, la recensione

 “Se guardi negli occhi il tuo cane, come puoi ancora dubitare che non abbia un’anima?

Così come Victor Hugo, anche lo scrittore W. Bruce Cameron si sarà fatto la stessa domanda nel momento in cui ha iniziato a scrivere Dalla parte di Bailey, romanzo da cui è tratto il film Qua la zampa!, distribuito dalla Eagle Pictures e diretto da Lasse Hallsrtöm, già regista di Hachiko e La mia vita a quattro zampe.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Guida ai film più attesi del 2017

L’anno appena entrato appare piuttosto ricco di film succulenti e dal momento che abbiamo un quadro parzialmente chiaro di cosa vedremo al cinema quest’anno e quando lo vedremo, abbiamo deciso fare una sorta di mini-guida a quello che, secondo il nostro strampalato e del tutto opinabile parare, potrebbe essere il meglio del cinema che ci attende in questo 2017.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Mechanic: Resurrection, la recensione

Quando ero piccolo, parenti poco avvezzi al concetto di saga letteraria erano soliti regalarmi libri cronologicamente a caso. Quindi, che so, ho iniziato Harry Potter dal terzo volume. La sensazione era sempre quanto meno estraniante trovarsi in un quella specie di media res non programmata. Ecco, soltanto a fine film ho realizzato che Mechanic: Resurrection, di Dennis Gansel, in uscita in Italia il 24 novembre, è il sequel di Professione Assassino, che non ho visto.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Genius, la recensione

Le strade che portano al biopic sono infinite. Vite straordinarie, vite ordinarie che accompagnano eventi fuori dal comune o che hanno influito al cambiamento della società; i racconti di vita vera sembrano non passare mai di moda al cinema e riescono ad assumere i connotati più differenti e diversificati. Genius del regista teatrale Michael Grandage, qui al suo esordio al cinema, appartiene alla categoria dei biopic meno convenzionali perché sa raccontare non una ma ben due vite e, allo stesso tempo, costruire un contesto poco raccontato al cinema con l’attenzione e l’accortezza che merita. Le due vite sono quella dell’editore Max Perkins e dello scrittore Thomas Wolfe, il contesto è quello delle case editrici e della nascita editoriale dei romanzi nell’America degli anni ’20 del ‘900.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Boy, l’inquietante bambolotto in home video Eagle Pictures

Il panorama cinematografico horror americano è in netta ripresa, grazie soprattutto al rinato filone delle possessioni demoniache che ha spodestato il troppo abusato mockumentary. Eppure anche questa tipologia di horror sembra ormai destinata al declino per l’affollamento di titoli distribuiti di mese in mese; è per questo che l’uscita di un film come The Boy porta una ventata di freschezza che apre i macabri cuori degli appassionati di horror. E dopo l’ottimo esito nei cinema, il film diretto da William Brent Bell arriva anche in home video grazie a Eagle Pictures, che lo distribuisce sia in standard definition DVD che in high definition Blu-ray Disc.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

American Pastoral: incontro con Ewan McGregor e Jennifer Connelly

L’undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma è caratterizzata da una serie di eventi che anticiperanno la partenza ufficiale della manifestazione, prevista per il 13 ottobre. A dare inizio alle danze è la proiezione in anteprima nazionale di American Pastoral, diretto e interpretato da Ewan McGregor, il quale presenta il film in Italia insieme alla sua compagna sullo schermo Jennifer Connelly. L’appuntamento è il 3 ottobre al cinema Barberini, ma nella mattinata dello stesso giorno, McGregor e la Connelly hanno incontrato la stampa nella suggestiva cornice dell’Hotel Bernini, sito proprio in piazza Barberini. Quello che segue è il nostro veloce incontro con i due attori.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)