Archivio tag: lucky red

L’arminuta, A Chiara e Salvatore – Il calzolaio dei sogni: il cinema italiano d’autore in bluray

Koch Media e Lucky Red, nelle scorse settimane, hanno unito le forze per portare in home video – sia in edizione DVD che in alta definizione bluray disc – tre film che si fanno riflesso del nuovo cinema italiano d’autore. Tre pellicole molto diverse tra loro, tre opere che si sono distinte all’interno di rassegne cinematografiche importanti, tre film che hanno avuto il duro compito di riportare il cinema italiano d’essai in sala in un periodo storico (quello post-pandemia) molto difficile per la settima arte. Vi parliamo dei film L’arminuta di Giuseppe Bonito, A Chiara di Jonas Carpignano e il documentario diretto da Luca Guadagnino Salvatore – Il calzolaio dei sogni.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Alone e Possession – L’appartamento del Diavolo: ecco i nuovi horror a marchio Midnight Factory

Prosegue inarrestabile l’avanzata nel circuito home video di Midnight Factory che continua ad arricchire il proprio listino con titoli che definire appetitosi sarebbe riduttivo. Certo, dobbiamo riconoscerlo, negli ultimissimi periodi la qualità dei prodotti propinatici era un po’ scemata (un discorso che contempla solo le nuove uscite, non i fantastici cofanetti Midnight Classics) ma questo mese le cose sembrano esser tornate a girare nuovamente per il verso giusto. Arrivano nelle consuete edizioni “acchiappa-collezionisti” le Limited Edition Blu-ray + Booklet sia dell’inedito survival-horror Alone che di Possession – L’appartamento del Diavolo, horror spagnolo campione d’incassi (in patria) e uscito nelle nostre sale la scorsa estate sotto il marchio Lucky Red.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Run: arriva con Midnight Factory, in Limited Edition blu-ray, lo psycho-thriller con Sarah Paulson

L’amore della mamma nel cinema horror è una costante che spesso assume toni inquietanti, origine di psicopatie e fulcro di orrori che si scontrano idealmente con quell’affetto puro e incondizionato che la natura vorrebbe. Dall’iconica Signora Bates di Psycho alla temibile Pamela Voorhees di Venerdì 13, passando per la Signora White di Carrie – Lo sguardo di Satana, alla meno nota terrificante mammina del film di Bigas Luna L’angoscia fino alla scatenata Killer Mom dell’ironico e grottesco La Signora Ammazzatutti di John Waters. Di mamme adorabilmente terribili nel cinema di genere ne abbiamo avute molte, forse persino troppe, e adesso possiamo aggiungere un altro nome alla lista: Diane Sherman, protagonista dello psycho-thriller di Aneesh Chaganty Run e interpretata dalla sempre brava Sarah Paulson. Il film, uscito in sala lo scorso giugno con Lucky Red, è adesso disponibile con Midnight Factory nella sempre pregevole Limited Edition blu-ray + booklet.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Oldboy: perchè dopo 18 anni è ancora un grandissimo film

Il 2003 è un anno cruciale per il cinema sudcoreano, travolto da una vera e propria rinascita autoriale che lo ha portato all’attenzione internazionale.

Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera di Kim Ki-duk vince ben 4 premi al Festival di Locarno ed è il primo film dell’autore a ricevere una visibilità internazionale consistente con conseguente successo di pubblico. Sempre nel 2003 Im Sang-soo scandalizza il Lido di Venezia con La moglie dell’avvocato, un dramma erotico che raggiunge un successo incredibile fuori dai confini sudcoreani. Mentre Kim Ji-woon conquista il pubblico internazionale con lo struggente e spaventosissimo Two Sisters, vincendo al Fantasia, allo ScreamFest e a Gérardmer. Lo stesso anno Park Chan-wook presenta al pubblico Oldboy, vince il Gran Prix speciale della Giuria a Cannes, due premi principali a Sitges e la statuetta come miglior film straniero ai British Independent Film Awards del 2004.  

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 9.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Run, la recensione

Run

L’amore della mamma nel cinema horror è una costante che spesso assume toni inquietanti, origine di psicopatie e fulcro di orrori che si scontrano idealmente con quell’affetto puro e incondizionato che la natura vorrebbe. Dall’iconica Signora Bates di Psycho alla temibile Pamela Voorhees di Venerdì 13, passando per la Signora White di Carrie – Lo sguardo di Satana, alla meno nota terrificante mammina del film di Bigas Luna L’angoscia fino alla scatenata Killer Mom dell’ironico e grottesco La Signora Ammazzatutti di John Waters. Di mamme adorabilmente terribili nel cinema di genere ne abbiamo avute molte, ma adesso possiamo aggiungere un altro nome alla lista: Diane Sherman, protagonista dello psycho-thriller di Aneesh Chaganty Run.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Run, Sarah Paulson è una psycho-mamma nel trailer italiano dell’horror psicologico

Amata per i suoi ruoli nelle serie tv American Horror Story e Ratched, Sarah Paulson torna alle atmosfere spettrali che l’hanno resa un’icona per il genere horror e lo fa sul grande schermo come protagonista di Run. L’horror-psicologico diretto Aneesh Chaganty, regista premiato al Sundance Film Festival per il desktop-thriller Searching, arriva al cinema il 10 giugno distribuito da Lucky Red e mette lo spettatore di fronte a un’inquietante domanda: si può fuggire dall’amore di una madre?

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Clive Owen e Jasmine Trinca in un road movie esistenziale: Guida romantica a posti perduti in bluray

Presentato come evento speciale nella sezione Giornata degli Autori alla 77ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, in un anno particolarmente difficile per l’industria cinematografica (il 2020), Guida romantica a posti perduti è la terza regia di Giorgia Farina. Un terzo passo nel lungometraggio che, per l’autrice romana, diventa occasione di crescita artistica attraverso un linguaggio più maturo ed una narrazione dal sapore internazionale. Clive Owen e Jasmine Trinca sono i protagonisti di questo garbato road movie esistenziale che è disponibile in blu-ray disc grazie a Lucky Red e ai canali distributivi Koch Media.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Bad Luck Banging or Loony Porn: il vincitore di Berlino 71 arriva ad aprile su MioCinema

Sarà Lucky Red a distribuire in Italia Bad Luck Banging or Loony Porn, il film vincitore dell’Orso d’Oro all’ultimo Festival internazionale del film di Berlino.

Il film sarà programmato in esclusiva su Miocinema dal 16 aprile preceduto da due giorni di anteprime che si terranno l’8 e il 9 aprile e, alla riapertura dei cinema, disponibile per la programmazione in sala.

Miocinema, inoltre, in collaborazione con il Trieste Film Festival, offrirà ai propri utenti una rassegna dedicata a Radu Jude.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Greenland: disponibile in blu-ray il disaster movie con Gerard Butler

L’8 ottobre scorso, in un periodo fortemente drammatico per i cinema di tutto il mondo a causa della pandemia da covid-19, Lucky Red, in collaborazione con Universal Pictures, ha distribuito nei cinema italiani Greenland, il disaster-movie con Gerard Butler e Morena Baccarin. Una scelta senz’altro nobile che ha offerto la possibilità ad un film come questo, diretto da Ric Roman Waugh, di approdare su qualche grande schermo mentre, per la ragione sopra indicata, la distribuzione internazionale ha dovuto optare per una release direttamente in streaming. Da qualche settimana, grazie a Lucky Red, Greenland è disponibile anche in alta definizione blu-ray disc.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La stanza, la recensione

La stanza

Una donna in abito bianco, da sposa, è in piedi in bilico sul davanzale della finestra. Fuori una pioggia torrenziale, sotto di lei il vuoto. Ma suona il campanello e la donna viene richiamata alla realtà, distolta dal gesto che indiscutibilmente è un tentativo di suicidio. Alla porta c’è Giulio, che chiede ospitalità nel bed & breakfast che Stella, l’aspirante suicida, gestisce insieme a suo marito Sandro, che presto raggiungerà la donna e il loro ospite. Dire di più della trama del thriller La stanza sarebbe un delitto perché il terzo lungometraggio del talentuoso Stefano Lodovichi è un continuo susseguirsi di sorprese e colpi di scena.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)